Search

— Forum Scope —




— Match —





— Forum Options —





Minimum search word length is 3 characters - maximum search word length is 84 characters

Lost password?
sp_Feed sp_TopicIcon
Selezioni Nazionali: i "premi" della stagione 2019!
ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Utente 5xP
Utente
Forum Posts: 5391
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
101
29 gennaio, 2019 - 14:01
sp_Permalink sp_Print

NicksFactor ha detto
Darude ossia il DJ più memato della storia? excited  

Ho scoperto adesso la storia ma sì, è lui lmao

marco_oo
Nuovo utente

Banned
Forum Posts: 1
Member Since:
29 gennaio, 2019
sp_UserOfflineSmall Offline
102
29 gennaio, 2019 - 16:34
sp_Permalink sp_Print

Per ge_aldrig_upp: come ti permetti, una canzone non può provocare diabete come hai scritto tu, che la canzone della Spagna dell'anno scorso era diabetica. Hai scritto una falsità e basta. E poi la canzone di Conan Osìris è un capolavoro, come anche sono grandissime canzoni quelle inglesi, questo lo scrivo per chi ha scritto che non sono tanto belle. 

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Utente 5xP
Utente
Forum Posts: 5391
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
103
29 gennaio, 2019 - 17:30
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

marco_oo ha detto
Per ge_aldrig_upp: come ti permetti, una canzone non può provocare diabete come hai scritto tu, che la canzone della Spagna dell'anno scorso era diabetica. Hai scritto una falsità e basta. E poi la canzone di Conan Osìris è un capolavoro, come anche sono grandissime canzoni quelle inglesi, questo lo scrivo per chi ha scritto che non sono tanto belle.   

Oddio ma ancora dopo un anno? deadbanana3

Ma lo sai che la musica è per definizione soggettiva? Io scrivo a nome mio, anzi lo faccio su questo sito e non altrove proprio perché qua posso scrivere quello che penso (sempre nei limiti del rispetto e dell'educazione). Se poi non venero Telemóveis o la GRANDISSIMA selezione inglese penso che chi mi legge se ne farà una ragione, anzi può benissimo scrivere il contrario e io mai verrò a dire che "non si deve permettere" sadida

Ripeto quello che ho scritto l'anno scorso, anzi che scrisse king @Edre in mia vece: a parte il fatto che dire "mi fa venire il diabete" è un'iperbole, non è che voglio offendere il diabete come malattia o i diabetici o mettere in relazione amore e diabete - ma la visione dell'amore che emergeva dall'esibizione spagnola era né più e né meno che quella. E per quanto mi interessi poco delle loro vicende private, ne è la riprova il fatto che la loro relazione sia durata giusto il tempo di arrivare ventitreesimi all'Eurovision. rip

Dillo pure a @francescobravo76 già che ci sei.

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Utente 5xP
Utente
Forum Posts: 5391
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
104
2 febbraio, 2019 - 14:11
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

VARIE ED EVENTUALI/8

🇲🇪 Montenegro

Sono state presentate stamattina le cinque proposte che si affronteranno nell'edizione 2019 della selezione nazionale Montevizija, che si terrà il 9 febbraio prossimo.

Fra i nomi conosciuti troviamo sicuramente Andrea Demirović, rappresentante montenegrina eliminata in semifinale all'Eurovision 2009, e Nina Petković quinta classificata nella scorsa edizione di Montevizija. La canzone di Monika Knezović è firmata da Vladimir Graić, autore serbo principalmente famoso per aver vinto l'Eurovision 2007 da compositore per Molitva (Preghiera) di Marija Šerifović.

Cantanti e canzoni in gara:

D-moll, Heaven
Andrea Demirović, Ja sam ti san (Io sono il tuo sogno)
Monika Knezović, Nepogrješivo (Inconfondibile)
Ivana Popović-Martinović, Nevinost (Innocenza)
Nina Petković, Uzmi ili ostavi (Prendere o lasciare)

🇩🇰 Danimarca

Anche la DR ha annunciato i nomi dei dieci concorrenti dell'edizione 2019 del Dansk Melodi Grand Prix, che si terrà il 23 febbraio presso la familiare cornice della Jyske Bank Boxen di Herning e sarà condotta da Johannes Nymark dei Lighthouse X (vincitori nel 2016) e Kristian Gintberg.

Gli artisti son tutti volti abbastanza nuovi nel panorama musicale danese, tolto il duo di origine groenlandese formato da Julie Broberg Berthelsen e Nina Kreutzmann Jørgensen. Non si può dire lo stesso degli autori, fra i quali possiamo notare mille nomi e situazioni già visti e rivisti: Lise Cabble (due vincitrice del Dansk Melodi Grand Prix come autrice, nel 2011 con New Tomorrow degli A Friend In London e nel 2013 con Only Teardrops di Emmelie de Forest che poi vinse pure tutto l'ESC) ha tre canzoni in gara, Tim Schou appunto degli A Friend In London ne ha una, idem Laurell Barker (che ormai compone un po' per tutte le selezioni nazionali), John Ballard e Martin Skriver pure dei Lighthouse X.

La lista completa da ascoltare qui:

Humørekspressen, Dronning af baren (La regina del bar)
T/M: Christian Kroman, Søren Schou, Chang Il Kim, Peter Lützen

Jasmin Gabay, Kiss Like This
T/M: Lise Cabble, Clara Sofie Fabricius, Fredrik Sonefors

Julie & Nina, League Of Light
T/M: Julie Berthelsen, Nina Kreutzmann Jørgensen, Marcus Winther-John, Joachim Ersgaard

Leeloo, That Vibe
T/M: Laurell Barker, Ludvig Hilarius Brygmann, Maria Marcus 

Leonora, Love Is Forever
T/M: Lise Cabble, Melanie Wehbe, Emil Lei

Marie Isabell, Dancing With You In My Heart
T/M: Greg C. Curtis, Miguel Garcia, Petrus Wessman, John Ballard

Rasmus Faartoft, Hold My Breath
T/M: Martin Skriver, Tim Schou, Thomas Agerholm, Sebastian Owens, Benjamin Rønn, Marcus Elkjer 

Sigmund, Say My Name
T/M: Christoffer Stjerne, Abigail F. Jones

Simone Emilie, Anywhere
T/M: Jeanette Bonde, Fred Miller, Fredrik Sonefors 

Teit Samsø, Step It Up
T/M: Christoffer Stjerne, Lise Cabble, Nanna Larsen

🇧🇾 Bielorussia

Nel frattempo in Bielorussia fervono i preparativi per l'edizione 2019 di Eurofest, di cui al momento non si sa ancora la collocazione temporale né la formula. Le selezioni saranno pubbliche come l'anno scorso e si terranno il 4 febbraio negli studi di BTRC.

Ci si poteva iscrivere fino a giovedì sera e l'account Twitter ufficiale @EurofestBY ha già comunicato la presenza di svariati nomi provenienti da fuori dei confini nazionali: Mihai Trăistariu in arte MIHAI, 4° classificato all'Eurovision 2006 per la Romania, che cercherà di vendicare il suo ritiro dalla selezione rumena di quest'anno presentando la stessa canzone che aveva composto per il suo paese natale ovvero Baya (Speechless); Sebastian Roos, cantante e chitarrista svedese che prese parte al Melodifestivalen 2003 come parte della cover band Liverpool; Daz Sampson, produttore e rapper britannico che rappresentò il Regno Unito all'Eurovision 2006 classificandosi diciannovesimo.

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Utente 5xP
Utente
Forum Posts: 5391
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
105
3 febbraio, 2019 - 23:29
sp_Permalink sp_Print

VARIE ED EVENTUALI/9

Ormai questo topic me lo faccio e me lo dico da solo, ma ci sono ancora da riassumere tutti i risultati del sabato excited

🇪🇪 Estonia

L'Estonia per la verità ha mandato in onda entrambe le semifinali questa settimana, la prima giovedì 31 e la seconda sabato 2 (neanche l'Isola 14 viaggia a ritmi così serrati lol ) Alla finale del 16 febbraio accedevano 6 canzoni sulle 12 in gara in ogni semifinale: 4 scelte da una combo giuria/televoto e due ripescate in un televoto lampo.

Nella prima semifinale hanno passato il turno The Swingers AKA Tanja & Birgit (rappresentanti estoni all'Eurovision nel 2014 e 2013 rispettivamente), Victor Crone (cantante svedese in gara al Melodifestivalen 2015 in coppia con Behrang Miri), Stefan e Inger Fridolin. Ripescati dal pubblico Sandra Nurmsalu (6° classificata all'Eurovision 2009 come parte del gruppo Urban Symphony) e la formazione xtra basic + Emily J.

Nella seconda semifinale hanno invece centrato il passaggio del turno Kadiah, Sissi (figlia di Dave Benton, storico vincitore dell'Eurovision 2001 per l'Estonia assieme a Tanel Padar e alla boyband 2XL), Kerli Kivilaan e Uku Suviste. Ripescati dal pubblico Lumevärv feat. INGA (i miei fave) e l'attempata Synne Valtri, eliminata invece la favorita degli eurofan Grete Paia già seconda classificata nel 2013.

🇭🇺 Ungheria

La terza e ultima eliminatoria di A Dal ci consegna gli ultimi sei qualificati alle semifinali: vincono la puntata Bogi Nagy e Joci Pápai (quest'ultimo rappresentante ungherese e (8° classificato assoluto all'Eurovision 2017 con Origo) con 41 punti, ma c'è soddisfazione anche per Petruska, Ruby Harlem e la band Mocsok 1 Kölykök. Il pubblico salva fra gli eliminati il gruppo trap USNK (freschi vincitori dell'ottava edizione di X Factor Hungary), la cui proposta Posztolj (Postare) ha raggiunto quasi 7 milioni di views su YouTube ma per il regolamento della selezione ungherese potrebbe già prendere e fare le valigie rip

🇱🇹 Lituania

Finisce la prima fase della selezione lituana „Eurovizijos“ dainų konkurso nacionalinė atranka con altri sei qualificati dall'ultima eliminatoria, che vanno a raggiungere i 18 già ammessi alle due semifinali in programma per il 9 e 16 febbraio prossimi. Vince la semifinale Monika Marija, già qualificata settimana scorsa con Criminal (no, non è un refuso - è veramente in gara con due canzoni diverse); assieme a lei passano il turno Henry & Tommy Modric, Soliaris & Foreign Souls, Saulės Kliošas, Živilė Gedvilaitė e Alen Chicco, quest'ultimo un altro folkloristico personaggio direttamente dall'ultima edizione di X Faktorius.

Per le note di contorno una delle concorrenti (Gabrielė Rybko) è stata beccata a corrompere i televotanti attraverso dei regali finanziati da un'azienda di famiglia e pertanto è stata retrocessa all'ultima posizione del televoto con 0 voti raccolti, rendendo vani i 3 punti raccolti con la giuria.

🇱🇻 Lettonia

Nessuno se ne sta curando ma procede pure Supernova, che pur fra il disinteresse generale ha portato a casa la seconda semifinale sempre sabato sera. In assenza dello storico Riga Beaver (la mascotte/castoro che nel 2015 e 2016 intratteneva il pubblico negli intervalli pubblicitari), il suo ideatore e impersonatore Kozmens ha passato il turno come featuring della formazione Dziļi Violets; ce l'hanno fatta anche i Double Faced Eels, il perennial candidate Markus Riva e l'altro gruppo Carousel.

Finale a 8 tra due settimane con vincitore totalmente up in the air excitedexcitedexcited

🇲🇩 Moldova

Si sono tenute ieri pomeriggio a porte semichiuse le selezioni interne dell'edizione 2019 di O melodie pentru Europa, con il broadcaster TRM che ha ridotto a 10 finalisti una rosa di 28 iscritti.

Le canzoni che passano alla finale in diretta TV del 3 marzo:

Anna Odobescu, Stay
Aurel Chirtoacă, La cinema (Al cinema)
Che MD feat. Elizaveta Ivasiuk, Sub Pământ (Sotto la Terra)
Diana Brescan, Lies
Limonique, GravitTy
Marcela Scripcaru, Meteor
Maxim Zavidia, I Will Not Surrender
Siaj, Olimp (Olimpo)
Tinna Gi, Virus
Vera Țurcanu, Cold

Non è però fra le dieci finaliste la canzone di questa selezione che ci rimarrà nel cuore: Ca Adriano Celentano (Come Adriano Celentano), gentilmente offerta dal duo trashfolk Lume excitedexcitedexcited questa canzone parla di come sia buono il vino moldavo e di come i moldavi facciano il vino vino VINOOOOOOH come Adriano Celentano (che poi a me pareva fosse Al Bano ad avere l'azienda vinicola e non Celentano, ma forse mi sbaglio io lmao)

Il live dei Lume direttamente dalle audizioni:

Avatar
marcop3

Utente 5xP
Utente
Forum Posts: 5725
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
106
4 febbraio, 2019 - 12:46
sp_Permalink sp_Print

ge_aldrig_upp ha detto
Non è però fra le dieci finaliste la canzone di questa selezione che ci rimarrà nel cuore: Ca Adriano Celentano (Come Adriano Celentano), gentilmente offerta dal duo trashfolk Lume excitedexcitedexcited questa canzone parla di come sia buono il vino moldavo e di come i moldavi facciano il vino vino VINOOOOOOH come Adriano Celentano (che poi a me pareva fosse Al Bano ad avere l'azienda vinicola e non Celentano, ma forse mi sbaglio io lmao)

Ho fatto una piccola ricerca e penso potrebbero riferirsi al film Il bisbetico domato...

BlueBlau

Utente 5xP
Utente
Forum Posts: 5572
Member Since:
2 maggio, 2016
sp_UserOfflineSmall Offline
107
4 febbraio, 2019 - 21:30
sp_Permalink sp_Print

Sono riuscito a recuperare alcune selezioni che mi mancavano e quelle di sabato tranne Supernova dove ho sentoto solo Carousel e spero vincano loro (o Markus Riva cosi la finiamodeluso)

Parto dall'A Dal e mi viene da chiedermi se c’è qualcuno che lo segue che non abbia perso uno dei suoi preferiti prima delle semifinali. Sono in  profondo lutto per i Leander Killsgemmapiange_png la mia preferita tra tutte e trenta.

Holnap era l’unica che non avevo ancora sentito perché non ancora uscita ma mi piace. Meno male che Joci avanza e ora è il mio preferito tra i semifinalisti  ma non credo possa fare poi tanta strada; l’altro preferito rimasto è Gergo Szeker

Ho recuperato anche le due semifinali dell’Eesti Laul. Prima semifinale abbastanza orribile  conSandra unica gioia che mi fa innamorare di ogni cosa che cantasmitten. Dietro di lei Victor ma non è che mi è piaciuto tanto e Tania e Birgit ma mi manca qualcosa. Le esibizioni migliori le hanno avuto quelle che non mi erano piaciute (Stefan). Anche nella seconda delle piacevoli sorprese (Parmumang) e la grandissima gioia dell’eliminazione del gatto. Uku quello che mi è piaciuto di più ma non puoi entrare tanto tardi mentre Grete l’avrei fatta passare. Continuo a sperare in Sandra ma non ho molte speranzanoparty

 Avevo basse aspettative dalla Danimarca ma devo dire che non sono male sadidanulla di straordinario ma qualcuna piacevole c’è. Julie & Nina sono un guilty pleasure; Anywhere parte bene ma cala un po’ nel finale; Sigmund e Maria Isabell quello che ho preferiti ma pure Rasmus e Step it up non mi dispiacciono.

Mi aspettavo di più dall'Australia ma sembrano tutte molto jury friendly quindi sanno su cosa puntare per far bene. Sheppard e Electric Fields le migliori con la Dust di Aydan a seguire. E mi è cresciuta anche Courtney che non è la peggiore, il dubbio onore lo do alla Hooper. Mi piacciono anche Leea e Alfie Arcuri

Ho ascoltato anche Montevizja e Ivana è la classica proposta balcanica che a me piace quindi è la mia preferita. Nessuna delle altre mi interessa più di tanto ma di queste Heaven no grazie  

Moldavia ho sentito solo quelle passate alla finale e mi piacciono solo Virus e Che-MD mentre le altre le ho trovate carine ma niente di che. Sorpreso che manca qualcuna sullo stile delle ultime propostesadida

la prossima che spero di recuperare è Vibdir che è sempre interessante

xello
Napoli

Game Ranking Winner 2017/2018
Utente
Forum Posts: 15991
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
108
7 febbraio, 2019 - 22:47
sp_Permalink sp_Print

Il ricordo della partecipazione di Sergey Lazarev all’Eurovision Song Contest è ancora vivido, nonostante siano passati già quasi tre anni.

Con la bombastica “You are the only one”, la popstar russa entrò in gara come favorito numero uno, sostenuto fin dal suo annuncio dai bookmaker. Sembrava imbattibile.

Alla fine, però, la beffa: a uscirne vincitrice fu l’Ucraina, con la controversa “1944” di Jamala, da subito recepita come un chiaro messaggio proprio contro la Russia. A Lazarev rimase la soddisfazione di trionfare nel televoto del pubblico da casa e tornò a casa con 491 punti totali.

Ora, il cantante 35enne di Mosca, è pronto a tornare sul “luogo del delitto” e tentare di conquistare il trofeo per la madrepatria.

Alla missione dovrebbe compartecipare lo stesso dream team del 2016, composto dal noto cantante russo Philipp Kirkorov, il compositore greco Dimitris Kontopoulos e il coreografo greco Fokas Evagelinos.

Tutti e tre hanno una lunga esperienza all’Eurovision. Hanno collaborato, in gruppo o separatamente, alle performance dell’ucraina Ani Lorak, del greco Sakis Rouvas, degli azeri Farid Mammadov e Aisel, delle russe Tolmachevy Sister e dei moldavi DoReDos.

Il brano in gara, secondo i rumor, sarebbe una ballad che ha visto la collaborazione della Moscow Symphony Orchestra. Verrà annunciato nelle prossime settimane.

Eurofestivalnews

 

URLO excitedexcitedexcited

Avatar
ynneg
Nuovo utente
Utente
Forum Posts: 22
Member Since:
4 aprile, 2016
sp_UserOfflineSmall Offline
109
7 febbraio, 2019 - 23:14
sp_Permalink sp_Print

Che ritorno!

Tra l'altro condivide con Il Volo l'aver vinto - con numeroni - il televoto della propria edizione senza però vincere il tutto, chiudendo anche lui terzo. Che sfida sarebbe se tornassero anche loro excited

BlueBlau

Utente 5xP
Utente
Forum Posts: 5572
Member Since:
2 maggio, 2016
sp_UserOfflineSmall Offline
110
8 febbraio, 2019 - 0:44
sp_Permalink sp_Print

lui in realtà non mi dispiace neanche ma perchè il Dream Teamplsnot 

amerei la sfida tra Sergey e il Voloexcited poi magari non vince nessuno dei duelmao

comunque il rischio di una vittoria russa c'è ed è alto visto che devono vendicare la mancata qualificazione 

mi aspetto un pacchetto non molto divesro da Believe ... che era davvero troppo tra Plushenko e tutto il resto sadida

undri

Utente 8xP
Utente
Forum Posts: 8886
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
111
8 febbraio, 2019 - 1:06
sp_Permalink sp_Print

fossi in lui starei di nuovo attento all'ucraina, visto che ci sono i KAZKA in lizza e sono una vera bombatizianaride_png

winner

Utente 2xP
Utente
Forum Posts: 2140
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
112
9 febbraio, 2019 - 14:05
sp_Permalink sp_Print

Non ci stiamo filando le scelte di UK e Australia tizianaride_png

la prima direi sopra la media delle loro ultime proposte, la seconda una improponibile Paola Galloni vestita da Sandra Marchegiano

Salvatore

Utente 4xP
Utente
Forum Posts: 4222
Member Since:
19 febbraio, 2018
sp_UserOfflineSmall Offline
113
9 febbraio, 2019 - 14:09
sp_Permalink sp_Print

Gli Electric Fields derubati proprio  plsnot

Vittoria di Michael Rice scontatissima in UK  noparty

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Utente 5xP
Utente
Forum Posts: 5391
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
114
9 febbraio, 2019 - 14:20
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

z6S0SdQ.png

Ieri sera si è tenuta l’ennesima edizione di Eurovision: You Decide, la selezione nazionale che la BBC continua a ostinarsi a riproporre malgrado il livello generale e i risultati sempre peggiori ad ogni anno che passa. Però HEY, c’era Måns Zelmerlöw a condurre lmao

La formula di quest’anno è stata leggermente modificata, con tre brani proposti e sei interpreti (due per brano) che si son sfidati in tre duelli, uno per ogni brano, giudicati da un panel di tre esperti per giungere ai tre finalisti destinati ad affrontarsi in una finale 100% televoto. Gli esperti summenzionati erano Rylan Clark-Neal (5° classificato nella nona edizione di X Factor UK e vincitore dell’undicesima di Celebrity Big Brother UK), Mollie King (cantautrice, conduttrice TV e concorrente di Strictly Come Dancing) e Marvin Humes (ex membro della boyband JLS, cantante, conduttore TV e radiofonico).

A vincere è stato Michael Rice, 21enne cantante di Hartlepool già vincitore della prima stagione del talent All Together Now che con il brano Bigger Than Us ha regolato in finale la concorrenza di Kerrie-Anne e Jordan Clarke. Il brano con cui Michael parteciperà all’Eurovision è scritto e composto da Laurell Barker (già autrice di Stones degli ZibbZ, in gara per la Svizzera all’ultimo Eurovision, e di All The Feels di Renaida rivelazione dello scorso Melodifestivalen), John Lundvik (3° classificato al Melodifestivalen 2018 con My Turn), Anna-Klara Folin e Jonas Thander.

z6S0SdQ.png

Ormai entrata in pianta stabile nel circo eurovisivo, l’Australia ha pensato bene di rispondere ai risultati non eclatanti degli ultimi due anni con una bella e democratica finale nazionale. La selezione si è svolta questa “mattina” presso il Gold Coast Convention and Exhibition Centre con Myf Warhurst e Joel Creasey alla conduzione: 10 proposte si sono affrontate per eleggere un vincitore sulla base di un 50% di televoto e un 50% di una fantomatica giuria di esperti.

In tutto questo, la proposta che più aveva riscosso consensi fra gli eurofan – 2000 And Whatever degli Electric Fields, un inno alla generazione millennial in inglese e pitjantjatjara (dialetto del deserto australiano occidentale) del duo Electric Fields – ha dovuto cedere di stretta misura, sia per la giuria che per il pubblico, alla performance totalmente OTT fra pop, ballad e lirica di Kate-Miller Heidke. La band Sheppard (già universalmente nota per la hit Geronimo) e Courtney Act (drag queen super sostenuta per i suoi trascorsi a RuPaul’s Drag Race) si sono fermati rispettivamente al terzo e al quarto posto.

Come già detto, la prima rappresentante australiana scelta direttamente dal pubblico è Kate Miller-Heidke, 37enne cantautrice ed attrice di Brisbane, con la canzone Zero Gravity scritto e composto da lei stessa assieme al marito Keir Nuttall. Vorrei descrivervi il brano in poche parole ma la realtà è che non si può, visto come riesce a riassumere in tre minuti:

  • una ballad al pianoforte
  • un pop banger da Euroclub
  • l’aria La Regina della Notte dal Flauto Magico di Mozart
  • When You Need Me di Therése Andersson dal MF 2008
  • un pezzo drum’n’bass
  • il tema ufficiale delle Olimpiadi di Atlanta 1996

Ho come l’impressione che l’Australia tornerà molto presto alle selezioni interne mess

La classifica completa:

1. Kate Miller-Heidke, Zero Gravity - 135 (48 giurie, 87 televoto)
2. Electric Fields, 2000 And Whatever - 114 (44 + 70)
3. Sheppard, On My Way - 87 (41 + 46)
4. Courtney Act, Fight For Love - 52 (26 + 26)
5. Alfie Arcuri, To Myself - 49 (35 + 14)
6. Aydan, Dust - 48 (38 + 10)
7. Mark Vincent, This Is Not The End - 38 (19 + 19)
8. Tania Doko, Piece Of Me - 23 (17 + 6)
9. Leea Nanos, Set Me Free - 21 (10 + 11)
10. Ella Hooper, Data Dust - 18 (12 + 6)

BlueBlau

Utente 5xP
Utente
Forum Posts: 5572
Member Since:
2 maggio, 2016
sp_UserOfflineSmall Offline
115
9 febbraio, 2019 - 14:23
sp_Permalink sp_Print

quest'anno credo proprio l'Australia andrà meglio con il televoto che con le giurielmaoalmeno spero perchè non saprei come difenderle altrimentimess

la versione femminile di Cesar con un altro vestito enorme; oltre che una delle peggiori per meplsnot preferivo Electric Fileds heart 

per favore tornate alle selezioni internewhat

l'UK ha scelto l'esibizione che mi piaceva meno delle 3 e la versione che mi piaceva meno; le altre due alla fase finale avevano un che di divertentesadida

la nota positiva è che Vidbir è la migliore selezione per il secondo anno di fila partyKazka heartla migliore ma pure Maruv, Laud, Kira, Teasho, Brunette shoots blonde, Khayatsmitten

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Utente 5xP
Utente
Forum Posts: 5391
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
116
10 febbraio, 2019 - 2:09
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

z6S0SdQ.png

Sì lo so che ha scelto prima il Montenegro, e SÌ LO SO che 'sta cosa serve soltanto a farmi morire di rabbia perché al 99,99% non potrò raccontarvelo da Tel Aviv, ma sono le 02:07 e devo scrivere adesso che ebbene sì, Alessandro Mahmoud AKA Mahmood ha detto sì, ha vinto il Festival di Sanremo e sarà il rappresentante italiano all'Eurovision Song Contest 2019 con il brano Soldi, scritto da Alessandro Mahmoud stesso assieme a Dario "Dardust" Faini e Paolo Alberto "Charlie Charles" Monachetti.

Let's f**king go. heartheartheart

La performance di martedì sera:

https://youtu.be/KvJUrrMgyGs

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Utente 5xP
Utente
Forum Posts: 5391
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
117
10 febbraio, 2019 - 23:26
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

z6S0SdQ.png

Ieri sera, mentre tutti noi (sottoscritto compreso) eravamo presi dalla finalissima del 69° Festival di Sanremo, in Montenegro si è consumata l’ennesima edizione del Montevizija ignorata dal resto del mondo. In gara c’erano cinque proposte destinate ad essere ridotte a due da un primo turno giudicato tramite una formula 25% televoto/75% giurie (radiofonica, internazionale ed esperti), per eleggere poi il vincitore demandando il tutto al giudizio del pubblico.

Delle cinque proposte, la cui qualità media era comunque passabile – senza purtroppo raggiungere il picco del CAPOLAVORO di Inje di Vanja Radovanović, i cui attuali 615.942 ascolti su Spotify dipendono per un buon 80% da me stesso medesimo – è stata scelta a furor di popolo quella che trovavo oggettivamente la peggiore, ovvero Heaven del gruppo D-moll. Questo brano ha vinto entrambi i turni di voto, prendendo il massimo punteggio da 3 componenti su 4 al primo turno (unica eccezione la giuria di esperti che li ha piazzati al terzo posto) e vincendo con il 68% contro il 32% di Ivana Popović-Martinović con Nevinost (Innocenza) lo spareggio finale a due. Al terzo posto si è piazzata Andrea Demirović, già rappresentante montenegrina all’Eurovision 2009.

I D-moll sono un gruppo vocale montenegrino nato nel 2018 sotto la spinta di Danijel Alibabić dei No Name (rappresentanti della Serbia e Montenegro all’Eurovision 2005 con Zauvijek moja (Amore mio)) e composto dai cantanti Tamara Vujačić, Mirela Ljumić, Ivana Obradović, Rizo Feratović, Željko Vukčević ed Emela Franca. Il brano si intitola Heaven ed è scritto e composto da Dejan Božović ed Adis Eminić.

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Utente 5xP
Utente
Forum Posts: 5391
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
118
11 febbraio, 2019 - 12:18
sp_Permalink sp_Print

Siamo ovviamente un po’ in ritardo a raccontarlo per colpa del Festival, ma sabato sera l’Europa è andata avanti e l’ha fatto con una quantità di semifinali di NF un po’ dovunque excited

VARIE ED EVENTUALI/10

🇭🇺 Ungheria

Si lamentano tutti delle giurie sanremesi, ma in confronto al potere che hanno i giurati dell’A Dal quelle del Festival fanno davvero ridere lmao

Riassunto delle puntate precedenti: le tre eliminatorie han qualificato 18 proposte in due semifinali da 9, dove i quattro giurati hanno un potere del 20% ciascuno nel decidere tre delle quattro finaliste in ognuna. La quarta viene lasciata al voto del pubblico fra le sei superstiti, ma sappiamo tutti che è uno specchietto per le allodole visto che in finale vanno all’ultimo round solo le 4 più votate dalla giuria.

Quest’anno per far le cose ancora più spudorate Duna TV ha deciso di metterci il proprio zampino nel sorteggio delle semifinali, piazzando i tre favoriti del pubblico (USNK, yesyes, DENIZ) nella stessa semifinale e riuscendo ad eliminare tutti e tre in una sola botta – col televoto che è stato vinto da Roses dei The Middletonz (il duo che comprende Andràs Kallay-Saunders, vincitore nel 2014), fuori dal terzetto dei finalisti diretti e probabilmente destinati a soccombere in finale.

Le altre tre proposte che centrano il passaggio del turno sono Nyári zápor (Pioggia d’estate) degli Acoustic Planet con 45 punti, Help Me Out Of Here di Petruska con 42 e Szótlanság (Rimanere senza parole) di Bence Vavra pure con 42. I The Middletonz, quarti con 41, sarebbero passati anche se la decisione fosse spettata alla sola giuria.

🇮🇸 Islanda

In Islanda è partito il Söngvakeppnin con la prima semifinale, nella quale 5 proposte sono state ridotte a 2 (+ eventuale wildcard della giuria da svelare in seguito) da uno split 50/50 fra giurie e televoto. A qualificarsi per la finale sono stati Hera Björk (già rappresentante islandese nel 2010) con Eitt andartak (Un secondo) e il gruppo synth-punk-bondage-porno HATARI con Hatrið mun sigra (L’odio prevarrà); questi ultimi si son fatti notare per aver fatto intendere di essere pronti a protestare contro Israele se venissero scelti e finissero sul palco di Tel Aviv.

Lasciano la competizione Þórdís Imsland, Daníel Óliver e Kristina Skoubo Bærendsen: come già visto nel 2014 quando il meccanismo era analogo, potrebbe esserci il ripescaggio di una o più wildcard prima della finale.

🇱🇹 Lituania

Anche la selezione lituana è arrivata al secondo turno: le 24 canzoni rimaste sono state smistate in due semifinali, ognuna delle quali ne qualificherà 4 alla finale del 23 febbraio.

La prima semifinale è stata prevedibilmente dominata da Light On di Monika Marija, che con due canzoni in gara sta facendo un po’ il bello e il cattivo tempo e credo dovrà scegliere soltanto una delle due se la settimana prossima passa il turno pure con Criminal. Assieme a Monika centrano la qualificazione Jurgis Brūzga con CTRL ALT DELETE, Justina Budaitė-Junà con Strength Of A Woman e Henry & Tommy Modric (il cui nome d’arte è preso dal calciatore Pallone d’Oro nel 2018) con Neverpart.

🇺🇦 Ucraina

Prima semifinale del Vidbir e otto canzoni ridotte a tre da giuria e televoto. Vince questa prima semifinale Maruv, prima per il televoto e terza per le giurie con la sua trashissima performance di Siren Song, davanti alla band Brunettes Shoot Blondes con Houston e al gruppo folk/pop YUKO con Galyna guliala (Galyna camminava). Le prime tre classificate sono comprese in un punto e la situazione appare per ora apertissima.

🇬🇪 Georgia

Fra il disinteresse generale sta proseguendo anche la selezione di Georgian Idol, il talent che deciderà il rappresentante eurovisivo dello stato caucasico. Due settimane fa ci aveva lasciato Mariam Kakhelishvili (quarta allo Junior Eurovision 2010 con quel CAPOLAVORO di Mari-dari), a questo giro è toccato ad Ikako Aleksidze (who).

I risultati di ogni televoto sono pubblici e sembrerebbero premiare Oto Nemsadze, primo nelle prime due puntate e secondo nella terza; a quest’ultimo giro Liza Kalandadze lo ha però battuto di misura.

🇷🇴 Romania

Ieri sera c’è stata anche la seconda semifinale della Selecția Națională 2019, selezione che ha ben pensato di compensare il basso livello generale con una delle grafiche TV più belle e azzeccate della stagione. Un po’ come in Ungheria, qui passavano il turno cinque brani per volere della giuria e uno scelto dal televoto fra i restanti – e la super favorita Laura Bretan (già sesta classificata nell’11esima edizione di America’s Got Talent) non si è fatta attendere, vincendo il voto dei giurati con 60 punti su 60. Completano la line-up finale Olivier Kaye, Linda Teodosiu, Ester Peony, Letiția Moisescu & Sensibil Balkan ed Aldo Blaga (ripescato dal pubblico con un attivo di poco più di 500 televoti) ma la finale di domenica prossima sembra una corsa a due fra Laura e Bella Santiago.

ge_aldrig_upp
Vicenza, Italy

Utente 5xP
Utente
Forum Posts: 5391
Member Since:
9 settembre, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
119
12 febbraio, 2019 - 23:53
sp_Permalink sp_Print

🇮🇱 Israele

Stasera si è tenuta la finale di HakoKhav Haba, il talent show made in Israele che dal 2015 in poi seleziona i rappresentanti del paese mediterraneo all’Eurovision Song Contest. Si tratta di un format abbastanza paragonabile ad American Idol, ma ci sono dei giudici che hanno diritto di voto e il pubblico può esprimere il suo consenso ad ogni performance tramite un’app (con le opzioni SI/NO a formare una percentuale da 0 a 100 che corrisponde al net rating dell’esibizione).

In finale si erano qualificati i seguenti quattro artisti:

  • Ketreyah, una rappresentante della minoranza degli israeliti di colore dal vocione caratteristico;
  • Kobi Marimi, una sorta di sosia di Freddy Mercury che ha un po’ spaziato nel corso della competizione dalle ballate tristi a Fuego di Eleni Foureira;
  • Maya Buskila, una cantante di genere pop/soul già affermata in Israele;
  • Shefita, un personaggio interpretato da tale Rotem Shefi che rappresenta una sorta di stereotipica diva araba che viene da “Dumbai” (non scherzo) e ricopre a pieno titolo la quota gimmick.

Il primo round ha visto la divisione dei 4 finalisti in due duelli: nel primo Ketreyah ha cantato Locked Out Of Heaven di Bruno Mars e ha totalizzato il 68%, sconfiggendo Shefita che aveva invece portato My Way di Frank Sinatra ed ha guadagnato un net rating del 65%. Nel secondo Kobi Marimi con Always di Bon Jovi (79%) ha avuto facilmente ragione di Maya Buskila con Euphoria di Loreen (54%). Shefita e Maya si son rimesse al giudizio dei cinque giudici – lo stesso che l’anno scorso salvò il fondoschiena di Netta Barzilai – e Shefita è rientrata in gara, eliminando Maya che si è fermata al quarto posto.

Nell’ultimo round Shefita si è esibita con un inedito dal titolo Broken, Kobi Marimi con una versione riarrangiata di Let It Be dei Beatles e Ketreyah con un classicone come Impossible di James Arthur. Il giudizio finale è arrivato come combinazione del voto di nove giurati e di un televoto: Kobi ha vinto entrambi di larga misura, relegando Ketreyah e Shefita alle piazze d’onore e guadagnando l’onore di difendere la nazione di casa a Tel Aviv.

Kobi Marimi ha 27 anni e viene da Ramat Gan. Il brano che canterà all’Eurovision sarà reso noto il 10 marzo prossimo venturo.

 

Classifica finale:

1. Kobi Marimi – 215 punti (102 giuria + 41,8%/113 televoto)

2. Ketreyah – 165 (78 + 32,2%/87)
3. Shefita –  160 (90 + 25,9%/70)

4. Maya Buskila

Salvatore

Utente 4xP
Utente
Forum Posts: 4222
Member Since:
19 febbraio, 2018
sp_UserOfflineSmall Offline
120
16 febbraio, 2019 - 23:01
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

Abbiamo altri 3 vincitori!

In Estonia ha trionfato Victor Crone con la canzone "Storm" 

In Croazia l'edizione 2019 del Dora è stata vinta da Roko Blazevic con la canzone "The Dream"

In Lettonia il Supernova è stato vinto dal duo Carousel con il brano "That Night"

Forum Timezone: Europe/Rome

Most Users Ever Online: 2564

Currently Online: François
82 Guest(s)

Currently Browsing this Page:
1 Guest(s)

Members Birthdays
sp_BirthdayIcon
Today: None
Upcoming: Teolino, Fafo, Vellixen

Top Posters:

Teolino: 22084

pesca: 19186

Olimpico85: 18002

xello: 15991

ouro: 14274

Newest Members:

enrico

Fosky

Forum Stats:

Groups: 6

Forums: 116

Topics: 14507

Posts: 758666

 

Member Stats:

Guest Posters: 6

Members: 15340

Moderators: 8

Admins: 4

Administrators: RealityHouse, Alex87, pazzoreality, mariomatt

Moderators: sadida83, EvilxElf, Fob92, BertoBarto, latinista93, amers, smiley, Capo Horn

    

Reality House non rappresenta una testata e non è affiliato né collegato ai produttori, reti e programmi televisivi che sono oggetto di discussione sulle sue pagine.

Tutti i marchi, loghi e immagini utilizzati su Reality House sono protetti da copyright dei rispettivi proprietari. Se ritieni che un contenuto debba essere rimosso, ti preghiamo di contattarci.

© 2004-2018 Reality House

Log in with your credentials

Forgot your details?