Please consider registering
Guest

Search

— Forum Scope —




— Match —





— Forum Options —





Minimum search word length is 3 characters - maximum search word length is 84 characters

Register Lost password?
sp_Feed sp_TopicIcon
My Favorite Singer - Finale da pag.58 - Voto aperto fino alle 18:00 di venerdì 22/02
alessandrino

Utente 4xP
Utente
Forum Posts: 4431
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOnlineSmall Online
901
10 febbraio, 2019 - 20:47
sp_Permalink sp_Print

SETTIMO GALA - DUETTO CON OSPITE

 

Risultati immagini per GIORGIA E JOVANOTTI

@Teolino E GIORGIA FT. JOVANOTTI - TU MI PORTI SU

In questi giorni ho riascoltato tantissimi duetti di Giorgia con artisti italiani e anche internazionali. Duetti su pezzi suoi e su cover cercando di capire quale sarebbe stato il duetto giusto per colpire tutti voi. 
 
Il primo pensiero è andato al meraviglioso duetto con Elisa su E poi, poi non potendolo schierare, ho pensato che potevo sfruttare questa occasione per regalarvi un’altra sfaccettatura di Giorgia che amo molto, la sua energia pazzesca e la sua voglia di mettersi in gioco. Attraverso questo brano e questo duetto infatti posso mostrarvi anche il lato più giocoso e allegro di Giorgia. 
 
Tu mi porti su, quinto estratto dell’album Dietro le Apparenze è una ballata reggae scritta per Giorgia da Jovanotti, dal ritmo incalzante, ideale da suonare con la chitarra, allegra, leggera, che spinge a ballare. Questo brano è un’ulteriore dimostrazione della versatilità di Giorgia che può cantare qualsiasi genere musicale senza perdere mai credibilità e rimanendo sempre se stessa.
 
Parlando di questo brano, Giorgia ha detto: 
"Ho realizzato un sogno! Quando Lorenzo scrisse per Irene Grandi, nel '95, io rosicai tantissimo. E finalmente ce l'abbiamo fatta”. “Tu mi porti su'” è un brano allegro e gioioso, un brano che apparentemente sembra leggero ma invece fa riflettere, le linee di testo sono molto profonde. Tra l'altro sembra facile da cantare ma non lo è affatto, perché è scritto nel suo modo. Ci vuole un sacco di fiato, cosa che Lorenzo ha, si vede quando è in concerto. Ha un'energia e una tecnica pazzesche”.

 

Tu mi porti su, trasmessissima in radio, è stato il tormentone dell’estate 2012:
"È pazzesco non mi succedeva dai tempi di “Vivi Davvero” del 2002! È un tipo di canzone che non ho mai cantato, dal punto di vista musicale, e poi è proprio positiva come Lorenzo Jovanotti che l'ha scritta. È semplice ma al tempo stesso dietro ogni piccola parola c'è un significato profondo, basti pensare a “ah che bellezza ah che dolore!”
 
Alla luce di tutto questo ho deciso di regalarvi il duetto con Jovanotti al Campovolo, era il 12 settembre 2012, fra l’altro unica occasione in cui hanno cantato insieme questo brano.
 
La loro intesa quella sera era evidente, sono riusciti a coinvolgere, a far cantare e ballare i i 150mila del Campovolo. L’energia che hanno regalato a chi era lì quella sera è stata pazzesca. Jovanotti ha sostenuto benissimo la voce di Giorgia (che è entrata perfettamente nel mood di Jovanotti) che è salita sempre più su e che nonostante ballasse e saltasse non ha sbagliato una nota. E di certo questa non è una canzone facile da cantare, come del resto tutte le canzoni di Lorenzo!
 
Quanto è bello sentirla cantare le sue ballate, ma quanto è bella vederla anche così scatenata e piena di energia! Non si può non amarla!
 

 
 

Risultati immagini per LEONA LEWIS CALUM SCOTT

@Pupi87 E LEONA LEWIS FT. CALLUM SCOTT - YOU ARE THE REASON

San Valentino si avvicina e io sono una persona schifosamente romantica: perchè non cogliere l'occasione per condividere con voi il legame che mi unisce a questa festa che praticamente tutti snobbano e schifano?

Trovo meraviglioso che esista un giorno totalmente dedicato all'amore e oggi ho scelto un brano che mi è molto a cuore (no pun intended). You are the reason è una canzone di Calum Scott, cantante britannico diventato famoso grazie a Britain's Got Talent in cui Simon Cowell lo fece passare premendo il golden buzzer. Iconica e virale diventò la sua cover di Dancing on my own. Calum nasce e si fa le ossa musicalmente come membro di una coverband dei Maroon 5 e, trovato il successo, nel 2018 rilascia il suo primo album, Only Human, anticipato proprio da You are the reason.

A ridosso di San Valentino dell'anno scorso pubblica una nuova versione del brano con nientepopodimeno che Leona Lewis. Così, per la gioia di Krishoes, possiamo sentire la potente ma al tempo stesso delicata voce di una recente e sublime Leona.

Il pezzo al primo ascolto mi diede un pugno allo stomaco, quando invece vidi il video con la versione in duetto scoppiai a piangere come un disperato e non ascoltai altro per tutta la sera. Era la presentazione del brano al The One Show.

Perchè mi sono subito innamorato di questa canzone? Perchè le voci di Calum e Leona si amalgano splendidamente, cosa non facile dato il registro di Leona, e poi perchè trovo molto presente e visibile la maturazione artistica di questa donna, sempre così composta e sensibile. In questo video, rigorosamente live, viene fuori tutta la perfezione vocale del duetto e l'intensità dell'interpretazione di Leona, che, ancora una volta, canta l'amore.

Già, l'amore. Quella cosa che ci rende tanto felici ma anche tanto disperati. Il testo è chiaro: è una dichiarazione d'amore, quello vero, biunivoco e che rappresenta il motore e la ragione delle nostre vite. La canzone personalmente si può vedere da due punti di vista: il primo è quello in cui per qualche incomprensione due persone hanno visto vacillare il loro rapporto, ma che poi ha visto trionfare l'amore. Perchè quando esiste davvero, è prorompente e vince in tutte le circostanze. Calum scalerebbe tutte le montagne, Leona attraverserebbe qualsiasi mare per stare col suo amato, semplicemente perchè "you are the reason" e nient'altro. Quando c'è il sentimento puro e incondizionato e si teme di perdere quella persona il cuore batte all'impazzata e si perde il sonno, le mani tremano e si vorrebbe tornare indietro nel tempo per riparare ciò che si è rotto. 

La seconda chiave di lettura è molto personale: tre anni fa è terminata la relazione più importante della mia vita e non l'ho ancora superata del tutto. L'anno scorso sono scoppiato a piangere sentendo questo brano perchè mi ha portato indietro nel tempo e fatto ripensare a quando ero davvero felice di poter dire ad una persona che era la mia ragione di vita. Il tempo potrà anche scorrere inesorabile ma ci sono dei sentimenti, IL sentimento, che non può essere mai cancellato. E quindi ad oggi io scalerei qualsiasi montagna e nuoterei attraverso ogni mare solo per stare con quella persona che per me rappresenta tutto, tutti i giorni della mia vita. Non potevo che immedesimarmi così pienamente in un testo di canzone come questo. 

Il 14 sarà il terzo San Valentino di fila in solitaria e fa male. My heart keeps bleeding (quanto è brava Leona a cantare questa parola rofl), I need you now.

 

Immagine correlata

@Rumple E LANA DEL REY FT. THE WEEKEND - LUST FOR LIFE

Nel mio personale cammino di presentazione di Lana Del Rey, tenendo sempre conto delle canzoni che più suscitano in me emozioni e ricordi, sto provando a mostravi, come anche nel repertorio di un’artista che possiede un suo stile così definito, unico, com’è quello di Lana, possa esserci differenziazione.
Questo aspetto, ho cercato di mostrarlo soprattutto nella varietà di sound che ha contraddistinto i vari pezzi fin qui presentati, essi però hanno sempre visto Lana raccontare le sfaccettature o gli aspetti più "dark" dell’animo umano.

Per questo gala, ho deciso di portare una canzone che in un certo qual modo, vede la mia artista finalmente sorridere, così come si mostra nella copertina dell’album in cui è racchiusa questa canzone, e lo fa insieme ad un artista elegante, raffinato, di cui apprezzo davvero molto la sua musica: The Weeknd.
Lust For Life, non è una semplice mid-tempo spiccatamente pop, e contraddistinta da coretti vintage dal sapore nostalgico, è un inno al godersi la vita in ogni suo attimo, ad assaporare l’amore nella sua forma più giovanile, sognante e spensierata. Le voci dei due artisti, sembrano fondersi in una danza sensuale che avviene sull’Hdell’insegna di Hollywood.

In questo brano, Lana sembra concettualmente "distante" da ogni sua precedente produzione, sta esplorando una nuova direzione, lei prova a lasciarsi andare, a ballare, incalzata da The Weeknd, ed è in questo punto che sembra come voler rimarcare la volontà di godersi ogni istante, fino alla fine… "Then, we dance on the H of the Hollywood sign/’Til we run out of breath, gotta dance ’til we die". 

 

Risultati immagini per PASSENGER BIRDY

@NotturnoManto E PASSENGER FT. BIRDY - BEAUTIFUL BIRDS

'Ce l'ho pure il fuoco qua dentro, quindi devo dimostrare che dentro può essere anche una bomba!' (Kateryna MC 7.11)

 

In reiterate occasioni ho esternato il mio desiderio di giungere alla serata duetti, e finalmente eccoci qui! Avrei mal sopportato l’idea di abbandonare la gara senza avervi fatto conoscere una canzone che io reputo celestiale, o, nel caso la conosciate già, quantomeno ciò che ho da dire in merito. Forse qualcuno potrebbe avere sospettato che la canzone che tanto desideravo portare fosse la gradevole versione di Heart’s on fire con Ed Sheeran (i due nel tempo hanno costruito un buon sodalizio, con Passenger che ha aperto diverse volte i concerti di Sheeran, al quale va certamente il merito di avere aiutato l’altro a emergere presso il grande pubblico). Ma la mia scelta è, direi quasi inevitabilmente, caduta su una canzone di altra caratura, di altro spessore, tra le più suggestive e delicate del repertorio del cantautore britannico. Le mie dita fremono nello scriverlo: signore e signori, ecco a voi Beautiful Birds feat. Birdy (da Young as the morning Old as the sea, 2016)!

Per conferire ancora maggiore bellezza a questo ‘piccolo carme’, Passenger ha chiesto aiuto a Birdy, giovane cantautrice e musicista britannica. Metto un attimo le mani avanti premettendo che troverei pretestuose critiche circa l’apporto dell’ospite, nel senso che questo non è il canonico duetto in cui un po’ canta uno, un po’ l’altro cantante e verso la fine cantano all’unisono; qui il focus è sempre concentrato sulla voce di Passenger, che in diversi punti è supportata da quella di Birdy, che quindi non ricopre alcuna parte solista; ed è veramente magico ed emozionante il modo in cui le due voci così dolci si fondono.

Si tratta di una composizione attraversata da una vena teneramente dolceamara, priva di un vero ritornello (o, più esattamente, il ritornello è affidato al solo segmento strumentale), attraverso la quale i due artisti raccontano, per immagini tanto semplici quanto poetiche, l’inizio di una storia d’amore e le difficoltà contro cui essa va a scontrarsi. La particolarità è che i due protagonisti sono, o sono stati in passato, come da titolo, due bellissimi uccelli. L’incipit si colora di toni quasi favolistici, con la rievocazione degli albori della vicenda amorosa (dopo la splendida parentesi del NotturnoRumple heart, torno a proporre i testi in traduzione):

Ricordi quando eravamo due magnifici uccelli?

Avremmo rischiarato il cielo quando eravamo in volo (…)

Affermavi di amare qualsiasi canzone avrei cantato

Come niente di tutto ciò che avevi ascoltato prima (…)

Ricordi quando eravamo due bellissimi uccelli,

avremmo cantato fino a che il mattino non fosse giunto (si noti che a questo punto la delicata voce di Birdy sembra davvero mimare il canto di un uccello, magari quello melodioso di un usignolo).

Improvvisamente qualcosa, senza motivo, interrompe l’idillio, subentra un’ombra nel rapporto, succede e basta, magari perché si chiede all’altra persona un cambiamento che non si adatta alla sua vera natura:

Un giorno mi hai chiesto una canzone diversa, una che non ero in grado di cantare:

la melodia mi è venuta dura e le parole erano tutte sbagliate;

 quelli furono gli ultimi giorni di primavera.

Con la stessa facilità con cui i sentimenti erano sorti, così sembrano declinare

Per costruire un nido abbiamo strappato piume dai nostri petti (…)

Non potevamo sapere che quelle piume si sarebbero trasformate

In una bellissima gabbia.

Una scelta linguistica che trovo significativa è che nel testo originale leggiamo ‘we weren’t to know’, che si differenzia da un meno semanticamente marcato ‘we didn’t know’ in quanto porta con sé l’idea di un qualcosa che è del tutto impossibile da prevedere, e che quindi sancisce l’innocenza dei due protagonisti, nessuno dei quali ha compiuto una azione che abbia messo in crisi la relazione: il che a pensarci bene rende il tutto piuttosto desolato e senza speranza.

A questo punto il testo si interrompe, mentre la musica continua a ‘commentare’ la storia per circa un altro minuto. Non si tratta però di una musica che pone l’accento sulla tristezza, sulla negatività: resta sempre molto dolce, molto ‘angelica’ (personalmente la troverei adatta come soundtrack di certi momenti romantici e languidi della – grandissima - serie televisiva Twin Peaks). È proprio della poetica di Passenger non indulgere eccessivamente, a livello di scrittura musicale, in atmosfere eccessivamente drammatiche: ‘perché cantando il duol si disacerba’, come insegna Petrarca, e le fratture, le lacerazioni, gli strappi vengono superati e sublimati da una scrittura artistica estremamente matura e personale.

 

Risultati immagini per BRITNEY SPEARS MADONNA

@JoJo E BRITNEY SPEARS FT. MADONNA - ME AGAINST THE MUSIC 

Me against the music. "Io contro la musica". Questo è il concept della canzone e mi sembra una bellissima metafora per descrivere il sentimento che provo quando ascolto della musica. Penso che una canzone sia una lotta, una sfida tra il suo messaggio più profondo, quello vero di chi la canta, la sua forza e la sua potenza e quello che se ne si riesce a cogliere. 

La musica è sfogo, è compagnia, è caricarsi prima di qualcosa di importante, è sentirsi stupidi ma va bene comunque perché è divertente. La musica è ciò che mi fa sorridere con le persone a cui voglio bene, sono le dance battle con gli amici sulle tracce più crazy, è ciò che mi fa pensare e ciò che mi fa discutere. La musica mi deve lasciare col senso di "cazzo, voglio riascoltarla perché non ci sono arrivato abbastanza". 

Ho sempre trovato magico questo duetto. E' il 2003, Britney ha 21 anni (!!!) e Madonna ne ha 45. 20 anni di storia della musica pop che si fonde con il nuovo; due voci, due caratteri, due ballerine esplosive che si uniscono alla perfezione in una traccia che è storia. Un ritmo devastante: la voce seducente di Britney e le strofe in cui canta veloce sono il mio climax, Madonna che si inserisce perfettamente in questo dualismo, quasi una rivalità incalzante, tra queste due regine.

La collaborazione nasce così:

al minuto 1.05.

Credo che il loro rapporto sia uno dei più veri e sinceri dell'industria musicale. E' una bellissima eccezione per un mondo come quello. Madonna ha una sorta di spirito materno nei confronti di Britney: la supporta, vuole essere parte di una traccia di quella che veniva definita come una possibile erede, la protegge e la aiuta nei momenti più bui. C'è quest'apparizione di Madonna in un documentario del 2009 di Britney (For the record, in cui vengono mostrati 40 giorni prima dell'uscita dell'album Circus, l'album della rinascita dopo la catastrofe degli anni prima, e in cui Britney racconta e ripercorre i sentimenti più brutti provati negli anni precedenti). E' un'apparizione in cui la purezza del bene che Madonna prova per questa donna esce al 100% (le immagini risalgono ad un'ospitata che Britney fa ad un concerto di Madonna, sulla traccia Human Nature).

sono 4 minuti ma fanno capire tutto.

Piccola postilla per il video che ovviamente è un manifesto. E' tutto ciò per cui sbavo. E' nella mia top5 dei video più belli di sempre. La coreografia (anzi, LE COREOGRAFIE!), che segreto dei segreti ho provato ad imparare più volte con risultati abbastanza catastrofici (scherzo, in realtà sono piuttosto bravo eheh, vedere per credere), è dirompente, magnetica, vorrei proprio che vi fermaste a guardare tutto con attenzione. Il timing delle scene con la musica, l'alchimia tra le due artiste e tutto l'inseguimento. Il richiamo finale all'iconico bacio che ha fatto la storia del pop. E Madonna che sparisce, la musica che vince e non riesce ad essere vinta da Britney. 

Fatevi battere dalla musica. Enjoy

 

Risultati immagini per nelly furtado TIMBALAND

@vike E NELLY FURTADO FT. TIMBALAND - PROMISCUOUS

Per il Gala sui duetti non potevo non proporre Promiscuous, brano che con buona probabilità rappresenta il picco in termini di vendite della carriera dei suoi due interpreti - Nelly Furtado e Timbaland. Non si tratta di un duetto improvvisato, di una collaborazione limitata a un semplice brano: è l'emblema di come due mondi artistici apparentemente distanti possano fondersi e creare qualcosa di memorabile. Ricordiamo infatti che Timbaland ha prodotto gran parte di Loose, l'album di cui Promiscuous è il lead single. Si tratta di uno degli album più venduti e sicuramente ricordati degli anni Duemila, che ha lasciato il segno nella storia della musica pop. Qui Nelly ha voluto mettersi ancora alla prova, stravolgendo la sua immagine e la sua musica per prestarsi a sonorità e "attitude" più mainstream, ma sempre fortemente personali, tanto da distinguerla dalla massa e farle raggiungere le vette delle classifiche di tutto il mondo, oltre a nomination e vittorie di innumerevoli premi e titoli.

Loose è appunto un album "sciolto", libero da inibizioni, che ci mostra un lato di Nelly inedito; lei stessa afferma come sia stata una esperienza artisticamente stimolante, lavorando fianco a fianco con gente del mondo del rap/hip hop e scrivendo con loro pezzi in un flusso libero di beat e parole. Un lavoro mastodontico: Nelly con Timbaland registra più di 40 brani, dei quali poi sceglie i più coerenti con il progetto musicale di Loose.

Parlando del brano in questione, scherzosamente Nelly e Clayton "Attitude", l'altro autore del brano, lo chiamavano 'The BlackBerry Song', visto che il testo potrebbe benissimo essere uno scambio di SMS fra due ragazzi conosciutisi in un club. Non sarà un testo profondo e ispirato come altri della sua produzione, ma sicuramente è un beat che funziona alla grande e risulta naturale. Si dice che durante la scrittura i due stesseri effettivamente flirtando, pertanto sono riusciti a tirar fuori qualcosa di divertente ma realistico. Quindi entra in gioco Timbaland, a dar voce a questo promiscuous boy protagonista del dialogo insieme con Nelly. Ne risulta una combinazione azzeccata, dove le due voci si mescolano in un dialogo, andando fuori dai classici schemi del duetto.
Per il video Nelly ha voluto espressamente che fosse girato in un club, cosa che ancora non aveva mai fatto. Divertenti sono i cameo di alcuni personaggi famosi fra cui Justin Timberlake.

 

Risultati immagini per DOLCENERA PROFESSOR GREEN

@Alex8806 E DOLCENERA FT. PROFESSOR GREEN - VITA SPERICOLATA

La canzone che propongo in questo settimo gala è stata interpretata da Dolcenera nel corso della serata dedicata ai duetti internazionali della 62° edizione del Festival di Sanremo. L'artista che la accompagna è Professor Green, con il quale collaborò per il brano Read all about it. Vi starete chiedendo perchè non ho portato direttamente quest'ultimo piuttosto che una cover lo sò; sono qui, difatti, anche per spiegarvi il motivo di questa scelta. Manu nella sua discografia non ha canzoni cantate con altri artisti e l'unico è quello sopracitato ma, visto che uno degli elementi di giudizio è quello che l'ospite del duetto non deve sovrastare l'artista che sosteniamo, ho deciso di scartarlo perchè fondamentalmente la voce della cantante di Galatina era presente solo nel ritornello. Per la stessa ragione, non ho preso in considerazione le altre collaborazioni non inserite negli album ma eseguite dal vivo (oltre al fatto che Youtube non offre molto materiale in merito). Attenzione però, non vorrei far passare il messaggio che Vita spericolata sia stata scelta per disperazione. Assolutamente no! Appena ho letto il tema di questo gala ho subito pensato a questo duetto perchè quello più "fresco" in mente e che mi dà una carica pazzesca (soprattutto quando le due voci si combinano nel finale "da urlo") ma, da bravo promotore, mi sono comunque messo alla ricerca di altri duetti che magari mi ero perso per strada o migliori di questo. Detto ciò, vi lascio godere l'esibizione sperando che vi susciti le stesse sensazioni che la stessa provoca nel sottoscritto, ossia la libertà di poter vivere come vuole (sempre, ovviamente, nel pieno rispetto degli altri).

P.s. Mi è capitato di usare e far sentire questa versione ad alcuni miei pazienti con l'intento di spronarli a liberarsi di tutta quella rabbia che non riuscivano a esprimere in alcun modo (se non attraverso sintomi psicosomatici) e devo dire che ha funzionato 

alessandrino

Utente 4xP
Utente
Forum Posts: 4431
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOnlineSmall Online
902
10 febbraio, 2019 - 20:50
sp_Permalink sp_Print

Il pubblico e gli ex concorrenti potranno inviarmi, in privato, la propria top 3, entro le 18:00 di domani partystesso orario per commenti e classifiche di prof e giudici

Risultati immagini per votate gif

NotturnoManto

Fan di Guido (MasterChef 8)
Utente
Forum Posts: 168
Member Since:
7 ottobre, 2018
sp_UserOfflineSmall Offline
903
10 febbraio, 2019 - 21:06
sp_Permalink sp_Print

Finalmente è arrivato il momento plsnotplsnot sono feliceeeeeeeee  heartheartheart

JoJo

Utente 4xP
Utente
Forum Posts: 4551
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
904
10 febbraio, 2019 - 21:16
sp_Permalink sp_Print

Il primo video che ho messo nella presentazione va guardato da 1.55 e non 1.05

E i giorni raccontati nel documentario che cito sono 60 e non 40

Lol scusate l'ho scritta stamattina, è pur sempre domenica 

xello
Napoli

Game Ranking Winner 2017/2018

Fan di Luca Vismara (Isola 14)
Utente
Forum Posts: 14015
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
905
10 febbraio, 2019 - 23:09
sp_Permalink sp_Print

GIORGIA: Ho apprezzato la scelta di mostrare una Giorgia più spensierata e grintosa. Il pezzo in sé non mi fa impazzire ma il duetto è riuscito. C’è da dire che Jovanotti sul palco e in pezzi del genere la sovrasta però.

LEONA LEWIS: Perché vuoi far male ad altri romanticoni e/o single come te? Duetto dal forte impatto emotivo, l’incontro di due timbri stupendi. Atmosfera pazzesca!

LANA DEL REY: L’incontro di due timbri e modi di cantare particolarissimi. L’atmosfera che ne scaturisce è tipo magica, avvolgente. Pezzo che ti rapisce.

PASSENGER: Pezzo dalla forte carica emotiva, in cui però (come ammetti stesso tu Notturno) l’apporto di Birdy è (purtroppo) abbastanza marginale. Laddove le due voci si incontrano la magia si crea. Peccato sia molto limitato questo incontro.

BRITNEY SPEARS: Le regine del pop (prima dell’avvento di Gaga) si incontrano e danno vita ad un pezzo super pop in cui mettono in gioco tutti gli elementi caratteristici del genere. Duetto bomba.

NELLY FURTADO: La Furtado puttan pop che ancora mancava al contest. Nelly dimostra qui la sua versatilità e la capacità di essere adatta a più generi e mondi musicali. Pezzo che funziona!

DOLCENERA: Come unire le straordinarie capacità interpretative di Dolcenera con il rap straniero. Sicuramente un esperimento particolare (considerando pure dove è avvenuto e in quale contesto temporale). Un botta e risposta interessante.

Teolino

Utente 2xDIAMANTE
Utente
Forum Posts: 21456
Member Since:
2 marzo, 2014
sp_UserOfflineSmall Offline
906
10 febbraio, 2019 - 23:19
sp_Permalink sp_Print

Xello sul fatto che il brano non ti piaccia non ho nulla da dire, ma sul fatto che Jovanotti in questo duetto sovrasti Giorgia non sono affatto d’accordo, ma proprio per niente...

NotturnoManto

Fan di Guido (MasterChef 8)
Utente
Forum Posts: 168
Member Since:
7 ottobre, 2018
sp_UserOfflineSmall Offline
907
10 febbraio, 2019 - 23:28
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

xello ha detto

PASSENGER: Pezzo dalla forte carica emotiva, in cui però (come ammetti stesso tu Notturno) l’apporto di Birdy è (purtroppo) abbastanza marginale. Laddove le due voci si incontrano la magia si crea. Peccato sia molto limitato questo incontro.

 

No. Io non ho ammesso che l'apporto sia marginale, ho semmai messo in evidenza la peculiarità di questo duetto rispetto ad altri. L'impressione che Birdy sia marginale può nascere dal fatto che il testo sia piuttosto breve (finiscono di cantare a circa due minuti e 30 secondi), ma almeno metà del testo è cantato insieme. A me non interessa stare a scegliere quale pezzo portare sulla base del minutaggio, l'incontro delle voci crea qualcosa di sublime che eleva il pezzo... potete andare su Spotify e ascoltare la versione solo e acustica del pezzo, non posso credere che qualcuno possa asserire che sia la stessa cosa!

Teolino

Utente 2xDIAMANTE
Utente
Forum Posts: 21456
Member Since:
2 marzo, 2014
sp_UserOfflineSmall Offline
908
10 febbraio, 2019 - 23:33
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

NotturnoManto ha detto

xello ha detto

PASSENGER: Pezzo dalla forte carica emotiva, in cui però (come ammetti stesso tu Notturno) l’apporto di Birdy è (purtroppo) abbastanza marginale. Laddove le due voci si incontrano la magia si crea. Peccato sia molto limitato questo incontro.

 

No. Io non ho ammesso che l'apporto sia marginale, ho semmai messo in evidenza la peculiarità di questo duetto rispetto ad altri. L'impressione che Birdy sia marginale può nascere dal fatto che il testo sia piuttosto breve (finiscono di cantare a circa due minuti e 30 secondi), ma almeno metà del testo è cantato insieme. A me non interessa stare a scegliere quale pezzo portare sulla base del minutaggio, l'incontro delle voci crea qualcosa di sublime che eleva il pezzo... potere andare su Spotify e ascoltare la versione solo e acustica del pezzo, non posso credere che qualcuno possa asserire che sia la stessa cosa!  

Notturno per quanto possa valere, io trovo bellissimo questo duetto! L’ho ascoltato per la prima volta e per me l’incontro fra le voci di Birdy e Passenger è pazzescoheart

alessandrino

Utente 4xP
Utente
Forum Posts: 4431
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOnlineSmall Online
909
11 febbraio, 2019 - 9:54
sp_Permalink sp_Print

Giorgia: finalmente un lato di Giorgia diverso! Lato in cui, per altro, si trova molto a suo agio. Ho apprezzato molto la performance live, penso che sia forse la migliore a livello di resa vocale, e non era scontato, vista la tipologia di canzone e visto il muoversi continuo sul palco. Interazione buona con Jovanotti e allo stesso tempo non scompare all'interno del duetto. 

Leona Lewis: canzone molto bella, che si cala perfettamente nello stile di Leona Lewis, tanto da sembrare un suo brano. Bella la combinazione delle voci e Leona riesce a ritagliarsi il suo spazio anche se il brano non è originariamente suo. Tuttavia è come se mi mancasse qualcosa... Non mi ha impressionato come nel caso di Run o di Broken, sento che non mi è arrivata del tutto questa performance. Non so se è per la scelta del live o cosa, ma mi ha coinvolto meno di altre.

Lana Del Rey: Another Day, Another Lana. Devo ammettere che non pensavo fosse un'artista così poliedrica. Nonostante in tutti i suoi brani si percepisca perfettamente il suo stile, in ognuno di quelli proposti fino a questo momento c'è sempre stato qualcosa che lo ha differenziato dai precedenti. Penso che le voci dei due cantanti si combinino alla perfezione e che siano calate perfettamente all'interno delle atmosfere del brano. La canzone ha un che di ipnotizzante e anche questa volta Lana è riuscita a trasportarmi nel suo mondo onirico, dove the Weekend da un bell'apporto. Inoltre, nonostante non sia una brano prettamente "allegro" sono riuscito a percepire la positività di fondo grazie all'interpretazione che ne da Lana.

Passenger: innanzitutto io amo Birdy heart mi fa sempre piacere scoprire canzoni in cui lei è coinvolta. In questo caso specifico, la sua voce con quella di Passenger si combina alla perfezione e i due riescono a regalarci un duetto, forse poco convenzionale, ma in cui le armonie sono realizzate perfettamente e le voci combinate tra loro restituiscono all'orecchio un risultato molto piacevole. So che farò il rompiscatole adesso, però mi è mancato qualcosa in questa performance. Sarà forse per l'assenza di un ritornello cantato, però arrivato fino alla fine mi ha lasciato con un senso di incompletezza che non mi ha fatto apprezzare fino in fondo il brano proposto.

Britney Spears: il DUETTO di Britney! Questa performance penso sia quella che mi ha fatto innamorare definitivamente di questa artista, vuoi per l'iconicitá del video, vuoi per la presenza di Madonna, vuoi per l'arrangiamento trascinante, è stato sicuramente una delle colonne sonore della mia adolescenza. Ricordo ancora che aspettavo tutti i sabati Top of The Pops per poter rivedere la performance registrata di Britney su questa canzone. Madonna si mette totalmente a servizio della canzone e non oscura Britney, che rimane la protagonista del brano. La combinazione delle voci restituisce un mix omogeneo e perfettamente Pop ed è accompagnato da un arrangiamento più strong e forse piú dark rispetto a tutto ció che Britney aveva proposto fino a quel momento e che nella cornice del brano funziona perfettamente.

Nelly Furtado: cosí come nel caso di Lana, anche di Nelly abbiamo conosciuto i diversi lati della sua carriera durante tutti questi Gala. Risulta credibilissima in tutto quello che fa,  anche in un brano del genere, un duetto poco convenzionale, dove la maggior parte del brano è caratterizzata da una sorta di slow rap, una "conversazione" tra lei e Timbaland, relegando il cantato solo al ritornello. Altro brano a cui sono molto legato, e che nonostante non sia una canzone prettamente "emozionante" mi coinvolge ogni volta. È uno di quei brani, grazie al tipo di Sound, che ti fa muovere e ballare anche se non vuoi. Un duetto diverso ma che funziona, dove i due artisti si dividono la scena a metà, completandosi a vicenda.

Dolcenera: devo essere sincero, quando ho visto vita spericolata ci sono rimasto malissimo plsnotpensavo che il Gala dei duetti sarebbe stato il momento delle cover trap di Manuela e in particolare della cover di Cupido, cantata appunto in duetto con The Andrè. Messi da parte i miei sogni infranti, mi sono approcciato all'ascolto di Vita Spericolata e devo dire che mi sono ricreduto. È riuscita a fare il brano proprio, cosa non semplice dato che è così rappresentativo della carriera di Vasco Rossi, ma grazie ad un'interpretazione viscerale e una vocalità graffiante, è stata in grado di farmi piacere un brano che detesto. L'ingresso di Professor Green è stato un colpo al cuore! Molto d'effetto, la rabbia che ne viene fuori dal suo rap si sposa perfettamente con il clima della canzone e la conclusione del brano in cui gli artisti si incontrano, nonostante facciano due cose diverse in due lingue diverse, funziona.

Vi ricordo di pensare già al brano per un eventuale ballottaggio che vi ricordo, aprirò già stasera! Se lo avete pronto, potete già inviarmelo.

I brani per il prossimo Gala (My Most successfull hit e Non singolo) dovranno essere consegnati entro domani, così recuperiamo e cerchiamo di finire prima di giorno 20! Potete tranquillamente fare un'unica presentazione che integri entrambi i brani.party

JoJo

Utente 4xP
Utente
Forum Posts: 4551
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
910
11 febbraio, 2019 - 10:56
sp_Permalink sp_Print

A che ora la consegna per domani?

Troppi brani a cui pensare lol

alessandrino

Utente 4xP
Utente
Forum Posts: 4431
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOnlineSmall Online
911
11 febbraio, 2019 - 10:58
sp_Permalink sp_Print

JoJo ha detto
A che ora la consegna per domani?

Troppi brani a cui pensare lol  

Alle 19:00 roflprometto che dopo questo tour de Force vi lascio respirare catecaselli

vike

Fan di Loretta (MasterChef 8)
Utente
Forum Posts: 6070
Member Since:
12 febbraio, 2015
sp_UserOfflineSmall Offline
912
11 febbraio, 2019 - 11:08
sp_Permalink sp_Print

Ma My most successful hit deve essere per forza IL brano più venduto/premiato ecc ecc o basta che sia una delle hit più famose e conosciute dell'artista? 

Heads up all the way
Cause it's too late to be afraid
There's no time to rest
I wanna go and see what's next

alessandrino

Utente 4xP
Utente
Forum Posts: 4431
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOnlineSmall Online
913
11 febbraio, 2019 - 11:19
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

vike ha detto
Ma My most successful hit deve essere per forza IL brano più venduto/premiato ecc ecc o basta che sia una delle hit più famose e conosciute dell'artista?   

Vanno bene entrambe le soluzioni, l'importante che sia rappresentativo del vostro artista; dunque un brano conosciuto, che sia subito individuabile come uno dei suoi piú grandi successi. Ovviamente con le vostre parole ci aiuterete a capire come mai si quella la most successfull hit, secondo il vostro parere.

Ovviamente non potrete rigiocare brani giá giocati in precedenza, quindi se pensate di aver già usato alcune delle Hit del vostro artista, attingete a quelle che vi sono rimaste.

Edit. un'altra cosa, che non so se avevo specificato: dovrete proporre brani originali del vostro artista, niente cover. Valgono duetti, brani live o incisi

vike

Fan di Loretta (MasterChef 8)
Utente
Forum Posts: 6070
Member Since:
12 febbraio, 2015
sp_UserOfflineSmall Offline
914
11 febbraio, 2019 - 11:33
sp_Permalink sp_Print

Tutto chiaro, grazie hug

Heads up all the way
Cause it's too late to be afraid
There's no time to rest
I wanna go and see what's next

Pupi87

Utente 6xP
Utente
Forum Posts: 6160
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
915
11 febbraio, 2019 - 12:31
sp_Permalink sp_Print

Se Vike non mi porta All Good Things, Say it right o Broken strings

NfFfwm5.gif

Targaryen

Utente 3xP
Utente
Forum Posts: 3820
Member Since:
26 ottobre, 2017
sp_UserOnlineSmall Online
916
11 febbraio, 2019 - 13:12
sp_Permalink sp_Print

Giorgia: Duetto che come detto ci presenta un lato di Giorgia diverso dal solito, ma che comunque me l'ha fatta apprezzare appieno. Non penso che questo duetto abbia fatto passare Giorgia in secondo piano, piuttosto ho trovato una buona alchimia con Jovanotti.

Leona: Come sempre una Leona perfetta vocalmente e la canzone è molto bella e molto adatta a lei. Forse rispetto ad altre esibizioni di Leona che abbiamo visto in questo gioco la vedo come una scelta leggermente meno forte, ma rimane comunque un esibizione di altissimo livello.

Lana: Altra scelta diversa dalla altre che avevi fatto in precedenza, e altra scelta azzeccata. Pezzo che basa la sua forza nell'atmosfera che riesce a creare che ha un qualcosa di magico. Devo dire che Lana mi sta sorprendendo in positivo sempre di più nel corso di questo gioco.

Passenger: Bellissima canzone che 2 voci che stanno insieme molto bene. Forse come detto dal mio collega, il fatto che l'apporto di Birdy sia abbastanza marginale ha leggermente penalizzato il tutto, resta una scelta piuttosto valida, però forse nel percorso di Passenger ci sono state scelte che mi hanno stupito maggiormente.

Britney: Il duetto per eccellenza, e non poteva essere diversamente visto che le protagoniste sono le regine del pop. In questa canzone Britney riesce ad emergere totalmente e Madonna si mette perfettamente al suo servizio senza farla passare mai in secondo piano.

Nelly: Altra scelta diversa dalle altre, in questo tuo percorso con Nelly, che definirei originale ma sempre molto azzeccato. Un brano che mostra ancora una volta come Nelly riesca a muoversi perfettamente in più mondi musicali, riuscendo a cavarsela egregiamente in molti di essi. Il classico brano che ogni volta che lo senti ti fa venire voglia di ballarlo.

Dolcenera: La scelta della canzone mi ha stupito, perché sicuramente non era quella che mi aspettavo. Manuela riesce, con la sua innata dote nell'interpretazione, a fare suo il pezzo. Duetto molto particolare, con l'incontro tra 2 mondi molto diversi che mi ha colpito molto e che ho trovato piuttosto riuscito.

NotturnoManto

Fan di Guido (MasterChef 8)
Utente
Forum Posts: 168
Member Since:
7 ottobre, 2018
sp_UserOfflineSmall Offline
917
11 febbraio, 2019 - 13:26
sp_Permalink sp_Print

Pupi87 ha detto
Se Vike non mi porta All Good Things, Say it right o Broken strings Try

Fixed kiss

vike

Fan di Loretta (MasterChef 8)
Utente
Forum Posts: 6070
Member Since:
12 febbraio, 2015
sp_UserOfflineSmall Offline
918
11 febbraio, 2019 - 14:20
sp_Permalink sp_Print

NotturnoManto ha detto

Pupi87 ha detto
Se Vike non mi porta All Good Things, Say it right o Broken strings Try

Fixed kiss  

Diamo tempo al tempo rolleyes

hugheart

Heads up all the way
Cause it's too late to be afraid
There's no time to rest
I wanna go and see what's next

Edre

Utente PLATINO
Utente
Forum Posts: 1508
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
919
11 febbraio, 2019 - 17:42
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

Giorgia: Mi piace il fatto che sia una scelta inaspettata e diversa per il percorso di Giorgia, anche se sempre sul filone dei suoi brani più di successo, cosa che non mi fa impazzire alla luce dei percorsi che stanno creando gli altri concorrenti. La cover è molto divertente, c'è alchimia tra i duettanti e la voce di Giorgia risalta su quella di Jovanotti (o sull'assenza di quella di Jovanotti). Nel complesso un buon lavoro, anche se (so di ripetermi), a questo punto della gara speravo di vedere almeno una scelta meno nota (anche perché il prossimo live si basa su quello) per una mia deformazione personale, ossia il fatto di apprezzare tutta la discografia del mio cantante preferito e non solo i singoli di successo.

Leona Lewis: Una scelta che mi ha colpito e che ho apprezzato. La scelta di portare un live per me ha pagato, così come quella di portare nello specifico questa performance. Le voci di Calum e Leona si uniscono alla perfezione, e nella maggior parte del brano riescono entrambi a contenerle in modo da non oscurarsi a vicenda (e per quanto sono forti le loro voci, era un pericolo che si poteva correre realmente). Mi spiace solo per quell'acuto finale, non tanto per la mia presunta avversione verso gli acuti (che in realtà è più un'avversione verso l'acuto immotivato e "showy", in questo caso per chiudere il brano era corretto), ma per il fatto che l'ho trovato leggermente calante. Nel complesso, però, è un duetto che mi è piaciuto molto.

Lana Del Rey: Altra bella scelta che conferma il percorso variegato di Lana, che pur non avendo una direzione precisa, sta presentando delle sfumature sempre diverse di questa originale cantante. Il brano è molto piacevole, lo conoscevo e lo apprezzo molto, le voci di Lana e The Weekend si sposano in maniera particolare, con lei che fa la parte bassa, cosa molto originale per una donna. L'unico dubbio resta il fatto di non aver ascoltato, ad oggi, un suo live, cosa che in una manche simile sarebbe stata adatta per differenziare un po' le scelte.

Passenger: Comprendo le critiche che sono state mosse in precedenza, e le condivido in parte. Ciò che a me fa apprezzare un duetto è il modo in cui le voci riescono ad incrociarsi e andare avanti creando una nuova atmosfera. Questo brano riesce a unire l'anima di Passenger e quella di Birdy e le loro voci insieme rendono tutto molto piacevole da ascoltare. È una scelta di minore impatto rispetto ad altre, ma nella sua semplicità può anche risaltare. Resta il fatto che Birdy non sia eccessivamente presente e alle volte risulti simile più a un coro che a un duetto, però allo stesso tempo si sente il suo tocco nel brano, ed è una cosa positiva.

Britney Spears: Una collaborazione a dir poco iconica, che riporta indietro a quegli anni in cui le popstar erano veramente qualcosa di assurdo in importanza nella musica mondiale. Musicalmente è una canzone appartenente a quegli anni, può piacere come no, e personalmente non amo quel tipo di sonorità, però si tratta sempre di un'ottima scelta ben raccontata e molto, molto corretta. 

Nelly Furtado: Una canzone che avevo completamente rimosso, ma riascoltandola mi ha riportato a quegli anni. È una canzone che si inserisce perfettamente nelle collaborazioni pop/rap che andavano per la maggiore nella metà degli anni 2000, ma che in generale non si discosta molto in originalità da quel filone lì. Può anche darsi che questa sensazione sia dovuta alla poliedricità di Nelly, ma in generale non mi ha entusiasmato del tutto rispetto ad altri brani in gara perché non ho sentito un apporto artistico personale.

Dolcenera: Al solito, una bellissima interpretazione da parte di Dolcenera, mi piace questo lato molto "incazzato" che fa trasparire mentre canta alcuni brani (anche se al contempo sto trovando un po' di ripetitività nelle scelte di questo tipo). L'apporto di Professor Green al brano è interessante, si inserisce in un modo inedito, anche se la vedo più come una comparsa finale rispetto a un duettante vero e proprio, non essendo davvero presente un'intersezione vocale tra i due, avrei preferito ascoltarlo da prima nel brano.

Alessandra92
milano

Utente 2xP
Utente
Forum Posts: 2558
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
920
11 febbraio, 2019 - 17:51
sp_Permalink sp_Print

Giorgia: brava, hai portato un brano per niente scontato o acchiappa-voti. Adoro il testo di questo brano nel quale, nel lontano 2012, mi immedesimavo parecchio. Giorgia sempre credibile anche nell'interpretare tormentoni.

Leona: non nego che una parte del mio cuore sperava che tu schierassi Inaspettata. Ma la Leona strappalacrime è sempre vincente. Anche in questo brano è facile immedesimarsi, chi non ha vissuto una situazione così? Mi piace tanto la sua delicatezza.

Lana: anche in questo brano si conferma la regina della sensualità. Eterea e sognante. 

Passenger: mi ha emozionato anche solo leggere la traduzione di questo brano. Birdy è un meraviglioso valore aggiunto. Capisco come mai eri così agguerrito per arrivare fin quì, dovevamo davvero conoscere questa perla.

Britney: questa sicuramente è stata la scelta più prevedibile, ma obiettivamente chi se ne frega quando il risultato è IL duetto più memorabile degli anni Zero (musicalmente i più indimenticabili) che coinvolge le due regine del pop? 

Nelly: ribadisco, questi anni sono stati i migliori, come si fa a non provare nostalgia e voglia di ballare? Bravo per aver scelto di presentarci, in linea con la puntata scorsa, ancora questo volto di Nelly.

Dolcenera: nel 2012 vivevo a Milano senza televisione né connessione internet e quindi mi ero persa quest'esibizione. La carica di Dolcenera rende personale anche questo brano trito e ritrito. Onestamente però speravo in qualcosa di più peculiare per lei, avrei scelto la sua versione di "Stelle di stelle" con Baglioni (anche se forse siamo tutti saturi di Claudione ultimamente rofl)

Krishoes
is currently browsing this topic
Sophia
is currently browsing this topic
Casadelvino
is currently browsing this topic
Forum Timezone: Europe/Rome

Most Users Ever Online: 2564

Currently Online: pazzoreality, Talpaluke87, Niro, EvilxElf, kiko13, alessandrino, BertoBarto, ouro, Alby, guardian22, amers, Asp, undri, Krishoes, chanel, Juventino95, SabriS, matt2941, Sophia, Targaryen, KassaD1, Casadelvino, melrose., François, edorf, Massiveattack, Maago, Nonparlarealconducente, kairos03
234 Guest(s)

Currently Browsing this Page: Krishoes, Sophia, Casadelvino
5 Guest(s)

Members Birthdays
sp_BirthdayIcon
Today: None
Upcoming: None

Top Posters:

Teolino: 21456

pesca: 17473

Olimpico85: 16036

xello: 14015

Stefy87: 13815

Newest Members:

RickHGT

Angela

Jade22

martinaprincess

Gigli

Forum Stats:

Groups: 6

Forums: 106

Topics: 12903

Posts: 691278

 

Member Stats:

Guest Posters: 6

Members: 14732

Moderators: 9

Admins: 4

Administrators: RealityHouse, Alex87, pazzoreality, mariomatt

Moderators: sadida83, EvilxElf, Fob92, BertoBarto, latinista93, amers, ge_aldrig_upp, smiley, Capo Horn

    

Reality House non rappresenta una testata e non è affiliato né collegato ai produttori, reti e programmi televisivi che sono oggetto di discussione sulle sue pagine.

Tutti i marchi, loghi e immagini utilizzati su Reality House sono protetti da copyright dei rispettivi proprietari. Se ritieni che un contenuto debba essere rimosso, ti preghiamo di contattarci.

© 2004-2018 Reality House

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account