Please consider registering
Guest

Search

— Forum Scope —




— Match —





— Forum Options —





Minimum search word length is 3 characters - maximum search word length is 84 characters

Register Lost password?
sp_Feed sp_TopicIcon
Marco Mengoni - Marco Negli Stadi
Capo Horn
Dovunque
Moderatore

Moderatore Junior
Forum Posts: 6870
Member Since:
28 novembre, 2015
sp_UserOfflineSmall Offline
1
16 giugno, 2021 - 12:19
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

Ebbene si, il primo ex talent che tenterà gli stadi è qui tra noi.

Per ora annunciate le prime due date:

18 - 06 -2022 allo stadio San Siro di Milano

22 -06 - 2022 allo stadio Olimpico di Roma

Biglietti disponibili da Giovedi 17 alle 10:00

 

https://www.instagram.com/p/CQLUvq_IYxu/?utm_source=ig_web_copy_link

ale94
Utente PLATINO

Utente
Forum Posts: 1131
Member Since:
10 marzo, 2017
sp_UserOfflineSmall Offline
2
16 giugno, 2021 - 12:23
sp_Permalink sp_Print

Bravo Marco vai e conquista gli stadi clap2clap2

Che bello vedere come sempre più artisti "vincano la paura" e provino a fare gli stadi. Un po' più triste considerare invece come siano tutti artisti maschili, l'unica che fa gli stadi in Italia è Laura. Speriamo che anche le donne possano presto riuscirci (magari in joint venture, tipo Emma-Alessandra?) 

misni
Utente

Utenti -2
Forum Posts: 399
Member Since:
4 ottobre, 2019
sp_UserOfflineSmall Offline
3
16 giugno, 2021 - 12:41
sp_Permalink sp_Print

Se lo merita!!!

misni
Utente

Utenti -2
Forum Posts: 399
Member Since:
4 ottobre, 2019
sp_UserOfflineSmall Offline
4
10 giugno, 2022 - 21:12
sp_Permalink sp_Print

Annunciati Madame e Gazzelle nella tappa romana!

GuSpe
Utente 5xP

Utente
Forum Posts: 5041
Member Since:
11 novembre, 2015
sp_UserOfflineSmall Offline
5
20 giugno, 2022 - 13:51
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

Sono di ritorno da Milano e che dire, una bomba letteralmente.

Ho adorato che nello spazio più grande in cui si sia esibito ha tolto invece di aggiungere. Uno spettacolo veramente di livello.

Concordo con la recensione di Sibilla su Rockol.

Poi butto giù due righe quando metabolizzo bene, dico solo che ne ho visti di concerti a San Siro, alcuni anche sold out come quello di Marco, ma lo stadio venire giù così poche volte 

 

Image Enlarger

GuSpe
Utente 5xP

Utente
Forum Posts: 5041
Member Since:
11 novembre, 2015
sp_UserOfflineSmall Offline
6
20 giugno, 2022 - 17:11
sp_Permalink sp_Print

 

In effetti come ho detto lo stadio veniva letteralmente giù. Che bella questa dichiarazione di Linus.

La cosa che mi ha colpito è lo studio sottile che c'è stato. Proprio nel tempio dei super spettacoli con effetti speciali, lui è andato per sottrazione. Non scenografie esagerate, anche se molto belle, eleganti. Tanto studio musicale

 

Sibilla su Rockol dice:

Gli schermi a lato del palco inquadrano Marco Mengoni: ha le lacrime agli occhi, è sopraffatto dall’emozione di essere al centro di uno stadio pieno. Ha appena finito di cantare “Cambia un uomo”, la prima canzone del suo debutto a San Siro, entrando dal fondo del prato e passando tra due ali di pubblico. Giusto il tempo di riprendersi e canta “Credo negli esseri umani che hanno il coraggio di essere umani”. Umano, troppo umano, come diceva il filosofo: vale per lui e per il suo pubblico, che accoglie ogni sua mossa con cori e urla....
Un album teoricamente poco “da stadio”, con suoni più da club più che da uno spazio con 54mila persone (sold out). “Mettere sul palco 13 anni di vita non è semplice come non era facile portare in uno stadio l’atmosfera dell’ultimo disco. Per questo ho diviso lo show in blocchi con sound diverso”.

...

Uno show in 4 parti

Lo spettacolo è diviso appunto in quattro parti: una partenza “calda” (e non solo per i 35 gradi milanesi…) che culmina nell’ultimo singolo “No stress”.

 

Quest’ultima anticipa Il secondo blocco, quello più legato all’idea di club: prima in versione da ballare, poi con un suono più classico e soul, con tanto di presentatori vintage sugli schermi (interpretati dallo stesso Mengoni), che introducono la band di 14 elementi diretta Giovanni Pallotti. Da segnalare, nella parte più danzereccia di questa sezione dello show, il recupero di “Psycho Killer”: parte elettronica, poi accelera richiamando le origini punk del pezzo dei Talking Heads (a X Factor la scelta di Morgan di questo brano fu uno dei momenti di svolta del suo percorso). Per le canzoni più classiche, c’è una spettacolare e soul “Proteggiti da me”, con il suono di fiati e vocalist in primo piano. .

Il terzo atto si apre con un monologo sull’importanza delle parole: Mengoni emerge da un cubo illuminato in mezzo allo stadio per “Sai che”, “Hola” (cantata a squarciagola da tutto lo stadio), per poi essere sollevato dal cubo per “Ti ho voluto bene veramente” e “Guerriero”. La quarte parte sono i bis, da “Ma stasera” a “Pronto a correre” e “Io ti aspetto”, con un epilogo con la finale e augurale “buona vita”: “Vi auguro che la vostra passione vi porti a provare le emozioni che provo io questa sera, grazie ”, dice in un altro monologo al suo pubblico, ancora con le lacrime agli occhi. 

Lo show

Il risultato è uno show di gran livello, anche e soprattutto per la produzione - opera dei Black Skull Creative, i londinesi Dan Shipton, Ross Nicholson, Jay Revell, Paul Gardner (al primo lavoro in Italia  dopo avere collaborato con Dua Lipa, Elton John, Ellie Goulding). “Non lo conoscevamo, abbiamo scoperto un artista pazzesco, con una grande umanità”, hanno raccontato nel pomeriggio. “L’idea dello show è di unire in circolo tutti quanti”, dicono del palco, dominato da un arco con un grande cerchio mobile illuminato al suo interno dalle luci di Jordan Babev.
La parte visual alterna riprese dello show con clip che illustrano le canzoni: a dirigere le camere c’è Cristian Biondani, già regista del recente Eurovision.

 

Per lo show è stato utilizzato il CuePilot, il software di regia introdotto proprio da Eurovision e  finora usato solo in TV, che trasforma la performance in un videoclip dal vivo. L’impatto complessivo è davvero notevole e valorizza il suono della band e soprattutto la voce di Mengoni.

Buona la prima, insomma: recuperato il recente infortunio al ginocchio, superata l’emozione iniziale (che a San Siro colpisce anche i più navigati), Mengoni ha fatto suo un palco tutt’altro che semplice.

Alicandri su Sorrisi:

E' successo davvero. Questa frase che si è tradotta in un’emozione di stupore, vibrava forte tra gli spalti di San Siro nella data di debutto del primo concerto negli stadi di Marco Mengoni. Partiamo da questo: ha pianto fin dalla prima canzone e forse si era pure ripromesso di non piangere, ma la verità è che in questa serata del 19 giugno 2022, hanno pianto un po’ tutti. Per le canzoni, certo, ma soprattutto per il risultato ottenuto, Insieme, in una carriera dove il successo non si è mai dato per scontato e se sei fatto così, dopo due anni, sei mesi e un giorno senza esibirsi dal vivo, di dubbi e punti interrogativi sul futuro non puoi che averne molti.

 

La risposta? Durante i primi due brani del concerto, “Cambia un uomo” e “Esseri umani”, il pubblico di uno stadio completamente pieno ha cantato così forte da ovattare le orecchie, forte come se non aspettasse altro nella vita. O come se aspettasse quell’esatto momento da 13 anni. Ecco la risposta. 

 

Ci sono cose che si possono fare solo negli stadi e queste cose Marco Mengoni ha deciso di farle tutte. Ha disegnato palco eccezionale ispirato ai varietà degli anni 70, portato una band di quattordici elementi, luci lussuose, una regia e una qualità delle riprese incredibile, tanti cambi d’abito, ballerini, fuochi, botti, filamenti e coriandoli. Ogni cosa era però al suo posto, ordinata, coerente, incantevole. Ma poi alla fine è lui che ha fatto il resto che poi è l'unica cosa che conta, ovvero cantare di brutto. Senza risparmiarsi, ripercorrendo la sua vita musicale, che conosce tante fasi ma dove niente sembra slegato, come in una saga letteraria dove alla fine tutto trova il suo senso.

Da “Parole in circolo”, il concerto è letteralmente decollato lasciando in più occasioni a bocca aperta. Non tutti i concerti a San Siro sono belli solo perché sono in uno stadio e quello di Marco Mengoni però è stato un evento incredibile. I suoi brani in quel contesto suonavano benissimo, le diverse atmosfere musicali, più rock o più soul, sono state tutte accolte con entusiasmo. È stato bello perché è stato un concerto liberatorio sotto almeno due punti di vista: quello del pubblico, che è tornato a sentirsi vivo e quello personale dell’artista, che ha mostrato tutto sé stesso lasciando a casa le paure, le più abili creatrici di maschere. 

In un momento indimenticabile del live, si è tirato i pizzicotti, gli schiaffi, si è grattato un braccio tentando di svegliarsi dal sogno. Ha poi messo le braccia dietro la schiena, il gesto di chi non ha bisogno di difendersi. Mentre si guardava attorno con le lacrime agli occhi, il pubblico non avrebbe mai smesso di applaudire. Il pubblico di Marco non ha solo sostenuto negli anni il suo artista preferito, ma ha capito prima di lui quanto lontano potesse arrivare, proteggendolo nel mentre.

 

Lui ormai non ha più paura di nulla, padronissimo lo è sempre stato per carità ma si è mangiato un palco che comunque non è semplice.

GuSpe
Utente 5xP

Utente
Forum Posts: 5041
Member Since:
11 novembre, 2015
sp_UserOfflineSmall Offline
7
20 giugno, 2022 - 17:40
sp_Permalink sp_Print

Un po' di titoli della rassegna stampa, così se uno vuole se lo recupera

mengoni1.jpg

GuSpe
Utente 5xP

Utente
Forum Posts: 5041
Member Since:
11 novembre, 2015
sp_UserOfflineSmall Offline
8
23 giugno, 2022 - 11:42
sp_Permalink sp_Print

Ieri c'è stato l'Olimpico, che bomba mamma mia!

C'erano diversi amici a vederlo fra cui Emma 

 

Forum Timezone: Europe/Rome

Most Users Ever Online: 2564

Currently Online: mariomatt, Thomas, CarpeDiem
102 Guest(s)

Currently Browsing this Page:
1 Guest(s)

Members Birthdays
sp_BirthdayIcon
Today: None
Upcoming: Kteis

Top Posters:

Olimpico85: 37551

pesca: 28502

pazzoreality: 24094

xello: 24031

Teolino: 22694

Newest Members:

isha sharma

Heiko Ritter

lisaa

Anna

Matty Aut

Forum Stats:

Groups: 6

Forums: 163

Topics: 23173

Posts: 1220661

 

Member Stats:

Guest Posters: 7

Members: 20080

Moderators: 10

Admins: 3

Administrators: RealityHouse, Alex87, mariomatt

Moderators: sadida83, EvilxElf, Fob92, BertoBarto, Latinista, Alby, amers, Edre, monechiapi, Capo Horn

    

Reality House non rappresenta una testata e non è affiliato né collegato ai produttori, reti e programmi televisivi che sono oggetto di discussione sulle sue pagine.

Tutti i marchi, loghi e immagini utilizzati su Reality House sono protetti da copyright dei rispettivi proprietari. Se ritieni che un contenuto debba essere rimosso, ti preghiamo di contattarci.

© 2004-2020 Reality House

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account