Search

— Forum Scope —




— Match —





— Forum Options —





Minimum search word length is 3 characters - maximum search word length is 84 characters

Lost password?
sp_Feed sp_TopicIcon
[JMC3] EDGIC (Editing + Logic)
ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Fan di Alberto (MC7)
Utente
Forum Posts: 3511
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
1
25 marzo, 2016 - 16:50
sp_Permalink sp_Print

Visto che qualcuno l'ha chiestotalpaho pensato di seguire l'insegnamento di @Alex87 e buttarmi in un veloce quanto agile EDGIC del Masterchef dei bambini. Sarà tutto molto all'acqua di rose, specialmente in queste prime puntate dove i concorrenti sono ancora tanti, sperando di riuscire ad individuare qualche elemento di studio interessante anche per il futuro.

Case history:

JMC1: vittoria di Emanuela Tabasso, peperina principalmente OTTP con spunti (forzati?) di CP;

JMC2: vittoria di Andrea Picchione, UTR/MOR abbastanza nascosto anche se nobilitato da un paio di CP e da continui ed incessanti riferimenti alla sua bravura e maturità quasi da "adulto nel corpo di un bambino", malgrado la sua rilevanza all'interno della storia fosse decisamente da rivedere fino più o meno alle ultime due puntate.

Categorie e toni sono sempre uguali:

Cinque categorie: INV per i concorrenti senza alcun confessionale o interazione all'interno di un episodio, UTR (Under The Radar) per coloro di cui si hanno confessionali e/o interazioni rilevanti ma risultano irrilevanti ai fini dell'episodio, MOR (Middle Of The Road) narratori o personaggi di supporto alla vicenda ma non al centro dell'attenzione, CP (Complex Personality) per i concorrenti presentati a tutto tondo anche tramite riflessioni, opinioni personali, storie del loro privato e motivazioni del loro comportamento durante il gioco, OTT (Over The Top) personaggi sopra le righe, presentati attraverso stereotipi, spesso "distrazioni" dall'eventuale vincitore.
 
I toni:
PP: Estremamente positivo
P: Positivo
M: Misto
Neutrale
N: Negativo
NN: Estremamente negativo
 
La visibilità viene classificata su una scala da 1 a 5 mediante un algoritmo matematico sviluppato da Warrior di Survivor Sucks.

Narciso98
Fan di Giovanna (MC7)

Fan di Alessia Mancini (Isola13)
Utente
Forum Posts: 3248
Member Since:
24 febbraio, 2015
sp_UserOfflineSmall Offline
2
25 marzo, 2016 - 16:56
sp_Permalink sp_Print

Grande ge!clapclapclap Anche se per ora le uniche cose minimamente rilevanti sono Stefania che viene mostrata come una bitch mostruosa e le winnig quote di Aishadeluso

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Fan di Alberto (MC7)
Utente
Forum Posts: 3511
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
3
25 marzo, 2016 - 17:08
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

PUNTATA 2

AISHA CPP4
Si spinge molto sul fatto che sia brava e sulla rivalità (vera o artefatta) con Stefania Diamante, che la fa risultare positiva per contrasto. Ribadita costantemente come concorrente più temuta da Stefania, ma Aisha è decisamente meno ossessionata dalla vittoria a tutti i costi e dalla ricerca della perfezione.

BEATRICE UTR1
Letteralmente invisibile fino alla presentazione del piatto.

CAMILLA MORP3
Mi ha stupito a posteriori la sua grande visibilità, malgrado la rilevanza pressochè nulla all’interno dell’episodio. Sembra brava e determinata, ma più umana e genuina per una bambina della sua età rispetto alle “adulte” Stefania Diamante e Aisha, forse già in zona Emanuela Tabasso (MC1) anche se di lei conosciamo relativamente poco. Non mi stupirei di vederla arrivare molto lontano.

CHIARA MOR3
Principalmente narratrice, un po’ à la Sofia Sciamma di JMC2. È la ragazzina “tradizionale”, legata ai valori e ai sapori della cucina di casa.

EMANUELA UTR2
Molto “media” e indistinguibile dalle altre femmine di second tier, almeno per ora.

FRANCESCO UTR2
Barbieri ne loda il piatto ma mette in evidenza come ogni volta che gli passa vicino sente puzza di disastro imminente. Non essendo giustificato dalle immagini non possiamo tenerne conto nella categoria, ma certamente non aggiunge nulla alle sue chance da contender.

GAIA MARGARETHA UTR1
Principalmente soundbites.

GUGLIELMO OTTP5
Già il personaggione dell’edizione, andando a ricoprire la nicchia dell’adorabile pacioccone già resa celebre da Fabio (JMC1) e Michele (JMC2). Non sembra essere nel gruppo dei migliori ma può dare tanto soprattutto a livello di confessionali (se si pensa che su Twitter un buon 50% dei contenuti “speciali” e delle frasi a tema è dedicato a lui) e possibilmente raggiungere la seconda metà di programma.

HANSIKA UTRM2
Ha qualche spunto da “sapientina” bilanciato però da una certa dose di umiltà (almeno per ora) e dall’essere lodata per la sua bravura.

LORENZO CP4
Editing complesso. Lorenzo è bravo ma umile (dice lui stesso di non voler volare alto né basso, ma di mantenersi a metà strada) però comprende i meccanismi, sa quand’è il momento di osare ed appare decisamente in pole position per quanto riguarda le velleità dei maschietti. Non convince tanto il modo in cui i giudici (specie Barbieri) sottolineino come lui abbia delle buone idee ma abbia ancora molto su cui lavorare, però potrebbe essere l’inizio di un bel percorso di crescita. In più la vittoria finale lo rilancia a livello di chance, pur rappresentando allo stesso tempo un “chiudere il cerchio” iniziato con la Mystery “buona ma non troppo” in questa puntata.

MATTEO OTT3
OTT dettato dalla parlata toscana, però anche qui in subordinazione al più esposto Guglielmo. È presumibile che in questa corsa al titolo di personaggione OTT dell’edizione Matteo risulti già battuto in partenza, e che quindi possa in seguito risultare più sacrificabile del valsusino – specialmente se veramente nessuno dei due è chissà quale mostro di bravura.

NICOLÒ UTRP2
Malgrado la poca esposizione non mi è dispiaciuto: anche lui aveva il potenziale per essere OTT fin da subito ma così non è stato, lasciando il posto a una caratterizzazione abbastanza scarna ma comunque positiva (potenzialmente andando anche a coprire un suo possibile errore all’Invention, come si evince dal titolo del piatto “il pasticcio rimediato” di cui però non s’era fatta menzione nel montaggio).

RODOLFO MOR3
Meno esposto dell’altro vincitore dell’Invention Lorenzo, non sappiamo ancora molto di Rodolfo dopo due puntate. Sembra un ragazzino tranquillo, con la testa sulle spalle, ma forse meno scafato sui meccanismi e le dinamiche del programma rispetto ad alcuni dei suoi avversari. In attesa di sviluppi.

STEFANIA DIAMANTE CPN5
Sicuramente la protagonista assoluta di questa puntata. Stefania ha 12 anni ma ragiona da adulta: sa di essere brava, sa cosa vuole da sé stessa, conosce alla perfezione i punti deboli degli avversari ed è alla perenne ricerca del modo in cui metterli in difficoltà. La vittoria alla Mystery mette in luce il suo grande coraggio, la maturità e la capacità di osare. Eppure, allo stesso tempo, Stefania viene presentata in modo alquanto negativo (per gli standard di JMC, ovviamente): è la saputella arrogante che deve assolutamente essere rimessa al suo posto con una o più botte nei denti. Si permette persino di contraddire il giudizio (comunque discreto) dello chef Esposito, quando questi prova a criticare la sapidità del piatto. È pur vero che a Junior Masterchef la bravura ha sempre fatto molto in fase di editing, e questo ci costringe a tenere in considerazione (almeno per ora) la concorrente che finora è risultata testa e spalle avanti a tutti gli altri concorrenti messi insieme. Resta da vedere se proseguirà anche quest’opera di demolizione nei confronti della sua personalità, che certamente non troverebbe molto i favori del pubblico del programma (dopo la combo Erica/Alida a Masterchef 5, poi).

ELIMINATI (15° CLASSIFICATI): GABRIELE MORN4, SIMONE OTTM3
La N di Gabriele è principalmente dovuta alla sua distrazione (si dimentica le uova, prontamente prestate da Guglielmo), la quale finisce per risultare la causa principale del suo taglio. Simone chiude OTT come aveva iniziato settimana scorsa: del resto, in queste due puntate aveva probabilmente dato tutto quel che poteva dare.

 

PUNTATA 3

AISHA MORP3
Anche qui non mi è dispiaciuta: mostrata come la “vera” capitana dei rossi nel cercare di correggere i difetti di Lorenzo e spronarlo, è sembrata decisamente un passo avanti agli altri per bravura e competenza (anche per la vittoria al Pressure). Fra i “bravi” è sicuramente quella descritta più positivamente.

BEATRICE UTR2
Ancora poco in vista: c’è un po’ di insight riguardo al suo cappellino scambiato con Aisha, ma poco altro. Pur essendo scelta presto (e con un’idea generale che lei stia nel gruppo dei “bravi”) faccio fatica a vederla andare molto avanti.

CAMILLA MOR3
Sempre forzatamente al centro della vicenda, anche quando non ce n’è bisogno – per dire, a questo giro le inventano pure una bromance con Nicolò. Viene giudicata da Hansika “abbastanza brava” (anche se il complimento è seguito dal rosicamento per non essere stata salvata da Lorenzo al suo posto) e si ha costantemente l’impressione che la sua storia a JMC3 debba ancora iniziare.

FRANCESCO UTR1
Francesco chi?

GAIA MARGARETHA UTR2
Abbastanza ininfluente malgrado i 7 confessionali che la pongono a un passo dal 3 di visibilità.

GUGLIELMO OTTM3
Il nostro eroe è ancora OTT (ma penso lo sarebbe comunque, a meno di venire nascosto completamente) ma meno positivo della scorsa puntata. I compagni lo definiscono “lento” e gli impediscono di inserirsi nelle mansioni della squadra blu – anche se poi si redimono mettendolo a preparare il formaggio con Stefania Diamante.

HANSIKA MORM4
Hansika è la definizione di tonalità mixed: brava e lodata per il suo lavoro (anche dai giudici) ma continuamente critica del lavoro e delle scelte degli altri, al punto da risultare leggermente saccente. Probabilmente l’insistere sulla sua bravura nel cucinare gli sciatt serviva solo a giustificare il suo salvataggio da parte dei giudici.

LORENZO CPM5
Gigantesco CP/OTT per Lorenzo, capitano (coraggioso?) della squadra rossa che però parte subito male soccombendo al rivale Rodolfo nella prova del riconoscimento delle farine facendo fatica poi a riprendersi. I compagni di squadra ritengono che non abbia il polso necessario a guidare la brigata (anche in contrapposizione al capitano dei blu). Anche la scelta di salvare l’amica Camilla piuttosto che Hansika viene criticata dai compagni. Allo stesso tempo però si apre uno spiraglio di speranza con la presentazione del piatto decisivo e tutto un insight sul cucinare con l’ansia ed il fatto che a Lorenzo “l’ansia porti bene”, cosa che poi accade con la vittoria e il passaggio del turno. Io lo vedo come personaggio di punta e possibile rivelazione dell’edizione, ma non vincitore.

MATTEO UTR2
Un po’ buttato via rispetto alla premiere e inserito nel gruppo degli “scarsi” da Rodolfo.

NICOLÒ OTTP5
È il Nicolo dei provini: un simpaticissimo e furbetto casinista. A differenza degli OTT classici di questo programma – adorabili e pasticcioni patatoni (cit. Dolcenera) – Nicolò è però capace di farsi notare per la sua bravura, e di sorprendere anche i giudici con la sua verve romanesca e il sorriso sempre sulle labbra. Potrebbe essere l’Over The Top che funziona all’interno di un programma di bambini e per i bambini quale appunto è Junior Masterchef, specialmente se si manterrà su questo livello. Forse è ancora un po’ presto per dirlo.

RODOLFO MORP4
Avevamo detto che ci mancava un po’ “la psiche” di Rodolfo, ma dopo questa terza puntata ne sappiamo già di più. Rodolfo è deciso e disciplinato – il che riprende l’insight dei provini sulle arti marziali – e riesce a gestire la sua brigata molto più efficientemente del rivale Lorenzo, contrasto su cui il montaggio e la voce fuori campo spingono spesso e volentieri (per giustificare la vittoria dei blu?). Non è forzatamente CP, sembra meno strategico/meno analitico della concorrenza, ma non è detto che alla lunga sia un male dopo un vincitore “adulto” come Andrea Picchione.

STEFANIA DIAMANTE UTR2
Sparita dopo la sovraesposizione della scorsa puntata.

ELIMINATE (13° CLASSIFICATE): CHIARA MOR3, EMANUELA MORN3
Chiara ci lascia rimanendo fino all’ultimo la bambina legata ai piatti della cucina tradizionale (cosa che costituisce in fin dei conti la sua downfall). Emanuela è negativa per quanto possibile: scelta per ultima in esterna, glissata abbastanza vergognosamente durante il test della lista della spesa e criticata per aver sprecato lo zafferano.

CHI VINCERÀ JUNIOR MASTERCHEF?

Se veramente, come ci insegna la storia di Junior MasterChef dobbiamo guardare alla bravura più che all'editing (ciao Andrea Picchione), io mi sento di partire da Aisha, introdotta decisamente bene in queste prime due puntate e continuamente lodata per le sue capacità, come prima front-runner. Lì lì c'è pure Camilla, sicuramente meno preponderante della giovane chef di origini ceco-tunisine, ma allo stesso tempo la più esposta fra i concorrenti che finora non hanno vinto niente (ovviamente tolta la distrazione Guglielmo). Seguono i vincitori dell'Invention: Rodolfo e Lorenzo, con il primo che ancora risente un po' della mancanza di insight, mentre il secondo si è visto troppo e ha già aperto a parecchi dubbi riguardo al suo prosieguo. Non mi sentirei di tagliare definitivamente neppure Stefania Diamante (che però dovrà smorzare decisamente i suoi lati "negativi" - JMC non ha bisogno di una vincitrice à la Alida) e Nicolò se invece volessimo cercare un vincitore più Over The Top.

A seguire: Hansika, Guglielmo, Gaia M., Beatrice, Matteo, Francesco.

Lorenzo fra tutti è quello che è partito più forte, con la bellezza di 43 confessionali in due puntate. Gli altri candidati, chi più chi meno, gravitano tutti attorno alla media generale fissata a 10. Lontani dal gruppone Matteo (6,5), Gaia Margaretha (4,5), Francesco (3,5) e Beatrice (3).

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Fan di Alberto (MC7)
Utente
Forum Posts: 3511
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
4
3 aprile, 2016 - 22:21
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

PUNTATA 4

AISHA MORM3

Prima battuta d’arresto per Aisha: il rapporto con il compagno di squadra Guglielmo è tutt’altro che esaltante e serve più che altro a mettere lei (e non lui) in cattiva luce in quanto pedante, asfissiante e “severa” nei confronti del fan favorite del pubblico. La rappacificazione finale al grido di “viva l’amicizia” credo sia più un atto dovuto per mantenere il tono del programma, anche se al pregio di ripulire un po’ la figura di Aisha.

BEATRICE MOR3

Principalmente narratrice di quanto le accade attorno: c’è tutto un pippone sul fatto che si trova bene con la compagna di squadra Hansika (salvandosi per miracolo dall’assegnazione di Francesco dopo aver praticamente TELEGRAFATO a Rodolfo il fatto che non voleva stare con lui!) ma poi tutto si risolve abbastanza in una bolla di sapone, o meglio non serve a giustificare un loro successo.

CAMILLA OTTP3

Ho dato OTTP per via della “love story” con Nicolò, che quasi sembra un tentativo a tutti i costi (forse pure un po’ forzato, visto che appare nel racconto solo nelle parole di Gaia Margaretha?) di parlare di lei, anche quando non è fra i migliori nella prova. Curiosamente viene un po’ tirata indietro durante l’Invention quando la sua risulta la coppia vincente, ma è lei e non FrancescWHO a fornirne il racconto e spiegare la vittoria (nel modo in cui lei riesce a fare squadra con una persona che non le stava apparentemente simpatica).

FRANCESCO UTR2

Il giovane chef di Quattro Castella è sempre invisibile o quasi – pure in una puntata dove vince l’Invention è in fondo alla classifica della visibilità, davanti al solo Matteo per un confessionale di differenza. Si potrebbe a questo punto dire che è nascosto deliberatamente dal montaggio, cosa che certamente non può giovare alle sue chances.

GAIA MARGARETHA MORN3

Ho dato N per le critiche finali al lavoro di coppia suo e di Nicolò, ma ripensandoci non è stata neppure così massacrata dal montaggio. Resta principalmente narratrice (anche della love story di cui sopra) con un certo sentore di impreparazione e di bottom tier.

GUGLIELMO OTTP5

Guglielmo è chiaramente OTT, ma anche CP e MOR/narratore all’occorrenza: già acclamato a furor di popolo come personaggio dell’edizione, il giovane chef di Buttigliera Alta continua a sparare le proprie cartucce in un montaggio che l’ha messo al centro di tutto il cucuzzaro fin dal primo secondo di programma. Non credo andrà molto avanti, ma dopo questa puntata (con lui e Aisha potenzialmente un po’ tutelati a scapito di Gaia M. e Nicolò) inizio a vederlo oltre la metà programma.

HANSIKA MOR3

Ho dei problemi seri con l’editing di Hansika: la ragazzina di origine cingalese è anche prodiga di confessionali, ma faccio veramente fatica a catalogare i suoi commenti in una categoria qualsiasi, specie dal momento che rileggendo le mie carte non trovo un singolo appunto relativo a lei. L’altra volta l’avevo definita “pseudo-negativa” o qualcosa del genere, ma non so quanto questa affermazione possa trovare riscontro nella realtà perché in fin dei conti DEVE essere un’idea che mi sono messo in testa io, specie se non ne trovo giustificazione nei commenti. La spiegazione che mi do è che Hansika semplicemente non sia importante ai fini della storia, e che quindi sia destinata ad uscire senza troppi rimpianti più prima che poi.

LORENZO MOR3

Lorenzo viene un po’ nascosto a questo giro, svolgendo più la funzione di narratore (e spalla/aiuto fondamentale per Matteo) che di protagonista. Viene inserito da Stefania Diamante assieme a Rodolfo nel gruppo dei bravi.

MATTEO UTRN2

Viene cazziato da Borghese durante la Mystery e si vanta in confessionale di aver ricevuto un complimento che non era tale. Sempre fuori.

NICOLÒ OTTM3

Ho dato M invece di P per la sua poca preparazione relativa alla prova del sushi, anche se teoricamente i commenti negativi potevano giustificare la sua sconfitta finale. Per il resto è il solito OTT-romanesco, con l’aggiunta della “love story” con Camilla su cui già abbiamo discusso ampiamente. Major character ma difficilmente vincitore.

RODOLFO CPP4

Rodolfo mi piace sempre di più: sveglio, con la testa sulle spalle, stratega (senza essere vituperato per questo, caso più unico che raro nella storia del programma) e attento conoscitore dei meccanismi. Sia Hansika che Stefania Diamante lo inseriscono fra i concorrenti più bravi e quelli da temere, il che mi fa pensare che possa trattarsi di un possibile foreshadowing sul suo arrivo almeno in F4. Se devo cercare un Junior MasterChef credibile all’interno del gruppo dei maschi, in questo momento è certamente lui il primo candidato.

STEFANIA DIAMANTE CPN4

Se Rodolfo dimostra di conoscere bene i meccanismi del gioco, Stefania Diamante ne è ossessionata: continuamente riflette sulle potenzialità degli avversari e su chi lei debba tenere d’occhio nel futuro del gioco (a questo giro la combo Rodolfo/Lorenzo). Un vero e proprio gamebot nel corpo di una dodicenne – il che, se pure vale a Stefania un posto speciale nel mio cuore, certo non le fa guadagnare punti presso un pubblico che continua a trovarla fredda, arrogante, montata o una combinazione delle tre. C’è però il fatto che a differenza di altri personaggi dello stesso stampo, la giovane chef di Cassino è brava, molto brava, e sembra in grado di reggere le aspettative che lei stessa si sta ponendo. Se questo è l’inizio di un potenziale percorso da sconfitta in F2, lo scopriremo presto (e a tal proposito è necessarissimo tenere d’occhio l’evolversi di eventuali rivalità, un po’ come qua ci hanno fatto annusare quella con Rodolfo).

CHI VINCERÀ JUNIOR MASTERCHEF?

I due editing che più mi sconfinferano sono quelli di Rodolfo e Camilla, anche se per ragioni abbastanza opposte. Rodolfo è quello che mi aspetto come un possibile vincitore à la Andrea Picchione "fatto bene": messo in evidenza per bravura, competenza e strategic skills più che per il suo carattere e la sua umanità, comunque con lo scopo di fare emergere il migliore di quella che in fin dei conti è una gara fra bambini. Camilla è invece più un'Emanuela Tabasso, o almeno è in procinto di diventarlo: sospesa fra il MOR e l'OTT, un po' narratrice un po' personaggio in cui ci si può ritrovare/empatizzare, prima di quella che potrebbe essere l'esplosione finale che la consacra come la migliore del lotto.

Pensino ora i miei venticinque due lettori ad altre possibili alternative a questo duo meraviglioso: non è decisamente un compito facile, anche visto il gran numero di alternative più o meno viabili rimaste in gara. La settimana scorsa ci piaceva molto Aisha e non penso sia ancora il caso di escluderla, anche se questo episodio ne ha smorzato un minimo le velleità. In quarta posizione conserverei Lorenzo, bravo simpatico e positivo ma forse un po' troppo "bruciato" nei primi episodi.

Il vero problema resta Stefania Diamante: Junior Masterchef è un programma che fin da subito ha dimostrato di voler premiare il talento prima di tutto, e la giovane chef di origine irlandese è sicuramente una delle più brave (se non proprio la più brava) dei contendenti. Ed è pur vero che nel Masterchef "dei grandi" c'è stato un tale Federico Francesco Ferrero che è riuscito a condurre un editing da "bravo che godremmo veder perdere" fino a un'insperata vittoria. Per ora preferisco altre alternative a Stefania Diamante (anche perchè avere lei vincitrice dopo Erica sarebbe un mezzo suicidio per il franchise), ma con l'escalation dei tagli rischiamo di vederla risalire al livello di contender molto presto.

A seguire: Nicolò, Guglielmo, Hansika, Beatrice, Francesco, Gaia Margaretha, Matteo.

Puntata che non sconvolge molto gli equilibri, visto che in fin dei conti si parla sempre dei soliti Lorenzo e Guglielmo (ma Stefania, Rodolfo e Nicolò incombono - tutti e tre nettamente sopra la media totale). Dopo tre puntate l'anno scorso Andrea era perfettamente in linea con la media; quest'anno potremmo ritrovare lo stesso pattern nel trio femminile formato da Aisha, Camilla e Hansika. Gli altri quattro, già evidenziati la settimana scorsa, sono a tutti gli effetti personaggi di contorno - specie Beatrice e Francesco che inanellano tre "gialli" consecutivi.

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Fan di Alberto (MC7)
Utente
Forum Posts: 3511
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
5
9 aprile, 2016 - 19:34
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

PUNTATA 5

AISHA UTRP2

Malgrado non appaia tanto viene presentata come la chiave del successo della squadra blu: sul fatto che lei è una pasticcera provetta si ribadisce continuamente e pure il suo strudel risulta per acclamazione il dolce migliore della loro vetrina. “Mettere la prima torta in vetrina mi fa sentire importante” sono parole che non verrebbero messe in bocca a un eliminato random, specie se accompagnate e sottolineate da una musica particolare come in questo caso.

BEATRICE MOR3

Sempre molto nascosta/dimessa malgrado l’aumento dell’esposizione. Anche lei dovrebbe essere considerata fra i più bravi (viene scelta fra i primi da Francesco) ma la sua bravura non viene mai menzionata, a differenza di quella degli altri contenders. La sua presenza è decisamente quella di un personaggio di contorno.

CAMILLA OTTM4

Camilla non mi piace più tanto: a tratti positivizzata forzatamente, ma poi distrutta da quotes che si potevano omettere. “Sono più intelligenti le donne degli uomini” è una, ma pure “la cheesecake l’ho fatta io” prendendosi il merito davanti agli chef del successo della squadra, cosa non condivisa dai compagni. Nei confessionali poi è forzatamente OTT, con tutto un suo repertorio di faccette e di reazioni eccessive a tutto e tutti. La vedo più come il second coming di Sofia Sciamma dell’anno scorso che la nuova Emanuela Tabasso, perché la svolta OTT(P) ci sta pure ma non a cinque puntate dal termine.

GUGLIELMO OTTP3

Sempre personaggione dell’edizione e a questo giro pure ripulito del suo potenziale negativo, per il fatto che tutti lo scelgono per ultimo etc. ma gli si riconoscono pure le sue capacità (vere o presunte) per la realizzazione della chiffon cake. A questo punto penso sia come minimo in F8.

HANSIKA UTR2

Quasi invisibile (again).

LORENZO MOR4

Un po’ sulla falsariga di settimana scorsa Lorenzo è più narratore che protagonista, con un picco di visibilità al Pressure grazie alla “sfidina” con Stefania Diamante. A tratti anche vagamente OTT (quando dichiara di essere un veterano del Pressure Test).

MATTEO OTTN4

Puntata pessima per Matteo, sempre ridotto al ruolo di ultima ruota del carro (senza neppure la positività di Guglielmo a redimerlo) anche quando poi finisce per cucinare bene e salvarsi. Un po’ è lui stesso ad attirare le vibes negative quando dice di non conoscere questo o quest’altro, un po’ ci si mettono anche gli altri (Beatrice lo condanna per “non aver fatto niente” all’interno degli equilibri della squadra rossa). Lo vedo come eliminato nel futuro prossimo.

NICOLÒ OTT2

Non mi sono fidato a dare UTR. Per quanto poco si sia visto, Nicolò resta immediatamente riconoscibile e comunque sempre legato al suo ruolo.

RODOLFO UTR2

Arriva la prima “sosta ai box” per Rodolfo, protagonista o comunque lì lì con il primo gruppo nelle prime tre puntate. Nel suo caso la vedo come una cosa positiva per le sue chances – non è completamente invisibile, lo mostrano quel tanto che basta perché il pubblico si ricordi di lui e di quant’è bravo, ma allo stesso tempo sembra “riposare” momentaneamente in attesa di sviluppi.

STEFANIA DIAMANTE CPM5

C’è sempre la solita dicotomia fra la Stefania che in confessionale sparla su tutto e tutti (“tutti saprebbero fare una crema pasticcera” rivolto a Francesco, “la julienne (…) è tozza e stretta” parlando di Lorenzo) e quella, amata da tutti e cuoca provetta (Guglielmo e Hansika la definiscono “troppo brava”) che vediamo in cucina. Per il resto è indubbiamente la protagonista dell’edizione e di questa puntata: è lei a prendere il comando della situazione quando Francesco deficita, e soprattutto è lei a salvare la squadra rossa da quello che potenzialmente era un disastro sicuro.

ELIMINATI (11° CLASSIFICATI): FRANCESCO CPN4, GAIA MARGARETHA MORM2

La puntata di Francesco è ovviamente il suo boot episode, dopo tre episodi di NULLA – e ovviamente l’unica volta che viene mostrato è per demolirlo in tutti i modi possibili e immaginabili. Gaia M. è meno esposta (certo per via del fatto che entra in gara solo nell’ultima metà) ma anche meno negativa: il suo commiato era praticamente stato scritto già settimana scorsa.

Image Enlarger

CHI VINCERÀ JUNIOR MASTERCHEF?

Passa un'altra settimana (quella per me insostenibile dei dolci) e il numero dei contenders comincia a ridursi, un po' fisiologicamente un po' perchè lo vogliono le regole del gioco. Rodolfo è finora il concorrente che mi ha più convinto: sempre presente, mai in modo esagerato, e adesso anche legittimato da un UTR che potrebbe essere una sorta di "pausa" prima della sua definitiva esplosione. Aisha è la sua controparte femminile - la giovane chef ceco-tunisina ha avuto il picco della premiere (ma era fondamentale per mettere in luce la rivalità con Stefania) ma ha saputo riemergere dalla battuta di arresto della scorsa settimana risultando ancora lodata per le sue capacità, anche stavolta che ce n'era bisogno ma sicuramente meno.

L'avevamo annunciata settimana scorsa ed ecco che Stefania Diamante rientra nel gruppo dei favoriti: malgrado finora abbia collezionato già due N, abbiamo sempre detto che nell'editing di Junior Masterchef la bravura conta più di tutto e già adesso sembra abbastanza difficile pensare che uno qualsiasi degli altri concorrenti possa sconfiggere Stefania, che finora non ha praticamente sbagliato nulla (anche a livello di gioco). Certo è che avendo in mano una vincitrice come Stefania, io avrei pensato a tenerla molto più nascosta soprattutto per i suoi lati negativi (che se fate caso emergono solo in confessionale, mentre dal vivo in cucina è AMATISSIMA da tutti). D'altra parte comunque una personalità così era un peccato perderla per strada, e penso che comunque avere l'endorsement di gente come Guglielmo (che se fosse per il pubblico uscirebbe da questa stagione con titolo, medaglia d'oro, bacio accademico e il premio Sprint Player of the Season) possa aiutare a ripulirla agli occhi del popolino. Staremo a vedere!

Per il momento lascerei in stand-by invece le chances di Camilla e Lorenzo, che pure in questo episodio non hanno mostrato l'evoluzione che mi attendevo da loro. Entrambi (vista anche l'alta visibilità - come vedrete Lorenzo è addirittura il più visibile di tutti e 10!) sembrano indirizzati verso un percorso da major characters all'interno dell'edizione - ma almeno per il momento non da vincitori.

A seguire: Nicolò, Guglielmo, Beatrice, Matteo.

Dopo quattro puntate la situazione è ben delineata: alle possibili distrazioni Lorenzo e Guglielmo (più Stefania Diamante, attualmente terza nel novero dei favoriti) fa da contraltare il gruppone composto dai due candidati alla vittoria Aisha e Rodolfo assieme a Camilla, Matteo e Nicolò - tutti a gravitare attorno alla media totale piazzata a 11. Hansika e Beatrice, abbastanza lontane rispettivamente a 8,5 e 7 confessionali di media a puntata, compongono invece il gruppetto dei background characters.

Avevamo discusso in tempi non sospetti dell'alternanza fra puntate "verdi" (di sovraesposizione) e "gialle" (sottoesposizione) che spesso e volentieri aveva su per giù caratterizzato le F2 di Masterchef e Junior Masterchef. Tolte Stefania e Hansika (nah) questo pattern io un po' riesco a vederlo con Rodolfo e Aisha, il cui ultimo "giallo" è comunque quasi sulla media di puntata e soprattutto giustapposto a quello di Rodolfo che praticamente è di invisibilità totale. Fondamentale sarà continuare a monitorare questo duo.

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Fan di Alberto (MC7)
Utente
Forum Posts: 3511
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
6
20 aprile, 2016 - 21:34
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

PUNTATA 6

AISHA MOR3

Principalmente narratrice, piazzata da Stefania nel gruppo da cinque che per lei “andrà lontano” AKA la F5. Continuo a vederla come tagliata nelle fasi finali.

BEATRICE MORP3

Diciamo prima puntata di esposizione vera e propria per Beatrice, ovviamente premiata con la top3 alla Mystery e l’endorsement di Stefania Diamante. C’è sempre quest’idea che sia molto brava e anche estremamente matura per la sua età (se pure un pochino “dimessa”/triste), ma allo stesso tempo questa cosa che dopo cinque puntate è senza dubbio un personaggio minore che mi fa pensare che sarà la prima a lasciarci fra i “magnifici cinque” suggeriti appunto da Stefania.

GUGLIELMO CPP3

Ho dato CP invece che OTT per tutto il discorso intavolato al momento della presentazione del piatto quando il giovane chef di Buttigliera Alta si ritrova nei primi 3 della Mystery. Il maialino nero presentato da Guglielmo è un piatto che dimostra la sua crescita e legittima il suo arrivo nei primi otto, anche se il tutto suona un po’ da commiato anticipato senza volerlo (cosa che scopriremo settimana prossima).

HANSIKA UTR2

Fiduciosa in sé stessa.

LORENZO MORP4

Ritorna un po’ il Lorenzo delle prime puntate, vagamente CP sul tema di “io tengo alla mia postazione nella cucina” (che potrebbe essere un riferimento velato al suo posto nella cucina di MasterChef) poi stemperato in un MORP che a dire il vero non aggiunge tantissimo al suo racconto, ma ha l’effetto di riportarlo al centro dell’attenzione. Inserito da Stefania nei “magnifici cinque”.

NICOLÒ OTTP4

Editing molto interessante, quasi da “golden boy” anche se volontariamente forzato in contrasto a Stefania che lo osteggia per tutta la puntata e non lo inserisce nella sua F5. Fin dall’inizio puntata si spinge sulla consapevolezza ritrovata, sul fatto che Nicolò non si trova a Junior MasterChef per caso ma vuole emergere al pari di quelli che hanno già ottenuto dei successi – cosa che poi effettivamente avviene a fine puntata con la vittoria dell’Invention, dopo che già il successo con la verdesca alla Mystery gli aveva un po’ spianato la strada.

RODOLFO MOR3

Ho dato MOR perché alla fine è rilevante all’interno della puntata, ma poteva essere di nuovo UTR. A tratti narratore (e un po’ OTT il continuo rimando al cibo fusion), ampiamente in contrasto a Stefania che lo punzecchia in confessionale “mi sa che qualcuno starà un po’ rosicando”, poi dalla stessa Stefania salvato – perché di questo si tratta – quando stenta nel mettere a bollire i nudolini  Saikebon.

STEFANIA DIAMANTE CPM4

Al solito, quello di Stefania Diamante è l’editing più complesso: tantissimi confessionali, attacchi diretti ai “rivali” Rodolfo (con il quale sembra intavolare una vera e propria “sfida” magari interessante nell’ottica dell’endgame) e Nicolò (pungolato senza pietà in confessionale: “l’importante è crederci”, dice Stefania dopo che il giovane chef romano dichiara di poter vincere la Mystery). Stefania non si preclude nemmeno la possibilità di fare strategia nell’assegnazione dei vantaggi e svantaggi all’Invention, che arrivano logicamente per punire una fila di persone (Rodolfo in primis, ma pure Beatrice e Lorenzo) che lei ritiene temibili. Eppure proprio quando meno ce l’aspettiamo arriva il colpo di scena: proprio quando Rodolfo sembra andare in panico non riuscendo a tirare su i noodles prima del tempo, è Stefania stessa a prendere l’iniziativa e ad impiattare per lui, salvandolo da quella che essenzialmente sarebbe stata un’eliminazione sicura. “Io non lascio il mio amico indietro” sono le sue parole, che potrebbero veramente presumere un cambiamento di rotta nell’editing che fin da subito ha fatto storcere i nasi dei casuals. La puntata ci insegna che Stefania è brava, strategica – ma in fin dei conti sa anche mettersi al servizio degli “amici” quando ce n’è bisogno.

ELIMINATI (9° CLASSIFICATI): CAMILLA OTT3, MATTEO MORM3

Eliminazioni più o meno prevedibili. Su Camilla avevo puntato un po’ all’inizio, ma la sua vena OTT era appunto più da distrazione che da nuova Emanuela Tabasso, come avevamo detto la settimana scorsa. Percorso abbastanza lineare invece per Matteo, mai in gara e un gradino sotto (almeno per quanto riguarda l’editing) fin dalla prima puntata.

Image Enlarger

CHI VINCERÀ JUNIOR MASTERCHEF?

Ho aspettato così tanto a scrivere questo write-up perché stavo lottando tutto il tempo con un’idea scomoda che non riesco a togliermi di dosso dalla fine della visione dell’episodio 6. Ora, sappiamo tutti che l’EDGIC dovrebbe principalmente concentrarsi sugli spunti positivi, specie in un programma con i bambini e indirizzato in buona parte pure ad un pubblico di bambini, che in qualche modo dovrebbero rendersi conto più del contrasto bene/male che delle skills culinarie, oltre al fatto che in questa edizione i personaggi positivi sembrano PULLULARE (Rodolfo, Aisha, Lorenzo, Nicolò). Però…

…supponiamo solo per un attimo di essere negli studi di MasterChef a metà settembre 2015, al momento dell’incoronazione di Stefania Diamante come terza vincitrice del programma. Ora, in presenza di una vittoria della giovane chef di Cassino (che gli autori dovevano immaginarsi osteggiata dal pubblico per il suo modo di fare da “sapientina” – in senso buono eh) l’istinto sarebbe quello di ripulirne tutti i lati potenzialmente negativi ed esaltarne al massimo le capacità in cucina. Ma allo stesso tempo come si fa a buttare via così un personaggio come Stefania, che in confessionale regala più di ogni bambino nella storia dell’umanità, ha le capacità per vincere la gara ad occhi chiusi e con le mani legate dietro la schiena, sparla di tutto e tutti ma è amata dagli avversari come nessuno, è iperstrategica ma aiuta il suo competitor più diretto salvandolo dall’eliminazione certa senza pensarci un attimo (azione che già l’ha riabilitata molto agli occhi dei suoi detrattori)?

Voi non avreste la tentazione di trasformare la storia di JMC3 nel racconto di come Stefania Diamante riesce, nel bene e nel male, come una Tiziana Stefanelli qualunque a vincere dominare l’intera edizione?

Io sì.

A seguire: Rodolfo, Aisha, Lorenzo, Nicolò, Beatrice, Guglielmo, Hansika.

La situazione è sempre quella della settimana scorsa: Stefania Diamante e Lorenzo sono i più "lanciati", con un numero di confessionali che è una volta e mezzo la media totale. Seguono Guglielmo (15), Nicolò (13), Rodolfo (12) e Aisha (11), mentre Hansika e Beatrice restano a distanza siderale. Però è pur vero che nel caso di un editing come quello di Stefania, che per forza di cose deve essere preponderante all'interno dell'edizione anche se vincitrice, io mi potrei pure aspettare una sovraesposizione "da distrazione" come questa. Da confrontare con Tony Vlachos a Survivor: Cagayanlmao

Avatar
Morg

Utente 2xP
Utente
Forum Posts: 2374
Member Since:
14 marzo, 2015
sp_UserOfflineSmall Offline
7
21 aprile, 2016 - 0:16
sp_Permalink sp_Print

Ho finalmente recuperato tutte le puntate. Io AMO Stefania. Deve cadere un meteorite in cucina per farla arrivare seconda (cadrà, lo so che cadrà).

NicksFactor

Fan di Ludovica (MC7)

Fan di Alessia Mancini (Isola13)
Utente
Forum Posts: 3222
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
8
21 aprile, 2016 - 11:25
sp_Permalink sp_Print

Stefania penso sia uno dei protagonisti di un reality che più sto amando.

Veramente un tipetto tosto, una piccola peperina che però è di una bravura incommensurabile.

Una Alida in piccolo ma che comunque riesce a procurarmi tenerezza nonostante tutto.

Io sinceramente la vorrei una figlia così ban

 Nicks Lannister

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Fan di Alberto (MC7)
Utente
Forum Posts: 3511
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
9
21 aprile, 2016 - 15:53
sp_Permalink sp_Print

NicksFactor ha detto
Stefania penso sia uno dei protagonisti di un reality che più sto amando.

Veramente un tipetto tosto, una piccola peperina che però è di una bravura incommensurabile.

Una Alida in piccolo ma che comunque riesce a procurarmi tenerezza nonostante tutto.

Io sinceramente la vorrei una figlia così ban

hug

Che poi però attenzione, Alida è stata distrutta perchè "non aveva umanità", Stefania Diamante invece ha dimostrato di essere più umana di tutti quanti messi assieme quando ha salvato Rodolfo (il suo competitor più prossimo a questo punto della gara, e quello che lei dice di temere in un confessionale su due). Oltre a dare un segnale che lei è talmente brava che può pure permettersi di salvare l'amico in difficoltà, tanto alla fine in un modo o nell'altro lo batterà lo stesso.

Poi posso permettermi una parentesi che non c'entra tanto con l'EDGIC? Mi pare che solo in Italia abbiamo 'sta cosa che per forza chi è bravissimo in una cosa deve essere anche estremamente umile per venire amato dalle masse. Se vedete bene la critica che tutti le muovono è che una bambina di 12 anni non si può permettere di credere nella propria bravura così tanto e soprattutto di dire cose tipo "non sono abituata ale critiche", e in linea di massima ci potrebbe anche stare se non fosse che finora mi pare se lo sia potuto ampiamente permettere. Come disse Elio in un'edizione di X Factor non ricordo quale, l'umiltà è una bellissima cosa da possedere, ma non è la caratteristica che fa il successo di una persona o almeno non quanto la testa, la determinazione e la competenza.

E sì, pure io vorrei avere una figlia cosìban

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Fan di Alberto (MC7)
Utente
Forum Posts: 3511
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
10
28 aprile, 2016 - 16:21
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

Scrivo con una settimana di ritardo per motivi facilmente intuibili (ebbene sì, ho finito l'abbonamento a Sky Online e ho dovuto ripiegare alle care vecchie vie illegaliban)

PUNTATA 7

AISHA UTR2

Richiamata soltanto in virtù delle sue origini internazionali, e per lo shade finale di Guglielmo “Aisha, non te lo meritavi di stare in balconata”.

HANSIKA UTRP2

Per Hansika valgono più o meno gli stessi discorsi fatti per Aisha: c’è l’elogio reiterato delle sue doti con la friggitrice (che potenzialmente vale ai rossi la vittoria nella prova!) ma accompagnato da una vibe da “figlia della serva” che proprio non riesco a spiegarmi. Quando Stefania dichiara di volere nella propria squadra un tocco internazionale, la telecamera passa su di lei, speranzosa, per lunghi secondi prima di vedersi superata da Aisha; anche dopo, quando finalmente riceve i complimenti da Barbieri, è proprio Hansika a sbottare in confessionale “finalmente qualcuno si è accorto che anch’io valgo qualcosa”. Sembra essenzialmente ricoprire una funzione di second fiddle alla presenza nel cast della giovane cuoca di Cinisello Balsamo (per la verità, anch’essa messa in ombra in queste ultime settimane), pur essendo stata lodata a tratti per la sua bravura e competenza. Staremo a vedere.

LORENZO MORM3

Ok, penso di aver capito: Lorenzo è essenzialmente il Charlie Brown di Junior Masterchef 3. Nuovamente capitano dopo esserlo già stato nell’esterna della Valtellina, il giovane chef di Carrara perde subito la sfida per i 10’ bonus con Nicolò (con una scena veramente drammatica dove quest’ultimo lo blocca proprio sul tornello che simboleggiava l’arrivo – foreshadowing?), poi viene soppiantato nel suo ruolo di leader da Stefania. La vittoria sembra arrivare quasi “malgrado” la sua presenza più che per merito suo, nonostante palesemente non sia così. Guadagna un po’ di punti quando segnala a Stefania l’errore nella lievitazione della pizza, ma non è ciò che mi aspetto come ritratto di un vincitore.

NICOLÒ CPP4

Indubbiamente protagonista della puntata – poteva essere OTT ma ho insistito sul CP per via dell’eccellente disamina del comportamento dei suoi compagni di squadra, e il modo in cui è capace di farli andare d’accordo e lavorare in tranquillità pur non arrivando la vittoria finale. Avevamo già notato la settimana scorsa un particolare nella sua storyline: l’opposizione fra lui e i “magnifici 5” nominati da Stefania e la sua successiva vittoria, quasi a significare un suo potenziale arrivo in fondo da outsider contro i “bravi”. Sennonchè bravo lo è anche lui, ne abbiamo avuto proprio la conferma a questo giro, e il sorpasso praticato sulla prima del gruppo dei 5 (Beatrice, che per onor di verità era la prima che ci potevamo aspettare fuori) molto probabilmente non sarà l’ultimo. Alle sue chance ostano ancora l’essere troppo OTT (ma lo è di carattere, non è forzato) e un’eccessiva sovraesposizione specie quando è rilevante alle dinamiche (cioè SEMPRE, visto che è l’unico ad essersi fatto tutti i Pressure).

RODOLFO CP3

Interessante l’opposizione a Nicolò durante l’esterna (lui ansioso e preoccupato di non riuscire a finire in tempo v. il caposquadra calmo) da cui però nessuno dei due esce bene o male, puntando più a mettere in evidenza due modi diversi di affrontare la prova. Al Pressure passa il turno per primo (malgrado la N sull’errore di pronuncia), però sa giocare di strategia (si tiene il piatto di casa per i round successivi e toglie subito dall’equazione quello di cui più facilmente si poteva riconoscere la provenienza per via del nome).

STEFANIA DIAMANTE MORN2

Puntata che sembra voler marcare le prime crepe nell’armatura indistruttibile di Stefania Diamante. La sua tendenza a “guidare” le brigate di cui lei finisce per essere parte lascia qui il passo a una “troppa sicurezza, che finisce per dimostrarsi sconveniente” (cito il voice-over). Per voler fare troppe cose Stefania prima mette in frigo a lievitare l’impasto della pizza (contrariamente a quanto richiesto) poi fa cadere a terra un supplì. Tutto legittimo, ma se avesse vinto perché mostrarne gli errori (specie con la sua squadra vincitrice)?

ELIMINATI (7° CLASSIFICATI): BEATRICE MOR3, GUGLIELMO OTTM4

Beatrice ci lascia in settima posizione alla fine di un percorso lineare fra l’UTR e il MOR, senza particolari picchi (salvo – circa – la top3 alla Mystery di settimana scorsa). La sua uscita finisce comunque in secondo piano di fronte al prevedibile commiato di Guglielmo, che vincendo le esterne ha saputo guadagnarsi a sorpresa l’accesso nei primi otto e finisce così come l’abbiamo conosciuto – simpatico, stralunato e con una positività di fondo che va a coprire anche gli accenni negativi derivati dal lavoro in brigata durante l’esterna a Disneyland. Personaggio della VITA, ma non poteva essere salvato più di così.

Image Enlarger

CHI VINCERÀ JUNIOR MASTERCHEF?

Tre puntate alla fine e questa è essenzialmente la storia di tre persone: Rodolfo, Nicolò, Stefania Diamante (e in misura minore, Lorenzo). Sono i concorrenti di cui sappiamo di più e su cui l’editing ha più insistito dal punto di vista delle rivalità (con Stefania Diamante che dopo aver brevemente puntato Aisha come main rival, in un secondo tempo l’ha sostituita con Rodolfo; allo stesso tempo sempre Stefania non considerando Nicolò come temibile, per poi venire smentita dalla sua immediata vittoria all’Invention).

Per i motivi succitati mi sento di portare Rodolfo al primo posto in previsione di una sua ipotetica F2 contro Stefania Diamante, che ha avuto a questo giro qualche spunto negativo (volto a minare la sua “eccessiva sicurezza”, niente di meno!) a controbilanciare tutti quelli positivi giunti nelle prime sei puntate. Nicolò è un interessante vincitore alternativo: il suo editing è uno stabile OTT-romanesco (P) con spunti CP, però compensati da una visibilità decisamente alta (da “distrazione”). Su Stefania Diamante il punto l’abbiamo già fatto ampiamente: la ragazza di Cassino resta credibile come contender finchè vengono smussati i suoi lati negativi, come successo a tratti, ma al momento attuale sembra voler chiamare più una sua downfall che le insegni il valore dell’umiltà (à la Alida Gotta, ma pure Nicolò Marcucci se vogliamo stare nell’ambito di JMC) che una sua vittoria.

Invece Hansika e, mi duole dirlo dopo la brillante premiere, anche Aisha, ormai sono ridotte al ruolo di personaggi minori, entrambe lodate ripetutamente per la loro bravura ma ormai irrimediabilmente destinate a un’eliminazione in F6 (anche se la giovane chef di origine ceco-tunisina potrebbe resistere almeno per un altro turno).

Per dovere di cronaca pubblico pure la solita analisi dei confessionali, anche se non ho ancora ben chiaro cosa devo andare a cercare. Di certo c'è che Lorenzo (18), Nicolò e Stefania Diamante (17) sono fin qui sovraesposti come numero di confessionali medio, mentre Rodolfo (guarda caso) si piazza esattamente sul numero magico di 13 che rappresenta la media totale. A seguire Aisha (11) e Hansika (8,2) che hanno finora collezionato cinque "gialli" su sei.

Interessante in ottica F2 è una VAGA alternanza giallo/verde fra Rodolfo e Stefania (sconfessata però nella puntata 4).

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Fan di Alberto (MC7)
Utente
Forum Posts: 3511
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
11
1 maggio, 2016 - 14:13
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

PUNTATA 8

AISHA MORM3

Bah. Vince il pass diretto per la semifinale eppure non se ne fa una ragione di stato – non ai livelli di Amelia Falco a MC4, ma comunque l’idea che non si voglia fare niente per esaltare questa vittoria non me la toglie nessuno. In più c’è una scena totalmente gratuita dove Aisha “spia” la rivale diretta Stefania Diamante, anche se le viene data la possibilità di spiegarsi in confessionale. Certo è che in un momento dove il suo editing avrebbe dovuto decollare (e qua ce n’era la possibilità) non vedo niente di tutto ciò.

LORENZO CP3

Il punto l’abbiamo già fatto settimana scorsa: iperesposto, riflessivo, complesso (tutto un discorso su cui lui sia in grado di superare qualsiasi prova perché ha le premesse per fare bene ecc.) e forse, considerato il suo arrivo in F4, possiamo anche essercene data una spiegazione. La sua downfall ci viene servita su un piatto d’argento all’Invention Race, quando viene rimproverato di avere “troppo cuore e poca tecnica”. Non credo possa accedere alla finale a 2, malgrado tutto.

NICOLÒ OTTP3

Altra puntata di celebrazione: lui stesso si paragona a Stefania, presa come metro di paragone per via delle ripetute vittorie alla Mystery, e viene lodato da Barbieri per i progressi nella tecnica e negli impiattamenti. La vibe positiva è evidentissima, quasi forzata, specie quando nell’occasione di un suo errore ci viene mostrato per forza di come lui non si arrenda e riesca a risolvere il tutto sbriciolando un po’ di pasta frolla rovinata sul piatto (?) I giudici sottolineano come sia riuscito ad emergere dopo una partenza “nascosta” (speculare a quanto successo nell’editing).

STEFANIA DIAMANTE CPM4

È l’episodio dell’insicurezza, del contrasto, del conflitto interiore. Stefania è la più brava, sa di esserlo, analizza costantemente pregi e difetti degli avversari come neanche si vede al MC degli adulti – ma giunta al momento chiave della gara ha paura di rovinare tutto. Editing da gamebot/saputella/prima della classe che comunque è proprio lei di carattere, forse acuito giusto un pelo dalla rappresentazione televisiva. Aiuta Rodolfo (di nuovo!) prestandogli il ribes e supera egregiamente il momento difficile qualificandosi dopo aver CARBONIZZATO il petto d’anatra. Il che logicamente apre a tutto un pistolotto sulle insicurezze “ognuno ha le sue paure (…) non sai mai quale prova ti può mettere in difficoltà” che in realtà io ho percepito come un tentativo di umanizzare Stefania, più che di accentuare la sua componente da “gamebot” come succedeva ad esempio con Alida. Nonostante tutto, io la vedo ancora in corsa per la vittoria, vista e considerata soprattutto la winner quote su “la cucina è emozione”.

ELIMINATI (5° CLASSIFICATI): HANSIKA UTR2, RODOLFO MORM4

A sorpresa prima della finale ci lascia quello che avevamo scelto come primo candidato alla vittoria, dopo un percorso che in effetti non ne aveva messo in luce esageratamente le qualità positive (un po’ al confine con la “messa in ombra” nei momenti in cui era poco rilevante e a volte non solo in quelli, vedi la premiere). Hansika  invece riesce ad essere UTR anche nel suo episodio di commiato, poor girl. Saranno contenti i suoi tantissimi sostenitori su Facebook – per la regola del “meno lo/la vedo, più mi piace” che a MC ha fatto scuola annoverando nomi quali Andrea Torelli, Amelia Falco e Salvatore Russo.

 

CHI VINCERÀ JUNIOR MASTERCHEF?

Anche la terza edizione di Junior MasterChef sta per volgere al termine ed è tempo di tirare le somme sul percorso che ci ha portati fin qua. Personalmente non mi aspettavo di farmi prendere così tanto da questa edizione, ma penso che il cast abbia funzionato veramente bene e ci abbia regalato una stagione davvero notevole per un programma che fin qua non aveva suscitato picchi straordinari di interesse. Come al solito vale la regola che se scrivo tanto (quasi quindici pagine di Word su sole sette puntate di JMC non mi sarei aspettato di farle tipo MAI) mi sto divertendo - e spero che anche la sparuta schiera dei miei lettori abbia apprezzato.heart

Manca soltanto una cosa - l'ultimo pronostico su chi fra i quattro superstiti sarà il vincitore di Junior MasterChef 3! Partiamo dall'analisi delle charts finali...

qGD5HGf.pngImage Enlarger

Lorenzo e Stefania Diamante sono i due personaggi più visibili dell'edizione, in un programma dove l'equilibrio non ha mai premiato i più esposti (se pensiamo che l'anno scorso a questo punto Andrea Picchione era addirittura sotto ad Aisha nel computo di questa media). Prendendo a paragone solo questa chart chi ne esce meglio è sicuramente Nicolò, con due puntate di sottoesposizione e tre di sovraesposizione in un andamento molto lineare. Dovendo però distinguere fra Lorenzo e Stefania, c'è però un aspetto che salta moltissimo all'occhio: il primo (spesso narratore) non ha mai avuto una puntata di cool down ma ha sempre totalizzato una visibilità di 3 o superiore, la seconda invece è stata anche più spesso al centro dell'attenzione (ma con 10000 fra vittorie e piazzamenti a Mystery e Invention, ci sta) ma è stata tirata indietro nelle due occasioni in cui per forza di cose non era preponderante, quasi a raffigurare quella "sosta ai box" che abbiamo sempre voluto cercare nell'editing di un vincitore.

Image Enlarger

Stefania è supercomplessa, Lorenzo pure (ma forse più per spiegare il suo arrivo in F4 da "outsider"), Aisha oscilla tra l'UTR e il MOR, mentre Nicolò è proprio la rappresentazione dell'idea di Over The Top (5 episodi OTT su 7). Fin da subito è stato stereotipizzato come il "romano de Roma", casella che è andato ad occupare molto naturalmente e da cui si è scostato praticamente solo nell'esterna a Parigi, dove si era guadagnato un picco di complessità dovuto al saper far lavorare bene i compagni di brigata. La sua presentazione da "caterpillar" per aver superato tutti i Pressure ha soltanto contribuito a questo giudizio, specie nella seconda parte del programma.

Image Enlarger

Veramente troppo positivo Nicolò (addirittura 5 puntate su un percorso di 7) ma anche Stefania non convince, oscillando costantemente fra la M e la N in un pattern che non si è interrotto nemmeno per un momento (forse dovuto anche al fatto che gli spunti positivi ci sono stati, ma sempre e soltanto controbilanciati da commenti del tipo "la julienne di Lorenzo è brutta e tozza"). Paradossalmente chi viene fuori meglio da questa chart è Aisha, sospesa fra P e M (ma più P all'inizio), però troppo slegata dalla categoria e dalla storia, un po' come avevamo visto nell'ARCHETIPO di questo tipo di editing - Amelia Falco di MC4.

Tolto di mezzo Rodolfo non c'è tanto da dire sulla chart dei confessionali: Stefania, Lorenzo e Nicolò gravitano tutti un po' sopra la media finale di 14 confessionali a puntata, mentre Aisha si colloca subito sotto con 12 di media. Stefania e Nicolò si alternano decisamente bene fra verdi e giallo/azzurri (tranne nella puntata 6, che in qualche modo ha dato il la alla loro rivalità) ponendosi come plausibili candidati alla F2 di questa edizione.

Image Enlarger

Could it really be?

Stefania Diamante è stata indubbiamente la protagonista di questa edizione, nel bene e nel male. Da sola ha retto buona parte degli episodi con uno sviluppo che è andato decisamente oltre al banale editing di "è poco umile, deve prendere/prenderà una botta sui denti", aprendo anche a un'enorme complessità relativa ai suoi limiti e alla pressione che si porta addosso per via dell'immagine duramente costruita da "perfettina" - senza tralasciare comunque il fatto che lei è riuscita a superare questi limiti senza neppure troppi problemi. Senza contare che, come puntualizzò a suo tempo @Alex87

La prova che ci dà questa stagione è che a MC vincono i bravi, indipendentemente dalla simpatia. A JMC ancora più che a MC.

e tenendo in considerazione che per quel che abbiamo visto una concorrente brava come Stefania Diamante a JMC se la sogneranno a lungo, penso che in fin dei conti la negatività derivi dal fatto che addolcire i lati del carattere della giovane chef di Cassino che non sono piaciuti al pubblico avrebbe rischiato di edulcorare un po' troppo le sue potenzialità televisive (un po' quanto successe con Tiziana Stefanelli a MC2). Per quanto mi riguarda Stefania è veramente così, JMC3 è la storia della sua vittoria e se il pubblico non riesce a farsene una ragione certo non è un problema dell'editing e degli autori al montaggio. ban

In ottica F2 le ultime puntate hanno rilanciato le chances di Nicolò, principale fan favorite di stagione e probabilmente personaggio più amato della storia del franchise (dopo Guglielmo, of course). Gioca contro le sue possibilità il fatto che una sua vittoria sarebbe senza precedenti nella storia dei reality italiani - trattandosi di concorrente principalmente OTT (P), senza un minimo accenno all'insight personale e alla complessità, giunto in fondo con una storia che a questo punto sarebbe quasi telegrafata se si concludesse con la sua vittoria. Del resto se non ce l'ha fatta gente come Simone Finetti (che con i dovuti caveat era un po' la controparte di Nico nel MC degli adulti) non vedo perchè adesso proprio luisadida

Direi ridotte a zero le chance di Aisha e Lorenzo, invece. La prima decisamente personaggio di contorno dopo la prima puntata (dove arrivò in top3 alla Mystery), il secondo è il narratore MOR/CP dal cuore d'oro che arriva più in là di quanto si sarebbe potuto immaginare - ma non abbastanza.

Avatar
Morg

Utente 2xP
Utente
Forum Posts: 2374
Member Since:
14 marzo, 2015
sp_UserOfflineSmall Offline
12
1 maggio, 2016 - 21:44
sp_Permalink sp_Print

Siamo già quasi alla fine piangoBellissima stagione (anche se si sente tanto la mancanza di Lidia Bastianich). Stefania deve assolutamente vincere, miglior personaggio di sempre party

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Fan di Alberto (MC7)
Utente
Forum Posts: 3511
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
13
22 maggio, 2016 - 23:46
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

Una precisazione.

A fronte delle critiche ricevute privatamente durante questa edizione del Progetto EDGIC (Editing + Logic) mi preme ribadire, una volta per tutte, che se ho dato dei giudizi verso i giovani concorrenti di Junior MasterChef nei miei write-up settimanali è sempre stato nel rispetto dei ragazzi e delle loro famiglie e SOPRATTUTTO - mai mi sono voluto permettere di andare a toccare la sfera personale di quelli che alla fine sono e restano dei bambini, ma mi sono sempre e comunque riferito solo ed esclusivamente all'"immagine" di questi ultimi presentata dagli autori al montaggio, a differenza di ciò che si permettono di scrivere indisturbati (e sotto nome e cognome) tanti commentatori delle pagine Facebook e Twitter del programma. A tutti i concorrenti del programma va sempre la mia stima e la mia ammirazione, nonchè l'augurio di un luminoso futuro lungo qualsiasi strada decideranno di intraprendere.

---

PUNTATA 9

NICOLÒ OTTP3
STEFANIA DIAMANTE OTTN3
ELIMINATI (3° CLASSIFICATI): AISHA MORM3, LORENZO CPP3

PUNTATA 10

NICOLÒ Momesso CPP3
ELIMINATA (2° CLASSIFICATA): STEFANIA DIAMANTE Conte CPN3

Chi l'avrebbe detto che l'OTTP poteva vincere veramente?sadida

Dopo cinque edizioni di MasterChef e tre di Junior MasterChef di vani tentativi, finalmente il programma riesce a incoronare il "vincitore del popolo" e lo trova nell'undicenne romano Nicolò Momesso, vincitore (a posteriori neanche troppo) a sorpresa di questa terza edizione dello spin-off "per ragazzi" del programma di Sky.

Quella di Nicolò è sicuramente una vittoria senza precedenti per quanto riguarda il franchise, per un editing decisamente tendente all'OTT(P) - anche se è il carattere di Nico ad elicitare questa tendenza - quasi completamente mancante di complessità, sostituita da una verve tipicamente romanesca che comunque il pubblico apprezza (e c'era da dubitarne?), prestandosi bene comunque all'editing del vincitore di quello che in fondo è un programma per bambini.

Potrebbe sembrare un "diamo al popolo il vincitore che vuole", ma dietro alla vittoria di Nicolò c'è indubbiamente di più. Il percorso da underdog è molto speculare a quello di Erica MC5 (con Stefania Diamante nella parte di Alida), anche se per forza di cose è stato condensato in dieci puntate invece che nelle canoniche 24, e forse lì un po' ha perso di complessità (che comunque, vista la reazione decisamente positiva del pubblico, non sarebbe stata necessaria). Da qui in poi, se tanto mi dà tanto, mi aspetto una fila di vincitori alla Nicolò (principalmente MOR/OTT positivi senza troppa complessità) visto che abbiamo capito come sia quello a tirare in Italia rispetto al modello dato in pasto al pubblico americano, sicuramente più attento a cogliere le sfumature e la commistione di positivo e negativo in uno stesso personaggio. Staremo a vedere cosa succederà anche col cambio di proprietà del franchise da Magnolia (che ha curato fino a MC5/JMC3) a Endemol, anche se gli autori al montaggio dovrebbero rimanere gli stessi (?)

Per il resto, le ultime due puntate vanno a descrivere la downfall tanto attesa della "prima della classe" Stefania Diamante, che pur con tutti i caveat del caso sembrava entrare nel rettilineo finale come principale favorita al titolo. Stefania in realtà si rivela essere più un'Alida che una Tiziana Stefanelli a livello di editing: la bambina talentuosissima, amante del rischio, che però all'ultimo non riesce a soddisfare le premesse e cade contro chi ha saputo giocare di rimessa e sulla semplicità. Resta un personaggio STRAORDINARIO (sul serio, penso nella mia top3 di tutta la storia dei reality registrati italiani) e al di là di questo risultato, una ragazza piena di talento che posso scommettere riuscirà a realizzarsi in qualcosa di veramente speciale.

Come se l'è cavata l'EDGIC in questa edizione di Junior Masterchef? Diciamo "così e così", considerato che Nicolò ha impiegato tantissimo tempo solo per entrare nel radar dei favoriti - anche se a posteriori i segni della sua ascesa c'erano tutti. É pur vero che il racconto che ne è stato fatto era comunque un po' "sbagliato" per un vincitore - probabilmente giustificato dal fatto che in un percorso così breve appunto non si poteva dire e dare molto di più nel costruire complessità attorno a un personaggio che alla fine non ne aveva bisogno perchè avrebbe "acchiappato" sotto un altro punto di vista. Per il resto penso che comunque l'EDGIC abbia fatto un buon lavoro nel prevedere i concorrenti destinati all'endgame - tolta Camilla (nah) i candidati alla vittoria sono da subito stati Stefania D. (poi 2°), Lorenzo (3°), Aisha (3°), Rodolfo (5°), e brevemente pure Hansika (5°).

Image Enlarger

Forum Timezone: Europe/Rome

Most Users Ever Online: 1065

Currently Online: Tanakka, Olimpico85
67 Guest(s)

Currently Browsing this Page:
1 Guest(s)

Members Birthdays
sp_BirthdayIcon
Today: Gabryele
Upcoming: None

Top Posters:

Teolino: 16568

pesca81it: 13189

Stefy87: 12618

ouro: 11213

Razzo: 10801

Newest Members:

melrose.

bananapop_

bananapop

JonnyORiley87

StephenNuace

Forum Stats:

Groups: 6

Forums: 91

Topics: 8949

Posts: 513180

 

Member Stats:

Guest Posters: 2

Members: 13880

Moderators: 7

Admins: 4

Administrators: RealityHouse, Alex87, pazzoreality, Talpaluke87

Moderators: sadida83, mariomatt, EvilxElf, Fob92, BertoBarto, latinista93, smiley

    

Reality House non rappresenta una testata e non è affiliato né collegato ai produttori, reti e programmi televisivi che sono oggetto di discussione sulle sue pagine.

Tutti i marchi, loghi e immagini utilizzati su Reality House sono protetti da copyright dei rispettivi proprietari. Se ritieni che un contenuto debba essere rimosso, ti preghiamo di contattarci.

© 2004-2018 Reality House

Log in with your credentials

Forgot your details?

Vai alla barra degli strumenti