[img align=left]http://www.grazia.it/var/ezflow_site/storage/images/media/images/stile-di-vita2/cinema-e-tv/337631/oilgate-tiziana-trassa-e-la-scampa/5060077-3-ita-IT/OilGate-Tiziana-trassa-e-la-scampa_hg_full_l.png[/img] MasterChef incorona la sua seconda vincitrice stupendo tutti. Dopo dieci settimane di gara passate a costruire la nemesi perfetta, una cattiva Disney da far impallidire Medusa e Crudelia De Mon, il finale incredibile: vince la cattiva, vincono le forze del male. Lungi da me dare giudizi di moralità su Tiziana, su cui da qualche settimana erano tra l’altro cadute le mie preferenze, visto che non la conosco personalmente come la quasi totalità del pubblico che sicuramente numeroso ieri si è scandalizzato per la sua vittoria. Quello che rimane di strano è la scelta di interrompere una narrazione così amata e seguita, familiare come solo una storia di draghi e principi azzurri potrebbe essere, con la vittoria dei cattivi. Si parla solo di narrazione, non di effettiva bravura. Su quello bisogna fidarsi della giuria, altrimenti non si accetta di vedere un programma dove l’intervento del pubblico non c’è neanche nella dimensione fantomatica del televoto, ma dove tutto è palesemente fuori dal nostro controllo, come in un film, appunto. Resta un punto di domanda sulla scelta di questo racconto. Tiziana non ci poteva essere raccontata meglio? Non si poteva ammorbidirne il personaggio, smussando i lati negativi od offrendoci un insight sui motivi del suo carattere così forte e inscalfibile? Solo in finale abbiamo saputo che aveva una figlia e che è anche capace di commuoversi (ma non troppo), solo qui e là nel corso del programma abbiamo saputo informazioni sulla sua vita, ricca di viaggi e incontri, ma che si è scelto anche in questo caso di stereotipare, come se fossero invenzioni di Tiziana e non spaccati della sua vita. La story arc con Cracco è stata palese fin dall’inizio, ma è stata raccontata come un amore-odio che si sarebbe dovuto e potuto esaurire con una riconciliazione al vertice dell’eliminazione, non con la quasi palese spinta dello chef per la vittoria della Stefanelli.

Il pubblico, si sa, è composto da tanti italiani medi che non sanno andare oltre a ciò che viene loro raccontato. E, come prevedibile, ieri sera c’è stata la rivolta. Twitter e Facebook intasati di insulti, alcuni al limite del delirante e del legale, contro Tiziana, Cracco e gli autori del programma. Ci sono state offese, minacce di disdetta dell’abbonamento Sky e, dato che la madre dei cretini è sempre incinta, minacce di morte. Non si può dire, però, che gli editors non se la siano andata a cercare. Il progetto Edgic aveva individuato qualcosa di strano in quell’editing così forzatamente OTTN (over the top, negativo) e infatti abbiamo sottolineato come fosse più possibile una sua vittoria rispetto a quella di Maurizio, la vera Luisa di questa edizione, anche a causa di un Andrea caratterizzato come troppo debole, troppo fragile e poco presente rispetto agli altri due; eppure nessuno ha mai osato tanto in un programma registrato. MasterChef Italia ha sfondato un muro e ha sfidato il suo pubblico. Se il piano sarà lungimirante e sarà coronato da un allungamento della narrazione con una redenzione finale sul vincitore di Masterchef 3 (il ritorno dell’eroe dopo la vittoria provvisoria del nemico) o se tutto si rivolterà contro (con vendite irrisorie del libro di Tiziana) non ci è dato saperlo. Quello che sappiamo è che MasterChef Italia è sempre stato un passo avanti a tutti: ha cambiato modo di fare tv da Cielo e quest’anno ha fatto più ascolti di X Factor passando su un canale a pagamento. La risposta, quindi, sembra venire da sé.

 

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Reality House non rappresenta una testata e non è affiliato né collegato ai produttori, reti e programmi televisivi che sono oggetto di discussione sulle sue pagine.

Tutti i marchi, loghi e immagini utilizzati su Reality House sono protetti da copyright dei rispettivi proprietari. Se ritieni che un contenuto debba essere rimosso, ti preghiamo di contattarci.

© 2004-2018 Reality House

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account