Please consider registering
Guest

Search

— Forum Scope —




— Match —





— Forum Options —





Minimum search word length is 3 characters - maximum search word length is 84 characters

Register Lost password?
sp_Feed sp_TopicIcon
The Lineup 2 - Vincitore a pag.34
Fob92

Moderatore - Mentore

Moderatore
Forum Posts: 19217
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
661
29 aprile, 2021 - 18:41
sp_Permalink sp_Print

Come l'anno scorso, la parte più "divertente" della Finale è leggere come rispondete alle nostre osservazioni (spesso volutamente provocatorie) per vedere se cascate in errori ancor più grandi. talpa Crys&Kris se la sono cavata abbastanza bene anche se uno dei due ha fatto un mezzo scivolone.
Ora attendo al varco Alabama. chiaraf_png

Non voglio entrare troppo nel merito delle vostre risposte per non monopolizzare la discussione e lasciare un po' di suspence ma seguiranno senz'altro altri commenti dopo gli ascolti.

Alabama Monroe
Utente 5xP

Utente
Forum Posts: 5250
Member Since:
30 novembre, 2019
sp_UserOnlineSmall Online
662
29 aprile, 2021 - 21:09
sp_Permalink sp_Print

Io purtroppo riuscirò a motivare e commentare solo da domani pomeriggio. Sono stati giorni davvero di fuoco, ma non vi abbandono, abbiate solo un pochino di pazienza heart

Krishoes
Utente 9xP

Utente
Forum Posts: 9431
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
663
30 aprile, 2021 - 14:16
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

Plasma ha detto
C'è un motivo per cui le canzoni sono state smistate così all'interno della lineup (chessò, criterio geografico, alternanza di generi, per dare un taglio eterogeneo, o anche semplicemente per un vostro sentire, una vostra sensibilità)?  

Per la mia lineup ho tenuto conto di due fattori da te considerati, il criterio geografico e l'alternanza di generi.

Ho preferito non affiancare canzoni provenienti da nazioni dello stesso continente, infatti si parte dal Vietnam, per poi passare ad Egitto, Polonia, Giamaica, Romania, Cile, Malesia e Senegal.

Poi, tentando di seguire le orme del sior Edre, ho posizionato in maniera a mio parere sensata le canzoni all'interno della playlist, considerando generi e ritmiche, facendo in modo che lo spettacolo fosse il più godibile e dinamico possibile.

Non ho avuto dubbi sui brani da posizionare in apertura e chiusura.

EC8NOMUSIC si apre con l'epico e affascinante contributo della popstar vietnamita Hoàng Thùy Linh, per catturare subito l'interesse del pubblico.

La canzone mi ha colpito perché riesce a fondere elementi della musica tradizionale vietnamita, con un arrangiamento elettronico dubstep, rendendo la traccia quasi "futuristica".

L'esempio perfetto dell'antico che incontra il moderno anche con il testo, che si basa su una leggenda di stampo religioso, tutta al femminile, della cultura nazionale, legata al periodo dell'occupazione Ming e l'ascesa della dinastia Lê, per trasformarsi in un omaggio alla figura della donna vietnamita contemporanea, che va oltre gli stereotipi.

A chiudere lo spettacolo, come dicevo già a Fob, F.U.L.A., artista italo-senegalese residente proprio a Milano, che ho voluto fortemente nella lineup perché rappresenta a pieno gli intenti della convention che vede l'Italia abbracciare questi otto paesi.

La sua trascinante "Sabar" rappresenterebbe il momento di festa finale. Un brano che riprende innanzitutto le sonorità afro tipiche della musica del Senegal e affini, mixate però con l'attitudine trap, a donare la contemporaneità giusta per il contesto. 

Il testo è sì in italiano, ma con molti frammenti in francese e wolof, e racconta con orgoglio dell'identità senegalese. Vengono citati strumenti tipici come, appunto il sabar, ma anche il tama e il djembe, e si canta della "teranga", ovvero della virtù dell'ospitalità, dell'accoglienza, della cortesia, un concetto molto caro alle persone del Senegal.

Trovo molto significativa la parte in cui F.U.L.A. canta "Sono un vero griot". Il griot, nella cultura dell'Africa Occidentale, è un poeta e cantore che svolge il ruolo di conservare la tradizione orale degli avi ed ha il ruolo di ambasciatore.

Plasma ha detto
E quale ritenete sia - se c'è - la canzone più rappresentativa della vostra ottina, quella che a fine concerto riproporreste per un eventuale secondo ascolto?

Non ho dubbi: "Mesh hastanna" della rapper egiziana Felukah. Forse la canzone meno 'spettacolare', musicalmente, all'interno della lineup, ma a mio parere la più significativa. Sono certo creerebbe un momento di riflessione e grande emozione.

Felukah rappa in arabo, su una melodia di pianoforte e oud, il liuto originario del Medio Oriente, per combattere per i diritti delle donne nell'Islam e promuovere l'uguaglianza, contro il diritto di famiglia islamico.

Ho immaginato, per questa performance, una coreografia contemporanea che prevede una sola ballerina sul palco assieme alla cantante, a dare vita con i suoi movimenti alle storie delle donne raccontate in "Mesh hastanna".

Inserisco il testo in inglese in spoiler, per far capire il forte messaggio della canzone:

On certain days
It feels like the whole world just works against me
I start to ask myself
Where does this injustice really stem from?
God graced me with dignity just like you
I’m awake and on the move
But I won’t wait
These problems won’t miraculously fix themselves

Meet a woman named Sultana
Complex stories in an apartment complex
She was married off to her cousin
When her life turned upside down
Without love and compassion
Even her own mother and her community
Neither standing by her side
No love nor compassion

Speaking of that story, here’s another
About a woman named Hoda
All her life was spent believing
That the way to heaven was to please her husband
Day after day
She cooked and cleaned her time away
Until she found out her husband married a second wife
With a woman the age of their daughter
She couldn’t believe how one law could serve a man
And destroy a woman’s universe
How one law could serve a man and destroy a woman’s universe

I don’t want to wait
Another week, another day
I’ve seen violence... in a safe space
Don’t say another word, we’ve endured enough
It's time for new ways of thinking

Wait a second, just hold on
I just started, I’m not finished
Got a lot of love for my people
But I can’t neglect or diminish
The everyday struggles a woman faces
Both on the streets and in the home
At the school and on the job
We saw strife and we saw pain
Where are our rights?
When is it our turn?
Time is up
All our lives, we’ve been waiting, praying for the light of day

On certain days
It feels like the whole world just works against me
I start to ask myself
Where does this injustice really stem from?
God graced me with dignity just like you
I’m awake and on the move
But I won’t wait
These problems won’t miraculously fix themselves (x2)

CrYs
Utente PLATINO

Utente
Forum Posts: 1933
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
664
30 aprile, 2021 - 17:24
sp_Permalink sp_Print

Inizio subito con il dire che sono arrivato a questo punto del tutto inaspettatamente, di volta in volta ero convinto di dover abbandonare la gara perché le mie scelte pensavo non venissero capite o magari semplicemente non apprezzate, e invece alla fine eccomi qui, al concerto finale. Bella sfiga! No scherzo, sono molto felice dell’opportunità che mi è stata data e spero di aver sfruttato bene questo spazio per darvi e darmi l’opportunità di farmi conoscere. Tutto questo per dirvi che sono arrivato a questo concerto finale con mille pensieri, mille idee e nessuna che poteva veramente piacere a me in primis. Allora mi sono detto “ok Cristian, porta quello che piace a te, quello che vorresti andare a vedere” e anche confrontandomi con Edre mi sono sentito “appoggiato” in questo, quindi ho deciso di farvi conoscere un mondo che la maggior parte di voi, mi è parso di capire nel tempo che ho trascorso qui su RH, non ama particolarmente. Quindi contro tutto e tutti, per questo mio ultimo concerto ho deciso di portare questo favoloso Festival Musicale dedicato alla Spagna, condotto dalla IMMENSA Raffaella Carrà. Mentre lo organizzavo mi sono immaginato tutto, dal palco alle persone che ballavano, e mentre lo ascoltavo e riascoltavo, seduto al computer o mentre cucinavo cominciavo a sbattere il cul* qua e là, perché si può dire tutto, ma alcune musiche portano a muovere qualsiasi corpo, anche una statua di marmo, e in questa occasione di FESTA spero di aver fatto muovere qualcuno di voi. O magari semplicemente avervi fatto emozionare come succede a me quando sento alcune parole cantate in un determinato modo. So che la maggior parte di voi è abituato all’inglese e lo spagnolo potrebbe creare qualche difficoltà, ma io vi do un consiglio, chiudete gli occhi e lasciatevi trasportare dalle canzoni. Per provare a costruire una lineup di questo tipo ho passato ore e ore in qualsiasi posto dove si potesse cercare, nei meandri dell’internet, e l’ho fatto proprio perché ci tenevo a darvi una visione più che ampia di quello che il mondo musicale ispanico, senza dovermi adagiare sugli allori buttando una manciata qualsiasi di grandi nomi. Buon ascolto…

LINE UP

1. Guitarricadelafuente “Agua y Mezcal”

Ho voluto di proposito far aprire questo concerto a una delle più grandi rivelazioni della chitarra flamenca degli ultimi anni, che in modo totalmente indipendente ha iniziato a farsi conoscere con canzoni emozionanti e passionali come questa che ho presentato. In questa canzone il classico della chitarra si sposa al ritmo flamenco creato per cantare questa bellissima dichiarazione d’amore per Carmencita (citofonare Marlena, ndCrYs), al ritmo di acqua e mescal (per chi non lo sapesse e il famoso distillato con il verme). Una bellissima canzone classica cantata da uno dei giovani più promettenti del panorama musicale spagnolo.

 

2. Manel “Tipus Suite”

Qui troviamo la prima band che non canta in spagnolo, con i Manel ci troviamo in territorio catalano essendo la band originaria di Barcellona. Loro sono attivi dal 2008 e hanno pubblicato già 5 album. Con questa canzone uscita da poco ho voluto presentare il panorama indie pop folk spagnolo scegliendo di proposito una band catalana che nel suo piccolo ha sempre raggiunto grandi traguardi, anche con questa canzone “leggera” che canta di una storia finita non proprio benissimo.

 

3. Delaporte “Se Va”

Questa è una delle mie canzoni preferite della lineup perché contiene tutto quello che amo e rappresenta quello per cui ho scelto di fare questo concerto. I Delaporte sono un duo italo/spagnolo che con questa canzone portano chitarra classica nella prima parte della canzone, lievi accenni di flamenco nella parte centrale e una per finire una parete di musica elettronica a concludere la canzone. Un connubio fantastico per questi giovani ragazzi che si trovano già ad avere due album all’attivo.

 

4. Baiuca ft. Rodrigo Cueva “Veleno”

Nella costruzione di questa canzone i suoni dell’elettronica legati alla cultura musicale celtico/galiziana e un testo totalmente in gallego portano l’ascoltatore nei paesaggi mistici della bellissima Finisterre, zona della comunità autonoma della Galizia. In questa canzone viene raccontata una storia di streghe e serpenti tratta da una delle tantissime leggende di questi luoghi di cui è originario Baiuca, giovane produttore che si trova già al suo secondo album.

 

5. La Bien Querida “Dinamita”

Qui lo ammetto, ho deciso di presentare una cantante e una canzone a cui sono molto legato. La Bien Querida è una delle mie cantanti preferite spagnole, con le sue canzoni riesce sempre ad emozionarmi, forte anche di una scrittura molto intima e personale. Dinamita parla di una bellissima storia d’amore, di quell’amore che ci rende costantemente adolescenti, quella cosa che parte da dentro e ti porta ad esplodere di gioia. Emozione pura vestita di musica leggera e sognante.

 

6. Amatria “Un amor”

Con questa canzone Amatria canta la sua difficoltà di riuscire a vivere un amore per la paura che finisca. Questa canzone riassume la sensazione universale che le cose che valgono di più nella vita sono quelle che poi alla fine possono pure distruggerla. Il tutto è cantato e suonato in modo classico e passionale, un bolero che a poco a poco prende il ritmo della salsa. Fantastico.

 

7. Fuel Fandango “Despertaré”

La passionalità, l’erotismo e la dualità dell’essere umano, questo è il tema di questo fantastico brano dei Fuel Fandango estratto come primo singolo del loro terzo (e al momento ultimo) album totalmente in castigliano. Nita e Ale ci trasportano in un universo sonoro che parte dal flamenco e si va contaminare all’elettronica per poi raggiungere i ritmi africani. Loro sono una delle migliori band degli ultimi anni e non potevo non portarli in questa Lineup.

 

8. Amparanoia “El dia que no”

Probabilmente la maggior parte di voi sentendo questo brano è rimasto shockato ma non potevo non metterlo in chiusura di questo concerto. Ovviamente mi si chiedeva una lineup varia di artisti altrimenti avrei fatto un concerto solo con Amparo e i suoi Amparanoia. Io ho quasi 40 anni e quando ascoltai per la prima volta questa band avevo tra i 18 e i 20 anni e rimasi totalmente estasiato dall’energia e il carisma di Amparo Sanchez, la leader di questa “comune” musicale. Proprio quest’anno dopo circa una decina di anni sono finalmente usciti con un bellissimo album di cui questo brano è il primo estratto. Con questo brano Amparanoia ci vuole dire di non perdere tempo, quello che lasciamo passare non tornerà, dobbiamo cogliere l’attimo finché possiamo. Il messaggio è portato all’ascoltatore con suoni tipici del centro america con influenza balcanica che rimandano al popolo gypsy. Una canzone con un messaggio importante (non solo in questo periodo) con musiche da festa. Impossibile stare fermi.

Alabama Monroe
Utente 5xP

Utente
Forum Posts: 5250
Member Since:
30 novembre, 2019
sp_UserOnlineSmall Online
665
30 aprile, 2021 - 20:14
sp_Permalink sp_Print

Fob92 ha detto
Bravo Casadelvino, hai sollevato alcuni dei miei stessi dubbi.

 

Non ho ancora ascoltato le Playlist ma, report alla mano, anche a me salta all'occhio la sovrapposizione del concerto di Alabama con DOTsmantle The Patriarchy (non un concerto, ma addirittura una trilogia di eventi). Poi, va beh, sono di parte ma non comprendo a fondo l'esigenza di portare brani esclusivamente in inglese: se si tratta di mostrare la sensibilità artistica, che ognuno lo faccia come meglio crede. Perfino a un evento mainstream come l'Eurovision è crollato il mito del "canto in inglese così mi capiscono tutti"; non vedo perché non debba accadere anche stavolta. L'imposizione dell'idioma credo possa essere davvero escludente, soprattutto nell'ottica di portare artisti che parlino di sé. Così facendo, hai praticamente escluso tutto il rap non anglofono. 

Ciao Fob, non sapevo esistesse il DOTsmantle The Patriarchy visto che la scorsa edizione non l'ho seguita e non sono andato a leggermi nel dettaglio tutti i concerti.
Ho pensato a varie idee e questa mi sembrava la più convincente, non mi è venuto in mente di controllare per filo e per segno cose dell'anno scorso.
Riguardo all'inglese, la mia idea era quella di includere tutti, come ho scritto, anche da varie parti del mondo. Se avessi proposto un brano in cinese, uno in tedesco e qualche altro in arabo, avrei escluso tutte le persone presenti che non comprendevano la lingua. L'obiettivo era lanciare un messaggio, più o meno importante in base al brano, che venisse compreso da chiunque tra il pubblico.
Il mio evento non è pensato come l'Eurovision e il mio intento non era mostrare le sfaccettature, i colori e le diverse lingue dei vari Paesi del mondo. 

Fob92

Moderatore - Mentore

Moderatore
Forum Posts: 19217
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
666
30 aprile, 2021 - 20:32
sp_Permalink sp_Print

Ma DOTsmantle The Patriarchy è la trilogia di concerti a tema che ha racchiuso SongwritHERS, AnorMALE e ConfiTHEMce 

lukeyyy
Utente 2xP

Utenti +2
Forum Posts: 2523
Member Since:
16 gennaio, 2021
sp_UserOnlineSmall Online
667
30 aprile, 2021 - 21:17
sp_Permalink sp_Print

Mia classifica inviata! Secondo me avete fatto un buon lavoro per una finale, ma credo che i concerti, e in alcuni casi i report stessi, abbiano tutti dei limiti più o meno evidenti e mi sono basato su questo per stilare la mia top 3. 

Nel frattempo proverei a smorzare la tensione dicendo che tra le playlist della produzione il numero 2 è proprio Fob chiaraf_png gli altri non sono riuscito a capirli rofl

Pupi87
Utente 7xP

Utente
Forum Posts: 7468
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
668
30 aprile, 2021 - 21:30
sp_Permalink sp_Print

Io voto domani excited in bocca al lupo a tutti hug

Fob92

Moderatore - Mentore

Moderatore
Forum Posts: 19217
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
669
30 aprile, 2021 - 23:14
sp_Permalink sp_Print

lukeyyy ha detto

 
Nel frattempo proverei a smorzare la tensione dicendo che tra le playlist della produzione il numero 2 è proprio Fob chiaraf_png 

Da cosa l'hai capito scusa? chiaraf_png

Krishoes
Utente 9xP

Utente
Forum Posts: 9431
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
670
1 maggio, 2021 - 0:01
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

Dopo aver parlato dei brani del Vietnam, del Senegal e dell'Egitto grazie agli spunti di Plasma, ci tengo ad aggiungere qualche dettaglio anche sul resto, così da fornire un quadro più completo.heart

Con "Antarktyda" di Arek Kłusowski ho soddisfatto il desiderio di inserire in scaletta una uptempo elettronica con evidenti richiami agli anni '80, uno dei generi che prediligo in assoluto. Un brano che mi ha subito convinto al primo ascolto, pur non comprendendo le parole, e questo alla fine è stato il leit motiv che mi ha accompagnato per tutte le scelte.

La traccia parla della ricerca della pace interiore, del vivere la vita al proprio ritmo e non quello deciso dagli altri, ed è singolare che venga raccontato attraverso una traccia così cadenzata. Quello che però mi piace di più è che a rappresentare la Polonia sia un artista queer, una scelta in controtendenza con quanto di negativo spesso arriva dalla scena politica del paese.

---

Sfido chiunque a resistere all'appassionata "Mango" di Sevana, artista in rampa di lancio, che potrebbe compiere il grande salto a breve. Il reggae giamaicano si fa spazio sul palco con il suo beat che ci trasporta nelle Grandi Antille.

"If a black Caribbean woman says she loves you like 🥭 mango, believe me, she looovesss you!" scrive un'utente di Haiti commentando il video. E devo dire che Sevana è talmente convincente nella sua interpretazione da farmi sentire realmente come un succoso mango durante l'ascolto!

Questo è l'unico brano che vi ho presentato in inglese, e all'inizio mi sono chiesto se inserirlo avrebbe cambiato i presupposti del mio concerto.

Ma alla fine (questo è stato proprio l'ultimo tassello del mio colorato puzzle) mi sono detto che sì, vi rientra alla grande, così come gli altri, perché in primis l'inglese è la lingua ufficiale della Giamaica, e poi la tipica pronuncia di Sevana lo rende ancor di più legato al paese che rappresenta, proprio come gli altri performer.

---

"Ma striga mama" di Feli nasce da una toccante vicenda autobiografica. L'artista della Romania canta della vera storia d'amore dei suoi genitori, osteggiata dai nonni materni, per celebrare l'amore spontaneo e sincero che trionfa contro gli ostacoli della vita.

Un singolo pop-folk, con la melodia del ritornello a ricordare i canti popolari rumeni ma trasportata in una dimensione sonora che la rende una hit dalle potenzialità internazionali.

"La mamma mi chiama, è mezzanotte passata
mi chiedo se verrai ancora
ti aspetto di notte quando le stelle
illuminano il cielo"

"Non ho mai incontrato nessuno come te
Anche se mi è stato detto
Che quelli come te indossano maschere
E poi si trasformano in fuoco"

"Non ti lascerò con quest'uomo
che ti mette a letto
per rubare tutti i tuoi sogni
perché sarebbe un vero peccato"

"Stringimi forte al petto
dimmi che è tutto nella mia testa
che tu, in effetti, mi ami.
Amore, che lotta, amore, quanto è dura"

"Ti ho dato dei pezzi di me
ma ricorda che non sono la ragazza che aspetta
non dimenticare per un secondo
che la mamma mi ha cresciuto in modo intelligente"

---

"Es real" di Camila Moreno è la proposta del Cile. Un nome di punta della scena musicale del paese, che con questo brano si reinventa presentandosi attraverso un brano indie con sonorità legate all'elettronica e all'urban.

Una traccia che inneggia all'amore libero, lontano dal binarismo di genere e dall'eteropatriarcato.

È l'attrazione che ci rende vivi, quella scintilla che si accende all'improvviso e ci fa sentire circondati da particelle elettriche. Una sensazione universale che ci rappresenta come esseri umani, e ci rende uguali al di là di ogni etichetta.

---

Quasi verso la fine ecco l'irresistibile "City love" dei Pastel Lite. Duo indie made in Malesia, scoperto e lanciato dalla nota connazionale Yuna, che arriva a colorare la serata con una scanzonata traccia dal sapore retrò, un dichiarato omaggio alla musica pop malese anni '80.

Ho ascoltato moltissime proposte dalla Malesia, ma nessuna mi convinceva. Alla fine, molto sconsolato, ho scovato questo pezzo squisito e i suoi synth. Occhi a cuoricino.

Forse il meno impegnato della serata, ma quello che, a mio parere, continuerà a ronzare in testa a fine serata, destinato a diventare tormentone personale da salvare fra i preferiti di Spotify. Io lo sto ascoltando a ripetizione da quando l'ho scoperto!

Fob92

Moderatore - Mentore

Moderatore
Forum Posts: 19217
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
671
1 maggio, 2021 - 14:43
sp_Permalink sp_Print

Ed eccoci alla fase degli ascolti… Che dire? Siamo alla fine e voglio lasciarmi andare a considerazioni un po’ personali (che tenderò a tralasciare in fase di valutazione) e ad altre un po’ più oggettive (che invece privilegerò quando stilerò la classifica).

Alabama, tra tutti, è stato forse il concorrente più lontano da me. Pur riuscendo quasi sempre a fare scelte azzeccate, in report, e premiate dalla classifica finale, io non sono mai riuscito a capirle del tutto. Probabilmente proprio a causa di un “repertorio” molto diverso. Arrivati a questo punto, mi spiace imbattermi invece in una lineup certamente più digeribile ma più piatta, sia per timbri, sia per voci, sia per generi, in cui anche i brani più sperimentali tendono un po’ a spegnersi.
Ti sei preso il rischio di presentare un concerto che rischiava di essere sovrapponibile con altri già finanziati: bene, ma allora doveva esserne la quintessenza. Il risultato finale, invece, è più diluito, soffuso. Tuvaband, che ai tempi di SongwritHers non capii (ma che arrivò tra i primi tre) ora mi manca. Non so se sia stata la scelta obbligata dell’inglese che, come temevo, ha estromesso alcuni generi, ma quella promessa fatta nel report di avere un concerto che spaziasse “dal pop al rap fino all’r&b” è un po’ venuta meno. Emerge, tuttavia, una notevole coerenza, un fil rouge, una ricca cultura musicale e una personalità molto forte.

Sarò sincero: non avevo grandi aspettative nei confronti CrYs. Lo avevo “seguito” in altri contest e mi era parso molto lontano da me per gusti e molto orientato a proposte intimiste e di nicchia. Invece, concerto dopo concerto, mi ha stupito moltissimo. Ho urlato al capolavoro in più di un’occasione! Sempre in report, mai chiuso a riccio…una conoscenza musicale indubbiamente vastissima.
Ma ecco che, come Alabama, mi scivoli un po’ sul Finale… E, anche nel tuo caso, l’errore non è tanto nella lineup che è coerente, interessante, raffinata… L’errore sta nell’aderenza tra la playlist proposta e il report. Non è un concerto da secondo canale della tv nazionale. Non è un concerto nazionalpopolare. Credo che, nel momento in cui ti sei reso conto che la tua idea iniziale non era attuabile (quella del 4+4, per intenderci), dovevi ripartire da zero. Io invece leggo nel report tracce di quel concept iniziale che però cozzano con la lineup finale.
p.s. ho amato Se Va!

Discorso opposto per Krishoes: avevo aspettative altissime nei suoi confronti eppure si è spesso ritrovato penalizzato dalla classifica finale. In alcuni casi, con mia grande sorpresa perché entry come Ryan Beatty, Lafawndah e Björk gridano ancora vendetta.
Così come Alabama e CrYS, anche tu, in quest’ultimo concerto, hai voluto metterci tutto te stesso tant’è che, come tu stesso ammetti, c’è molto del krishoesiano Earthivision, in questa lineup. Come avevo intuito ancor prima di iniziare ad ascoltare la scaletta, il tuo concerto è il più composito di tutti. Ci prometti generi diversi ed effettivamente ci sono e sono ben distinti tra loro. Il tutto, senza rinunciare a una coerenza di fondo. Nel tuo report parli di “coinvolgente viaggio” ed effettivamente ti senti davvero in movimento: su un’auto in corsa, sul dorso di un quadrupede, su un aereo… Come ti anticipavo, io probabilmente avrei “tolto” un po’: i brani sono coinvolgenti anche ascoltati così, anche senza coreografie o quant’altro. Ma apprezzo molto la tua onestà e la tua fermezza nel dire che hai voluto fare un concerto per pochi: in fondo, non c’era scritto da nessuna parte che dovesse essere mainstream. Sono convinto che quei “pochi” usciranno soddisfatti.

In sostanza, vuoi per un motivo o per l’altro, vi “assumerei” tutti.
Come fare a sceglierne uno?

monechiapi
Moderatore

Moderatore Junior
Forum Posts: 3655
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
672
1 maggio, 2021 - 16:36
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

Eccomi qua! Mi sono preso tempo per immergervi nei vostri concerti, immaginarmi lì e ascoltare le canzoni proposte. Devo dire che inizialmente sono rimasto spiazzato, forse perché mi aspettavo concerti totalmente diversi, ma poi pian piano ho iniziato ad assimilare le vostre proposte e devo dire che è stato fatto un buon lavoro.

In generale, da parte di tutti ho trovato sia pregi che difetti. Questi riguardano soprattutto gli aspetti di cui terrò conto: il report, coerenza tra proposte e report (che questa volta avete stilato voi, quindi sarò ancora più severo), originalità del tema del concerto, costruzione della lineup.

Sarà sintetico nei commenti, dividendo tra pro e contro riscontrati.

#keepunited

Pro: lineup variegata e interessante, coerenza tra report e brani proposti, ordine della lineup ben costruito.

Contro: sovrapposizione netta con i temi trattati nel ciclo di concerti di DOTsmantle the Patriarchy, report poco dettagliato se paragonato agli altri due.

Proposta preferita della lineup: MORGXN con WONDER

FESTIVAL ¡Viva España!

Pro: tema interessante e originale, report molto dettagliato che permette di avere una visione precisa del concerto, coerenza tra report e proposte, tutte coinvolgenti e centrate.

Contro: a tratti la lineup risulta un po' un misto mare in cui vale tutto (seppur questo sia aderente con quanto espresso nel report), a tal proposito forse avrei optato per una commistione tra tradizione e modernità in tutti i brani.  

Proposta preferita della lineup: BAIUCA FT. RODRIGO CUEVAS con VELEN

EC8NOMUSIC

Pro: report molto dettagliato, coerenza tra report e proposte, lineup ben costruita nel suo ordine, molto interessante la presenza di diversi idiomi, interessante la scelta di legare il concerto a un evento socio-politico.

Contro: sovrapposizione con Pale Blue DOT, la scelta delle nazioni (ben spiegata in seguito) a un primo impatto, senza una spiegazione più dettagliata, potrebbe risultare un po' troppo aleatoria a un non esperto.

Proposta preferita della lineup: CAMILA MORENO con ES REAL

Ora mi ritiro per valutare anche tutti i percorsi e decidere chi voglio che vincheee.

Pupi87
Utente 7xP

Utente
Forum Posts: 7468
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
673
1 maggio, 2021 - 16:42
sp_Permalink sp_Print

Ho votato, can't wait excitedexcited

Alabama Monroe
Utente 5xP

Utente
Forum Posts: 5250
Member Since:
30 novembre, 2019
sp_UserOnlineSmall Online
674
1 maggio, 2021 - 18:25
sp_Permalink sp_Print

So che ormai sarà inutile, ma visti impegni vari non sono riuscito a scrivere una spiegazione decente per questa finale e me ne dispiace molto. Ma mi fa piacere scrivere due righine su una cosa creata da me e di cui ho speso volentieri del tempo. 
Riguardo alla location, così rispondo anche a Casadelvino, non l'ho ritenuto un punto fondamentale, perché mi sono immaginato il concerto in un classico palco e ambientarlo in una piazza a Londra o a New York sarebbe cambiato poco.
Inizialmente avevo pensato ad un luogo all'aperto, ai piedi di un "monumento" (che non dirò) molto colorato che simboleggiava unione e amore. Ma erano presenti troppi simboli riguardanti la religione cattolica e così l'ho eliminato dalla lista, pensavo potesse risultare troppo poco inclusivo per le persone di una religione diversa.
Detto ciò, ecco i motivi che mi hanno spinto a scegliere questi artisti con i loro brani:

ZOE WEES - GIRL LIKE US

Zoe è una giovanissima artista emergente che si sta facendo conoscere al grande pubblico grazie al suo talento e sua potenza dei suoi brani. Proporla per prima mi sembrava una scelta azzeccata: le persone l'avrebbero acclamata e applaudita anche solo vedendola, visto il gran successo del suo primo singolo (Control) e sarebbe stata sicuramente uno degli artisti di punta del concerto.
Girls Like Us è un messaggio di solidarietà rivolto a tutte le donne che si sentono oppresse nella società e a tutti coloro che vivono nelle insicurezze, è un invito a non considerare del tutto gli standard impossibili di bellezza che vengono messi in mostra dai mass media.

MORGXN - WONDER

Dopo un brano emozionale come quello di Zoe volevo puntare su qualcosa di più leggero ed energico, così ho scelto Wonder di Morgxn. Qui mi sono immaginato un pubblico divertito e scatenato mentre canta e batte le mani a ritmo col cantante.
Wonder vuole trasmettere positività e forza di volontà a chi nella vita fa fatica a trovare la propria strada.

AARADHNA - BROWN GIRL

Questa è la canzone che ho apprezzato di più ascoltandola più volte, perchè all'inizio la trovavo un po' statica, ma poi è riuscita a rapirmi. Rispondendo quindi a Plasma, dico che è questo il brano che proporrei per una seconda volta nella Linuep, proprio per farlo assimilare al meglio al pubblico presente.
La cantante neozelandese affronta i problemi riguardanti la discriminazione e l'accettazione del colore della propria pelle. Vuole incoraggiare le persone a essere fedeli con se stesse, indipendentemente da ciò che gli altri pensano o dicono, indipendentemente dalla razza, dal colore della pelle o dal sesso. 

SHAMIR - RUNNING

Con Running Shamir, con il suo particolare timbro e il suo stile pop-rock anni '90, affronta la salute mentale e la disforia di genere, riflettendo sulla sua esperienza di lasciarsi alle spalle relazioni tossiche che lo hanno fatto soffrire, ma rimanendo ottimista e positivo per il futuro. 

HAIM - NOW I'M IN IT

Dopo 3 artisti poco noti, è ora del trio delle sorelle americane HAIM, con un pezzo dal sound accattivante, vibrante  e colorato, anche se in realtà l'ispirazione alla base della canzone è tutt'altro che luminosa e solare, poiché la band solleva il velo sulle loro lotte con la depressione, che ha affrontato soprattutto una delle tre ragazze, Danielle. Vuole dire al suo pubblico quanto sia fondamentale parlare dei propri problemi, di non nascondersi e di non temere di essere soli, perché la luce arriva per tutti.

LITTLE SIMZ - INTROVERT

Unico brano rap e il più lungo della serata, Introvert  lancia un deciso appello a liberarsi dai limiti della società. Spinto da una musicalità lussureggiante e cinematografica e una batteria martellante, la rapper londinese affronta un’ondata di rivelazioni sulla sua identità e sul mondo, durante un periodo di crisi e risveglio politico e trasforma Introvert in un ritratto elaborato del suo attuale tumulto interiore, esaminando la linea sottile che divide la Simz artista e la Simz persona.
Oltre all’aspetto intimo, Little Simz si conferma ancora una volta intenzionata a far trapelare le proprie idee riguardanti svariate tematiche sociali. Su tutte, emerge il  senso di appartenenza e l’orgoglio di essere una donna nera nella società odierna, unito alla denuncia di una povertà ancora molto marcata nelle comunità nere e non solo.

LEADR - HI, I'M HUMAN

Come penultima traccia di #keepunited ho scelto un brano con un sound più etereo rispetto al resto, così da spezzare dalla potenza di Introvert.
Leadr, artista di Losa Angeles con origini vietnamite, vuole trasmettere un messaggio potente e toccante in mezzo all'ondata di ingiustizia razziale e alla crescente violenza contro la comunità asiatica americana. Concentrandosi sulla scelta dell'empatia e dell'amore rispetto alla divisione e all'odio, la traccia emana una produzione ben realizzata che ti porta in profondità nel paesaggio sonoro etereo e ipnotizzante. 

MARINA - PURGE THE POISON

Marina, che non è nuova nel dare messaggi a sfondo sociale importanti, è l'artista più conosciuta presente in #keepunited, per questo motivo penso fosse corretto inserirla alla fine. Purge the Poison è un brano energico e divertente, quasi fantasioso, che riuscirebbe nell'intento di chiudere in bellezza questo concerto.
Qui la cantante diventa letteralmente la personificazione di Madre Natura, pronta a "eliminare il veleno" per ricordare all'umanità che se il mondo in cui vivono soffre, saranno solo loro a soffrire davvero. Ma non è pensato come un pezzo puramente ambientale. Marina, infatti,  si sente a capo di un movimento rivoluzionario anticapitalista pronto a condannare il razzismo, la misoginia e salvare il pianeta, in una sorellanza di streghe che lottano per riconquistare il loro posto nel mondo. 

Edre
Utente 2xP

Utenti +1
Forum Posts: 2821
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
675
1 maggio, 2021 - 21:03
sp_Permalink sp_Print

STOP ALLE VOTAZIONI.

Aspetto il completamento di alcuni voti del pubblico per i quali mi servono i bonus al percorso, ma da questo momento in poi non è più possibile inviare voti "da zero". Ovviamente, chi ha votato può comunque continuare a commentare le scelte in topic.

Domani alle 18:00 pubblicherò il concerto del vincitore di The Lineup 2.

Foski
Utente

Utente
Forum Posts: 398
Member Since:
9 agosto, 2019
sp_UserOfflineSmall Offline
676
1 maggio, 2021 - 21:58
sp_Permalink sp_Print

Arrivo in ritardo ma dovevo schiarirmi le idee per bene prima di decidere le vostre sorti.

In linea di massima sono contento del vostro lavoro, siete stati dei dipendenti veramente eccezionali. Non per questo siete i finalisti MERITATI dell'edizione. Avete stilato dei concerti particolari, alcuni che richiamano lo stile dell'utente sul forum, altri si sono fatti portavoce delle discriminazioni sociali e musicali. 
I miei criteri di giudizio includeranno quindi quanto il dipendente sia riuscito a trasmettere l'idea del report stilato, se il report risulta originale in base all'anno lavorativo e alla line up proposta.
Non mi dilungherò nei commenti perché è giusto, a questo punto del gioco, celebrare il vostro duro lavoro senza cercare troppo il pelo nell'uovo. Vi rinnovo i complimenti.

Del concerto #keepunited ho apprezzato gli artisti ingaggiati, alcuni dei quali apprezzati dal sottoscritto già da prima quindi non mi è dispiaciuto per nulla partecipare all'evento. La cosa che mi ha trattenuto un po' è stata la somiglianza già evidenziata dai miei colleghi con il trio di concerti ''DOTsmantle the Patriarchy,'.

Festival Viva España  ho apprezzato molto l'essere controcorrente e non aver pensato alle preferenze del forum. Infatti il concerto è riuscito a puntare i riflettori
su un genere che ha bisogno di un re-branding generale. Ho apprezzato le canzoni ''sperimentali'', meno le ''tradizionali''.

EC8NOMUSIC: qui c'è il concetto che mi ha più colpito. Mi è piaciuta molto l'idea di rivalutare, o meglio, far conoscere il lato artistico dei paesi in via di sviluppo al pubblico italiano. La scelta dell'emittente che trasmette in mondovisione
è stata quel dettaglio in più che da un senso alla cosa.

Adesso lasciamo il nostro Edrone lavorare sulle votazioni e incrociate le dita!

Edre
Utente 2xP

Utenti +1
Forum Posts: 2821
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
677
2 maggio, 2021 - 17:50
sp_Permalink sp_Print

Ci siamo, a breve conosceremo il nome del vincitore di The Lineup 2. Dopo la pubblicazione lascerò spazio a voi per commenti & complimenti, quindi voglio spendere due parole prima di eclissarmi.

 

Innanzitutto, vorrei ringraziare i concorrenti che si sono cimentati nel contest. Non è stato semplice trovarvi, inizialmente, ma vi siete spesi davvero molto e, a prescindere da qualsiasi risultato, avete reso l'edizione estremamente competitiva. Complimenti a tutti, e ovviamente grazie per la fiducia che avete riposto in noi.

Un ringraziamento enorme anche al pubblico: non è scontato che ci siate, assolutamente, ma il fatto che abbiate preso parte alle votazioni in così tanti, durante il corso della gara, è una cosa che mi ha reso davvero felice. Leggere molti di voi esprimersi in topic, supportare i concorrenti e commentare il loro lavoro è una parte fondamentale del gioco, senza di voi non funzionerebbe allo stesso modo.

Li ho lasciati per ultimi perché so che non se la prenderanno (spero lol), ma un enorme ringraziamento va ai tre giudici. Avete risposto alla chiamata per una nuova edizione già alla fine della precedente, e vi ho ritrovati con la stessa voglia di cimentarvi in questa esperienza, come fosse la prima volta. Mi avete sostenuto un sacco anche in momenti in cui avrei voluto spegnere il pc e mandare tutto all'aria perché whew, anxiety, we love that. Avete portato punti di vista sempre differenti, senza avere paura di risultare impopolari, e questo è davvero importantissimo. Quindi niente, Fob, Foski e Mone, grazie di esserci e di esservi spesi così tanto. E, ancora una volta, un enorme ringraziamento a Foski per tutte le grafiche pazzesche. L'ho detto e lo ripeto: il gioco è sorretto anche da quelle.

 

Bene. Finalisti, a breve, tempo di preparare il post, pubblicherò il concerto del vincitore e i risultati dell'intero contest. Comunque vada, avete fatto una gara impressionante: avete avuto successi, avete avuto imprevisti, ma siete andati avanti, e so quanto sia stato difficile per alcuni di voi. A prescindere dai risultati, spero siate fieri di tutto quello che avete fatto, perché c'è da esserne, davvero.

 

A tra pochissimo.

Edre
Utente 2xP

Utenti +1
Forum Posts: 2821
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
678
2 maggio, 2021 - 18:00
sp_Permalink sp_Print sp_EditHistory

e9S3RYO.png

clap2clap2
COMPLIMENTI!
SEI IL VINCITORE DI THE LINEUP 2! 
clap2clap2

 

LINEUP DEL CONCERTO

 

ZOE WEES con GIRLS LIKE US

MORGXN con WONDER

AARADHNA con BROWN GIRL

SHAMIR con RUNNING

HAIM con NOW I'M IN IT

LITTLE SIMZ con INTROVERT

LEADR con HI, I'M HUMAN

MARINA con PURGE THE POISON

 

PLAYLIST YOUTUBE

PLAYLIST SPOTIFY

 

RISULTATI DEL GIOCO

 

Q6wpi4h.pngImage Enlarger

1° Posto) Alabama Monroe (26,0 punti) - 50 punti Ranking
2° Posto) Krishoes (25,7 punti) - 25 punti Ranking
3° Posto) CrYs (21,3 punti)

 

QUI I RISULTATI DI TUTTI I CONCERTI

 

Alabama Monroe
Utente 5xP

Utente
Forum Posts: 5250
Member Since:
30 novembre, 2019
sp_UserOnlineSmall Online
679
2 maggio, 2021 - 18:03
sp_Permalink sp_Print

Siete seri?! grimildeelisa_png

CrYs
Utente PLATINO

Utente
Forum Posts: 1933
Member Since:
7 agosto, 2013
sp_UserOfflineSmall Offline
680
2 maggio, 2021 - 18:05
sp_Permalink sp_Print

Immaginavo il risultato quindi nessuna sorpresa per me... laugh

Vorrei fare tantissimi complimenti al vincitore... clap2clap2clap2

Forum Timezone: Europe/Rome

Most Users Ever Online: 2564

Currently Online: Zach, terry91, amers, Asp, Olimpico85, BlueBlau, Mirton, Reputation1989, Alabama Monroe, Gabbo, Frabb, gridracedriver, lukeyyy, Goingtosleep
166 Guest(s)

Currently Browsing this Page:
1 Guest(s)

Members Birthdays
sp_BirthdayIcon
Today: None
Upcoming: None

Top Posters:

Olimpico85: 30028

pesca: 25952

pazzoreality: 24093

Teolino: 22649

xello: 22317

Newest Members:

ngocbich

JinstKebe

SanahGrat

Houda

vertage dialer

Forum Stats:

Groups: 6

Forums: 153

Topics: 20895

Posts: 1091943

 

Member Stats:

Guest Posters: 7

Members: 18254

Moderators: 9

Admins: 3

Administrators: RealityHouse, Alex87, mariomatt

Moderators: sadida83, EvilxElf, Fob92, BertoBarto, Latinista, Alby, amers, monechiapi, Capo Horn

    

Reality House non rappresenta una testata e non è affiliato né collegato ai produttori, reti e programmi televisivi che sono oggetto di discussione sulle sue pagine.

Tutti i marchi, loghi e immagini utilizzati su Reality House sono protetti da copyright dei rispettivi proprietari. Se ritieni che un contenuto debba essere rimosso, ti preghiamo di contattarci.

© 2004-2020 Reality House

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account